giovedì 20 febbraio 2014

Pasticcio di polenta con verza stufata e fontina

  
Buongiorno!
Oggi cercherò di riportare su livelli normali il tasso glicemico del mio blog che abbonda sempre di dolci, mannaggia!
La scusa è sempre la stessa: preparare qualcosa per la colazione! Poi invece finisce che nel corso della giornata le occasioni per concedersi una pausa "dolce" sono sempre tante, anche troppe!
Ora, non è che la ricetta di oggi sia propriamente leggera o dietetica, anzi....
E chiaro che questo pasticcio si può alleggerire a nostra discrezione: ma se omettiamo il burro o riduciamo la fontina la differenza si sente! Eccome se si sente!
Questo è un piatto che di solito preparo con il pane tostato al posto della polenta;  ho voluto sperimentare una versione alternativa, anche per far fuori un sacchetto di farina gialla che mi ero stancata di vedere in dispensa! Non cucino molto la polenta perchè di solito la mangio da mia madre.
Devo dire che la nuova versione è stata gradita, anche perchè  mi piace portare in tavola queste teglie in cui c'è tutto: primo, secondo e contorno! Hanno un che di famigliare!


Ora però abbiate pazienza! Queste giornate sono un po' piene: devo uscire per una commissione urgente e quando torno scrivo la ricetta!
Aspettatemi!!!

Finalmente un po' di calma! Ecco la ricetta:

Pasticcio di polenta con verza stufata alla cannella e Fontina

Ingredienti per 4 persone
200 g di farina gialla per polenta
1/2 verza
180 g di fontina d'Aosta
olio d'oliva
burro
brodo vegetale qb
1 spicchio d'aglio
sale e pepe
1 cucchiaio abbondante di Parmigiano grettugiato
una spruzzata di cannella 
1 litro scarso di acqua, per evitare che venga troppo compatta

Procedimento
Prepariamo la polenta come da abitudine, evitando di farla troppo compata. La lasciamo raffreddare in un contenitore. Affettiamo la verza in striscioline molto sottili che poi laveremo sotto l'acqua corrente, la facciamo sgocciolare e poi la trasferiamo in una casseruola dal fondo spesso o in una padella antiaderente con coperchio, assieme con olio, spicchio d'aglio schiacciato e un cucchiaio d'acqua. Stufiamo quindi la veza fino a cottura, saliamo e volendo aromatizziamo con pepe e una spolverata leggera di cannella. Trasferiamo la polenta su un tagliere, la affettiamo e disponiamo le fette su una teglia imburrata, cospargiamo la superficie della polenta con qualche fiocco di burro. Cospargiamo di verza stufata e versiamo qualche cucchiaio di brodo per evitare che la preparazione asciughi troppo. Copriamo con la fontina a dadini, spolveriamo di formaggio grattugiato e inforniamo a 180° per 15 minuti con della stagnola di copertura, infine inseriamo la funzione grill per 5 minuti, togliamo la stagnola e facciamo gratinare.

Note
Naturalmente questa ricetta è perfetta per riutilizzare polenta avanzata.



34 commenti :

  1. Un po' di dolcezza serve sempre per aiutarci e sostenerci ad affrontare al meglio ogni giornata..e comunque, un pasticcio così, sarebbe altrettanto utile allo scopo :) Ti abbraccio forte e ti auguro una felice giornata ! :*

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C lasci cosi senza ricetta???Tesoro io mi sono innamorata di questo piatto quindi corri a scrivere la ricetta appena puoi che questo weekend ti copio di sicuro l'idea!!Un abcione,Imma

      Elimina
  3. Che pasticcio meraviglioso! Ottimo in queste giornate così grigie, per risollevare un po' gli animi!
    Bravissima Emanuela<3<3<3

    RispondiElimina
  4. Mamma mia che bontà, anche senza ricetta la pregusto comunque, fontina, polenta....sa di buono, di casa, di confortevole! brava

    RispondiElimina
  5. wow che meraviglia! non sara' dolce ma e' sfiziosissima!

