venerdì 28 agosto 2015

Burger di merluzzo


L'ho scritto spesso...una delle cose che amo di più dell'estate è la possibilità di pranzare e cucinare all'aperto.
Tutto è più semplice ed informale. 
Pane, pomodori, olio d'oliva, basilico e una buona mozzarella rappresentano per me veramente il massimo a tavola per godersi l'estate!
Se invece si accende una griglia all'esterno bastano pochi semplici gesti per cucinare in rilassatezza qualsiasi altra cosa.
Soprattutto perchè quando si accende la griglia all'esterno, alla fine, di solito, è mio marito che vigila sulla cottura, quindi...decisamente mi conviene  :)

Per molti la fine di agosto segna la fine delle ferie, il ritorno a casa e al lavoro....per me invece è arrivato finalmente il momente di staccare la spina.
Paneburroealici chiude i battenti per un po'.
Vi lascio con una mia ricetta tratta dal penultimo numero di Cucina Semplice, in cui c'è una sezione da me curata dedicata al barbecue.
A presto!!!


Burger di merluzzo
Ingredienti  4 persone
- per i burgers
500 g di filetti di merluzzo
1 piccolo uovo
aglio in polvere
prezzemolo fresco
timo fresco
poca scorza di limone grattugiata
2 cucchiai di pangrattato+1 per rifinire
olio d'oliva
sale e pepe
- per accompagnare
cetriolini sott'aceto
1 pomodoro maturo costoluto a fette
foglie di insalata lattuga
4 cipollotti affettati
senape del tipo delicato
- per i panini
350 g di farina 0
100 g di lievito madre (oppure 5 g di lievito di birra secco)
180 ml di acqua
20 g di zucchero
20 g di burro fuso freddo
1 cuchiaino di sale
inoltre per rifinire
1 chiara d'uovo
sesamo qb


Preparazione
Preparate in anticipo i panini: sciogliete il lievito nell'acqua insieme allo zucchero. Aggiungete il burro fuso alla miscela di acqua, lievito e zucchero e poi incorporatelo gradualmente alla farina, regolandovi sulla quantità di quest'ultima in base a quanta ne assorbe la miscela.
Lavorate l'impasto e aggiungete il sale, lavorate ancora fino a renderlo omogeneo ed elastico e ponetelo a lievitare in un contenitore coperto da pellicolafino al raddoppio.
Formate i panini: dividete l'impasto in 6 (o 12) e formate delle palline, lasciate lievitare ancora un'ora, spennellate con l'albume e ricoprite con  i semi.
Infornate a 200° fino a che i panini risulteranno dorati. Lasciate raffreddare!
Nel frattempo preparatei burger: tritate col mixer i filetti lavati e asciugati, unite l'uovo e tutti gli aromi. Formate 4 burger grandi o 8 piccoli, compattateli aiutandovi col pangrattato e riponeteli in frigo per almeno 30 minuti.
Scaldate la piastra del barbecue a fiamma media, spennellate leggermente con olio affinchè i burger non attacchino e procedete alla cottura su entrambi i lati.
Servite i burger caldi con i panini, la senape e le verdure.

Note
Naturalmente potete preparare i burger con qualsiasi altro filetto di pesce.



mercoledì 19 agosto 2015

Spaghetti con pomodorini multicolor, olive nere e caprino


Atmosfera decisamente autunnale questa mattina: pioggia insistente e cielo grigio. 
E ora anche tuoni!
Mi sa che è proprio la giornata giusta per un post "multicolor"!
I colori sono quelli dei pomodorini, che sfumano dal giallo paglierino al rosso scuro. 
E naturalmente il verde dell'immancabile basilico.
Un piatto semplice e buono di spaghetti: oltre ai pomodorini ci sono anche le olive nere e il formaggio caprino cremoso. 
Li preparo spesso in estate e ve li consiglio, anche se i vostri pomodorini sono... monocromatici :)


