martedì 30 giugno 2015

Torta alle pesche sciroppate


Eccoci qui con una tortina finalmente!
....semplicissima, di quelle che si fanno ad occhi chiusi e il risultato è certo.
Sicuramente vi sarà capitato di preparare la base di questa torta seppur con qualche variante rispetto alla mia!
Si tratta della famosissima torta "all'acqua", che io stessa ho reinterpretato in mille modi: basta sostituire l'acqua compresa tra gli ingredienti con altri liquidi come succhi di frutta, spremute, latte, cioccolato liquido... per avere una torta diversa per ogni occasione.
In questo caso ho sostituito l'acqua con il succo delle pesche sciroppate fatte in casa e poi ho distribuito sulla torta qualche pezzetto di pesca.
Un'altra versione potrebbe essere con l'anans...io la farò presto! ;)


Torta alle pesche sciroppate

Ingredienti per una tortiera da 22 cm di diametro
350 g di farina 00
200 g di zucchero
130 g di sciroppo delle pesche
130 g di olio di semi
3 uova
1 limone (la scorza grattugiata)
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
pesche sciroppate


Preparazione
Scaldate il forno a 180°. Sbattete le uova con lo zucchero e il pizzico di sale fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungete la scorza del limone e l'olio, continuando a sbattere. Versate anche lo sciroppo delle pesche e infine la farina e il lievito setacciti.
Imburrate  e infarinate lo stampo, versate il composto, infornate e cuocete per circa 30 minuti. Fate la prova stecchino.


Note
Nella torta all'acqua di solito metto 250 g di zucchero; in questo caso ho diminuito la quantità per compensare lo zucchero presente nello sciroppo. 

Buona giornata a tutti! A presto!




venerdì 19 giugno 2015

Pomodori ripieni di farro alla provola


Ebbene si, festeggiamo il compleanno del blog, non con una torta...come sarebbe ovvio....ma con una bella padella di pomodori al forno ripieni di farro! :)
Vi dirò che, soprattutto  in questo periodo, preferisco di gran lunga gli ortaggi anche alla più golosa delle torte. 
E comunque sono quattro gli anni di Paneburroealici. Non male, vero?
Ultimamente mi assento spesso, ma un posticino speciale nei miei pensieri per il mio blog e per le persone che mi seguono c'è sempre!
E allora più che gli auguri qui sono doverosi i ringraziamenti, alle persone che ci sono sempre e che in mia assenza mi contattano e a quelle che mi seguono in silenzio!
Grazie!


Passando alla ricetta....comincio col dirvi che io vado pazza per i pomodori al forno, che siano ripieni o semplicemente affettati e conditi, non potrei mai rinunciarvi! Anche quando le temperature sono tali che qualunque persona "normale" eviterebbe di accendere il forno...io ho sempre una teglia da infornare! Per me i pomodori ripieni di riso con le patate, per esempio, sono un simbolo dell'estate.
Dal riso ad altri cereali poi il passo è breve: io avevo in casa da qualche settimana una confezione di farro spezzato di Montereale  che aspettava solo di incontrare i pomodori giusti.
Inizialmente al ripieno volevo aggiungere i peperoni, poi le olive...alla fine ho optato per la provola, tenete comunque presenti tutte le possibilili varianti.


Pomodori ripieni di farro alla provola

Ingredienti per 4 persone
8 pomodori maturi  ramati
8 cucchiai rasi di farro spezzato
100 g di provola dolce
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 spicchio d'aglio1 fetta di cipolla
aromi freschi (basilico, timo, origano....)
olio d'oliva
sale
una puntina di zucchero
 

Preparazione
Sbollentate per 1 minuto il farro, scolatelo e lo lasciatelo raffreddare, Tagliate la calotta superiore ai pomodori, svuotateli e passate la polpa al passaverdure. Mettete la passata ottenuta in una padella con gli aromi, l'aglio e la cipolla, l'olio, il sale e una puntina di zucchero. Fate insaporire il tutto per pochi minuti senza far ritirare troppo il liquido. Amalgamate alla salsa ottenuta, fredda, il farro, il parmigiano e la provola a cubetti piccoli. Aggiustate di sale, salate leggermente anche l'interno dei pomodori e farcite. Rimettete il coperchio e disponeteli in una teglia unta di olio. Salate e condite la superficie dei pomodori ed infornate a 200° per circa 40 minuti. Servite subito.