    RispondiElimina
  6. Emanuela, io vengo da te a mangiare...questo pasticcio di polenta si mangia con gli occhi!! Gustosissima pietanza!! Un bacione, Mary

    RispondiElimina
  7. Un piatto forse non dietetico, ma assolutamente goloso! Brava! Un bacione

    RispondiElimina
  8. Ficou uma aspecto delicioso
    Gostei muito
    bj

    RispondiElimina
  9. Ha un aspetto golosissimo!!!! Attendo la ricetta :-D eheheheh
    LaGio'

    RispondiElimina
  10. A presto con la ricetta. :)

    RispondiElimina
  11. Uh, quanto mi piacciono questo genere di piatti!
    Poi io vado letteralmente pazza per la cannella, la metterei ovunque ;)
    Un bacio grande grande

    RispondiElimina
  12. Caspita che ghiotta proposta, con questo piatto farei felice l'intera famiglia, marito, figlia, genitori e nonni compresi :)
    Bravissima Emanuela!!!
    Un bacione, buon pomeriggio!!!!

    RispondiElimina
  13. Ecco la ricetta:)
    Mi stuzzica l'idea della cannella.

    RispondiElimina
  14. un pasticcio gustosissimo!!
    meno male che c'era la ricetta,me la son segnata tutta!!

    RispondiElimina
  15. Mamma mia ci affonderei subito un cucchiaio! io adoro la polenta e questo piatto è stupendo e filante!

    Ti aspetto sul mio blog che c'è un giveaway in corso ;) Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  16. che roba donna.. adoro la polenta da brava trevigiana.. adoro questo piatto ricco, caldo ed avvolgente
    stupendo
    bacio cara

    RispondiElimina
  17. Mi piace tantissimo è golosa, saporita e morbida questa ricetta è assolutamente da fare!!!!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  18. un pasticcio assolutamente nelle mie corde...
    mamma mia che golosità!
    Polenta...verza....avrei anche tutto in casa....mi sa che ci provo!!!

    RispondiElimina
  19. che bellissima idea! mi piace troppo! :-)

    RispondiElimina
  20. Anch'io adoro questi piatti completi, golosi e ricchi di fantasia :-D

    RispondiElimina
  21. Anche se sono le 22.30 questo pasticcio mi mette fame!!!
    Copierò sicuramente senza omettere il burro e senza ridurre il formaggio: è perfetto così! ;)
    Un bacione
    Alessia

    RispondiElimina
  22. Anche il mio blog è pieno di dolci, per le stesse ragioni spiegate da te :) Questo pasticcio è DIVINO!!!!!!!!!! Lo proverei sia con la polenta che con il pane tostato!!!!

    RispondiElimina
  23. Ciao Emanuela, è una teglia molto ma molto invitante, un piatto unico completo e gustoso!!! Brava!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  24. quel tocco di cannella mi piace moltissimo un gran bel piatto

    RispondiElimina
  25. Questa proposta è stupenderrima!E io non ometto nulla, perchè hai ragione che poi si sente la differenza!!! Piatto davvero invitante. E la foto? Bellissima.
    Un bacione e felice fine settimana

    RispondiElimina
  26. Spettacolo!! Adoro la polenta riciclata, con questo pasticcio e' una favola!!!! ciaooo

    RispondiElimina
  27. Da polentona quale sono, non posso che apprezzare questa tua teglia, un piatto di recupero favoloso!!! Adoro l'idea della cannella, brava come sempre e come sempre foto stupende
    Un bacione

    RispondiElimina
  28. Direi ottima!! Anche io faccio i pasticci con la polenta, a noi piace molto e la faccio spesso, volutamente ne faccio in più e poi la pasticcio al forno con quello che mi capita e avanza in frigo. Buonissima la tua versione. Un bacio tesoro

    RispondiElimina
  29. Ma quanto sei brava Emanuela, questo pasticcio è di un invitante pazzesco!!!
    Salvo immediatamente la ricetta e lo provo!!!
    Un bacio grande e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  30. Che bontà!! :PP
    Non l'ho mai fatto il pasticcio di polenta,grazie per l'idea!!:-))
    Baci felice week end

    RispondiElimina
  31. Una meraviglia, una chicca davvero per me che non so fare la polenta e la amo solo bianca con formaggi e verdure, mi hai mandato in visibilio oggi! Grazie per la ricetta! buon fine settimana, baci mony***

    RispondiElimina
  32. Buongiorno Emanuela perche non mangiare tutto magari limitandoci nelle quantità? vai con i dolci ti riescono benissimo!
    Verza????? la straaaadoro! Insieme alla zucca mai provsta ed ho quasi tutti gli ingredienti! Domani è lundedì non fa niente la faccio lo stesso
    Grazie e buona domenica
    Patrizia di Cucina con Dede

    RispondiElimina