Speghetti con pomodorini multicolor, olive nere e caprino

Ingredienti per 4 persone
400 g di pomodorini
400 g di spaghetti
80 g di olive nere denocciolate
2 cucchiai di caprino cremoso
1 spicchio d'aglio
1/2 cipolla
1 ciuffi di basilico
olio d'oliva
poco peperoncino piccante
sale


Preparazione
Mettete a bollire l'acqua per la pasta. Affettate finemente aglio e cipolla e fateli apassire nell'olio con il peperoncino. Aggiungete i pomodorini incisi con un piccolo taglio, le olive e il basilico. Portate a cottura a fiamma vivace e aggiustate di sale. Unite anche il caprino che deve solo sciogliere. Salate l'acqua per la pasta, lessate gli spaghetti al dente e insaporiteli nella padella col condimento. Se occorre aggiungete poca acqua di cottura e completate con altro basilico fresco.


A presto!

lunedì 17 agosto 2015

Crumble leggero di pesche nettarine con mandorle e lime


Spero che abbiate trascorso un bel Ferragosto!
Qui è stato all'insegna del brutto tempo; oggi però sembra una bella giornata di sole e, nonostante la parte pigra di me sia ancora addormentata, sono già andata a fare una lunga passeggiata in campagna al fresco delle prime ore del mattino.
Ora però vi racconto di un dolcetto leggero, facile e veloce, preparato ormai quache settimana fa, quando mi è stata regalata una cassettina di pesche nettarine.
Un crumble "essenziale", integrale, perfetto per chi ha voglia di qualcosa di dolce, ma in leggerezza.
Ci ritroviamo presto! Ciao!


Crumble integrale di nettarine con lime e mandorle

Ingredienti per 4 persone
6/8 pesche nettarie (a seconda della grandezza)
60 g di farina integrale
60 g di burro
60 g di zucchero di canna + 1 cucchiaio
30 g di mandorle in granella
la scorza grattugiata di un piccolo lime + poco succo
cannella
menta per decorare
gelato per accompagnare


Preparazione
Affettate le nettarine lavate ed asciugate, conditele con un cucchiaio di zucchero di canna, il succo di uno spicchio di lime e poca cannella. Distribuite le pesche in 4 stampi individuali leggermente imburrati e preparate il crumble: tagliate il burro freddo in tocchetti e con i polpastrelli ridicetelo in briciole insieme alla farina , allo zucchero e alla granella di mandorle. Completate il crumble con poca scorza di lime grattugiata e distribuitelo sulle pesche. Infornate a 180° per il tempo necessario a rendere il crumble croccante. Servite tiepido con una pallina di gelato a vostro gusto.



lunedì 10 agosto 2015

Tortina integrale di farro con more selvatiche


Per chi vive a contatto con la campagna il mese di agosto è scandito da piccole ricorrenze che segnano il passo verso la fine dell'estate....
Tra qualche giorno è Ferragosto, il clou della stagione estiva, ma quello che si percepisce passeggiando in campagna in questi giorni è proprio l'inesorabile declinare dell'estate, che anche per un'amante dell'autunno come me porta con sè sempre una nota malinconica.
E intanto si raccolgono le more selvatiche, che rispetto a quelle comprate hanno tutt'altro profumo e tutt'altro gusto. 
Aprire in inverno un barattolino di confettura di more selvatiche significa davvero assaporare a colazione tutta la fragranza dell'estate. E ogni anno si ripete il rito!


Parte delle more raccolte in compagnia di mio marito e del mio nipotino sono finite in una piccola torta fatta con farina integrale di farro  e zucchero di canna. 
Se non avete la possibilità di raccogliere le more di rovo potete utilizzare questa base con qualsiasi altro tipo di frutta (mirtilli, lamponi o fragole...).
La tortina è facile e veloce da preparare, spero proprio che abbiate occasione di provarla!