Note
Ricordavo di aver visto da Laura il farro spezzato (proprio quello di Montereale...del resto io e Laura siamo abruzzesi! :) utilizzato come farcitura dei pomodori, però per la ricetta mi sono regolata come faccio di solito per i pomodori ripieni di riso.
Il farro ho preferito comunque sbollentarlo per un minuto essendo più compatto del riso. Se il vostro farro non è del tipo spezzato tenetolo in ebollizione per qualche minuto in più.


martedì 26 maggio 2015

Briochine con cioccolato bianco e cannella


Sorseggiando il mio caffè mentre scrivo il post mi sembra di sentire ancora il profumo e il sapore di queste deliziose briochine che ho prepararto qualche settimana fa!
Se vi piace il cioccolato bianco vi consiglio di provarle, perchè con la vaniglia che aromatizza l'impasto e la cannella che lo accompagna nel ripieno crea un insieme buonissimo.
L'impasto poi è molto soffice e leggero e per una volta posso dire che la foto della briochina tagliata le rende giustizia, almeno credo.
Prima di passare alla ricetta nel dettaglio vorrei raccontarvi  di uno dei miei ultimi impegni, la collaborazione con la Casa Editrice Lotus Publishnig iniziata proprio in questi mesi. 
Ho sempre ammirato le loro bellissime riviste di arredamento "country chic", ne custodisco una notevole collezione! Potete immaginare quindi che soddisfazione questa collaborazione nel settore cucina. In edicola è già possibile acquistare Cucina Semplice di giugno, il primo numero con le mie ricette.
Questa è una delle novità a cui alludevo nel precedente post.
E ora....ricetta!


Brioches con cioccolato bianco e cannella

Ingredienti
per la brioche e la farcitura
150 g di farina 0
150 g di farina Manitoba
100 ml di latte
50 ml di acqua
40 g di lievito madre
50 g di zucchero
50 g di burro
1 uova
1/2 bacca di vaniglia (i semi)
80 g di cioccolato bianco
cannella
per la crema al burro
40 g di burro
2 cucchiai di zucchero semolato
per rifinire la superficie
1 chiara d'uovo
1 cucchiaio di latte 

Preparazione
Prepariamo il lievitino sciogliendo il lievito in 50 g di acqua tiepida con un cucchiaio di zucchero e 60 g di farina (presa dal totale). Lasciamo riposare fino al raddoppio e impastiamo con la farina restante e tutti gli altri ingredienti, altrernandoli e aggiungendo il burro a fiocchetti solo alla fine. Lavoriamo bene fino a rendere l'impasto "legato" e lo riponiamo in luogo tiepido  a lievitare fino al raddoppio.
Nel frattempo prepariamo la crema al burro lavorando con le fruste il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema.
Riprendiamo l'impasto e lo stendiamo in un rettangolo sottile. Spalmiamo la crema al burro, cospariamo abbondantemente con la cannella e farciamo infine col cioccolato in scaglie tagliato al coltello. Arrotoliamo il rettangolo su sè stesso e otterremo un rotolo che andremo a tagliare in 12 gielle. Imburriamo e infariniamo gli incavi di uno stampo da miffins e pozizioniamo all'interno le girelline. Lasciamo lievitare ancora per un'oretta, spennelliamo con la miscela di latte e chiara d'uovo e inforniamo a 180° per circa 45 minuti. 
 
Note
- Per chi non avesse il lievito madre si possono utilizzare 2 g di lievito di birra secco e procedere allo stesso modo.
- Il giorno dopo intiepidite per qualche minuto le brioches nel forno prima di mangiarle, per farle tornare morbide e fragranti.

giovedì 21 maggio 2015

Focaccia con i peperoni


Eccomi finalmente qui! Sempre più di rado, ma ci sono!
In questo periodo non ho molto tempo da dedicare al blog purtroppo! 
In compenso ci sono tante belle novità a cui sto lavorando e mi danno grande soddisfazione.
Ve ne parlerò presto...intanto pensiamo alla ricetta di oggi, una ricca focaccia.
La base è il classico impasto molto morbido che si fatica a gestire e ci si deve aiutare con farina e forchetta. Poi però sicuramente la spuntiamo noi eh!...perchè se riusciamo a piegarlo su sè stesso anche solo un paio di volte e alla meno peggio,  avremo davvero un bel risultato!
La ricetta la trovate già qui.
Io preparo questa focaccia sia con il lievito madre appena rinfrescato che con il lievito rinfrescato da qualche giorno. Se non avete il lievito madre utilizzate il lievito di birra, 3-4 g di quello fresco basteranno.
Poi l'ho condita con i peperoni: sono i primi che compro quest'anno e probabilmente mi trovo in anticipo sulla stagione, ma mi ero stancata di aspettare :)
Vi auguro una buona giornata e spero di ritrovarvi presto presto!


