sabato 18 giugno 2011

E dopo le peresentazioni...


... qualche rassicurazione:

non preoccupatevi... non ho intenzione di tediarvi in ogni post con le storie della mia famiglia.

Ciononostante non potevo che proporre come prima ricetta dei ravioli.

Perchè da sempre sono il primo che preferisco, il piatto per eccellenza in casa mia.

Perchè mia madre li fa e li faceva troppo buoni per non innamorarsene perdutamente.

Perchè i ravioli, pur essendo una delle tante espresioni della nostra tradizione, si presta ad infinite interpretazioni e rielaborazioni, anche in chiave moderna. Per cui può riservare grandi sorprese.

Se poi a condirli è il re delle spezie, lo zafferano...

Ravioli di ricotta allo zafferano con prosciutto croccante
Dosi per 2 persone

Ingredienti
Per la pasta:
2 uova medie
200 gr. di semola di grano duro
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di olio e.v.o.

Per il ripieno:
300 gr. di ricotta di pecora
40 gr. di parmigiano
1 uovo piccolo
noce moscata
sale & pepe

Per il condimento:
30 gr. di burro
1 bustina di zafferano
1/2 bicchiere di latte
1 cucchiaino di maizena
50 gr. prosciutto crudo

Procedimento
Prepariamo il ripieno lavorando bene (passandola al setaccio) la ricotta per farla ammorbidire e aggiungiamo l'uovo, le spezie ed infine il parmigiano. Lasciamo riposare in frigorifero.

Prepariamo la pasta impastando le uova con la semola, il pizico di sale e l'olio. Lasciamo riposare l'impasto coperto da una ciotola per circa 30 minuti.

Trascorso il tempo necessario stendiamo la pasta abbastanza sottile e formiamo i ravioli mettendo un cucchiaino di ripieno per ognuno. Dategli la forma che più vi piace.

Lessiamo i ravioli e condiamoli con l'intingolo preparato facendo sciogliere il burro nella padella, aggiungendovi lo zafferano sciolto in mezzo bicchiere di latte tiepido. Facciamo rapprendere leggermente e addensiamo con la maizena sciolta in una tazzina di acqua fredda.

Decoriamo il piatto con il prosciutto precedentemente tostato in una padella bollente, senza condimenti, fino a renderlo croccante.

Note
Io faccio la pasta con la semola di grano duro perchè la preferisco consistente, voi potete farla come siete abituati.

Nel ripieno avrei potuto aggiungere un po' di scorza d'arancia grattugiata, ma non ho trovato delle belle arance al supermercato!

Per il condimento potete utilizzare panna da cucina e zafferano, io non preferisco la panna e quindi... faccio così.

2 commenti :

  1. Che dire ottima la preparazione ricca di genuinità... sicuramente da provare.... Congratulazioni.... Ste

    RispondiElimina