Tortina integrale di farro alle more selvatiche

Ingredienti
120 g di farina integrale di farro
110 g di zucchero integrale di canna
70 g di burro
2 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
cannella
more
burro e pangrattato per lo stampo

Preparazione
In una ciotola lavorate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero di canna. Quando avrete ottenuto un composto spumoso aggiungete un uovo per volta mescolando bene. Unite la cannella, la farina e lievito, poi il sale e lavorate ancora  per un po' il composto prima di trasferirlo in uno stampo imburrato e cosparso di pangrattato. Coprite la superficie di more in un unico strato e infornate a 180° per circa 30 minuti (fare la prova stecchino!).


Un saluto a voi tutti, a presto!

mercoledì 5 agosto 2015

Pannocchie arrostite con burro aromatico


Ricetta "non ricetta" del giorno, tanto semplice quanto estiva: pannocchie arrostite con burro aromatico, in questo caso all'aglio e al basilico. 
Il burro potete aromatizzarlo come più vi piace, io oltre all'aglio ho scelto il basilico che è l'erba aromatica che preferisco.
Poi il pepe che volete o un sale particolare possono essere quel qualcosa che fa la differenza in una preparazione tanto "basic" come le pannocchie arrostite.
Vi racconto come le ho cucinate io e vi auguro tante cose belle (mare, sole, relax....e grigliate all'aperto ;) per il prossimo week end! 
Ciao!


Pannocchie arrostite con burro all'aglio e al basilico

Ingredienti per 4 persone
4 pannocchie "vestite"
50 g di burro
1 ciuffo di basilico
1/2 spicchio d'aglio
sale e pepe

Preparazione
Preparate il burro aromatico: fate ammorbidire il burro e conditelo con sale e pepe, aglio e basilico tritati. Mettetelo in un piccolo contenitore e conservate in frigo fino al momento dell'utilizzo.
Lavate e sbollentate le pannocchie con tutte le foglie partendo da acqua fredda, calcolate circa 25 minuti da quando l'acqua arriva al bollore. Scolate le pannocchie, tirate indietro le foglie ed eliminate le barbe. Trasferite le pannocchie sulla griglia del barbecue, arrostitele mantenendo le foglie fuori dalla griglia e utilizzandole per girare spesso le pannocchie. Quando saranno colorite su tutti i lati servitele con il burro aromatico.

Note
Per delle pannocchie ancora più saporite, spennellatele con parte del burro già durante la cottura sulla griglia.


lunedì 3 agosto 2015

Melanzane ripiene di carne


Spesso i piatti nascono al mercato al momento dell'acquisto e così è stato per queste mini-melanzane.
Qualche domenica fa i contadini da cui solitamente compro gli ortaggi avevano in bella mostra una cassettina con delle melanzanine piccole e tenere, del tipo scuro e lungo e del tipo chiaro e tondo.
Con le prime ho fatto i ravioli al pesto rosso (qui la ricetta); riguardo alle altre invece abbiamo deciso all'unanimità, io mio marito e i proprietari del banchetto, che il modo migliore per cucinarle sarebbe stato "ripiene di carne".
Ed è andata a finire proprio così!
 

Melanzane ripiene di carne

Ingredienti per 4 persone
4 melanzane medie (oppure 8 piccole)
200 g di macinato di vitello
40 g di parmigiano grattugiato
2 pomodori maturi ramati
2 fette di pancarrè ammollate in poco latte e strizzate
1 uovo
1 spicchio d'aglio
1 ciuffo di basilico
1 ciuffo di prezzemolo tritato
olio d'oliva
sale e pepe


Preparazione
Lavate ed asciugate le melanzane. Tagliate la calotta superiore (con il picciolo) e tenetela da parte. Con un cucchiaio svuotate la melanzana e raccogliete  la polpa in una padella dove avrete scaldato un fondo d'olio con uno spicchio d'aglio tritato. Aggiungete il basilico e i pomodori senza semi a pezzi e fate saltare a fiamma vivace per pochi minuti.
Lasciate raffreddare la polpa di melanzana, dopo amalgamatela al macinato e a tutti gli altri ingredienti come per fare delle polpette. Farcite le melanzane, disponetele in una teglia da forno, salatele e irroratele con olio d'oliva. Infornate a 200° per circa un'ora: verificate la cottura delle melanzane con i rebbi di una forchetta.


 A presto!



giovedì 30 luglio 2015

Cheesecake senza cottura alla crema di nocciole


Il web si va a poco a poco spopolando, mentre io proprio in questi giorni ho più tempo da dedicare al blog e ne approfitto.
Le mie vacanze sono rimandate a settembre, il mese più rilassante dell'estate, e quindi spero di fare compagnia a chi resta in casa e, volente o nolente, qualcosa deve pur cucinare nonostante il caldo.
Non è detto che si debba accendere il forno per godersi un buon dolce!
Io che normalmente preferisco il New York cheesecake, quello che si inforna, ho ceduto al richiamo della praticità e all'esecuzione lampo del cheesecake che va in frigo.
Ora però devo precisare che, come sempre in passato, quando vedete comparire un cheesecake su queste pagine vuol dire che c'è sotto lo zampino di mio marito. 
E' lui in casa a gradire particolarmente il celebre dolce anglosassone/statunitense....io mi "accontenterei" volentieri di qualcosa di più leggero. 
Però, con la scusa che lui va matto per il cheesecake e io meno, lo trascino in cucina e mi faccio aiutare :)
E infatti anche questo, come gli altri cheesecake presenti sul blog, nasce dalla collaborazione a quattro mani con il gentil consorte.
Ne viene fuori sempre qualche disputa, eh: questa volta sosteneva, con fare da grande esperto, che i biscotti non vanno sbriciolati troppo, ma devono rimanere in pezzi più grandi. 
Hai voglia a dire  che, se non li sbricioli a dovere, non si compattano e la base si rompe! 
Alla fine però ne siamo usciti bene ;)
Per non farci mancare nulla alla crema al formaggio abbiamo aggiunto un bel barattolino di crema spalmabile alle nocciole (decidete voi quale, se la Nutella o un prodotto artigianale). Il topping è cioccolato fondente fuso con una noce di burro.
Non c'è neanche bisogno di dirvi che era buonissima! L'esecuzione è stra-facile e stra-veloce!


Cheesecake alla crema di nocciole
Ingredienti per una tortiera a cerniera da 22 cm di diametro

per la base
250 g di frollini
100 g di burro fuso freddo
2 cucchiai di cacao amaro

per la crema
250 g di formaggio cremoso
250 g di panna fresca
200 g di crema spalmabile alle nocciole
80 g di zucchero
2 foglietti di colla di pesce
poco latte

per rifinire
60 g di cioccolato fondente
1 noce di burro
granella di nocciole


Preparazione
Tritate i biscotti, mescolateli al cacao e amalgamateli con il burro. Compattate il composto sul fondo della tortiera su cui avrete disposto un disco di cartaforno e trasferite in frigo.
Fate ammorbidire la colla di pesce in una tazza con acqua fredda, poi scioglietela in uno o due cucchiai di latte caldo. Lavorate a crema il formaggio, unitevi lo zucchero, la crema di nocciole e la colla di pesce fredda. Montate la panna e amalgamatela alla crema di formaggio senza smontarla (dal basso veso l'alto). Versate il composto sulla base di biscotti e trasferite in frigo. Lasciate in frigo almeno un paio di ore, poi decorate la torta. Fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria con una noce di burro, lasciate intiepidire e distribuite dal centro della cheesecake verso l'esterno. Rifinite il bordo con granella di nocciole e conservate in frigo.

Note
Non avevamo in casa i frollini al cioccolato e abbiamo utilizzato il cacao per conferire gusto e colore alla base.

Un saluto, buon fine settimana a tutti!



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...