Focaccia con i peperoni

Ingredienti per una teglia di cm 22x28
150 g di semola di grano duro
150 g di farina  Manitoba
100 g di lievito madre
220 g di acqua tiepida
1 cucchiaio di olio d'oliva
1 cucchiaino di miele
8 g di sale

per condire la superficie
1 peperone rosso
1/2 peperone giallo
olive nere
basilico
olio d'oliva
sale


Preparazione
In una ciotola setacciate le due farine e al centro raccogliete il lievito sciolto con il miele in parte dell'acqua. Iniziate a mescolare con una forchetta e aiutandovi con le mani ripiegate i lembi esterni verso l'interno. Unite olio e tanta acqua quanta ne occorre per ottenere un impasto appiccicoso. Anche 240 g eventualmente! Aggiungete il sale e lasciate lievitare l'impasto fino al raddoppio, eventualmente in frigo per tutta la notte.
A lievitazione avvenuta ungete una teglia e disponete al suo interno l'impasto. Spolverizzate di farina abbondante in modo da poterlo lavorare e stendere nella teglia. Lasciate riposare ancora 1 o 2 ore e a questo punto farcite con le olive nere e i peperoni che avrete preparato in precedenza nel modo seguente: scaldate una padella con uno spicchio d'aglio e l'olio; unite i peperoni tagliati a listarelle e il basilico, fateli insaporire e salate. Lasciateli molto al dente e fateli raffreddare.
Dopo aver disposto i peperoni sulla focaccia spruzzate con poca acqua e infornate a 200° fino a doratura.

mercoledì 13 maggio 2015

Il mio pesto di finocchietto selvatico per Taste Abruzzo


Passeggiango tra le campagne abruzzesi in primavera, tra gli ulivi in particolare, non è raro imbattersi in piccoli cespugli di finocchietto selvatico!
E' da qualche anno che ho preso l'abitudine di raccoglierlo per aromatizzare carne, pesce e focacce.
Ma la vera scoperta l'ho fatta quest'anno, quando ho deciso di preparare un pesto che è risultato delicato e delizioso.


Se avete la possibilità di trovare dalle vostre parti questa erbetta aromatica dovete provare assolutamente a farci il pesto! Poi ci condite la pasta, le bruschette o quello che volete voi!


venerdì 8 maggio 2015

Torta farcita ... "old-fashioned"


Voglia di cose classiche e anche un po' vintage.....
Non si festeggiava nessuna ricorrenza la scorsa settimana a casa mia, però ho voluto prepare questo dolce che per noi non è "una torta" bensì "la torta", realizzata cioè con pan di Spagna, crema pasticcera semplice e al cioccolato e bagna all'alchermes.

Una torta decisamente fuori dalle mode del momento! 
Negli ultimi anni ci siamo lasciati conquistare dai dolci stranieri ed in particolare dalle scenografiche torte anglo-americane....che devo dire anche io apprezzo molto.... ma ogni tanto un tuffo nelle nostre vecchie tradizioni è quanto di più goloso ci sia!

Vi auguro di trascorrere un buon fine settimana! 
...Magari se avete tempo (e voglia!) potete preparare questa torta :)


Pan di Spagna

Ingredienti
5 uova
150 g di farina 00
150 g di zucchero
la scorza grattugiata di 1/2 limone
Preparazione
Sbattete bene le uova con lo zucchero, per almeno 20 minuti, cioè fino a quando il composto sarà spumoso e sodo.
Aggiungete il limone e poi la farina setacciata, poca per volta, mescolando dal basso  verso l'alto per non smontare il composto.
Trasferite in uno stampo imburrato e infarinato da 22 cm di diametro. Infornate a 170° er circa 30 minuti. A cottura avvenuta spegnete il forno e lasciate il pan di spagna dentro con lo sportello aperto per 5 minuti prima di sfornare per evitare il cambiop brusco di temperatura che potrebbe farlo abbassare. Lasciate raffreddare bene prima di dividere in 3 dischi.


Crema pasticcera semplice e al cioccolato

Ingredienti
6 tuorli
6 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di maizena
750 ml di latte
40 g di cioccolato fondente
una scorzetta di limone
Preparazione
Sbattete i tuorli con lo zucchero, poi aggiungete la maizena e il latte gradualmete. Unite il limone e portate sul fuoco, mescolando continuamente fino a che la crema sarà densa. Una volta pronta dividete la crema in due, una parte la mettete in una ciotola e la coprite con la pellicola per alimenti a contatto con la superficie per evitare la formazione della crosticina, l'altra metà la rimettete per un minuto sulla fiamma e vi fate sciogliere il cioccolato ridotto in scaglie. Trasferite anche la crema al cioccolato in una ciotola e poi procedete con la pellicola come per l'altra.


Bagna all'alchermes

Ingredienti
40 g di alchermes
1 cucchiaio di zucchero
1 tazza da latte di acqua
una scorzetta di limone
Preparazione
Mettete a bollire l'acqua con lo zucchero e il limone, quando lo zucchero sarà sciolto e la consistenza risulterà sciropposa togliete dal fuoco, fate raffreddare e unite l'alchermes

Decorazione
Dopo aver inumidito con la bagna e farcito gli strati della torta con le due creme, ho decorato l'estreno con 200 ml di panna fresca montata, 1 cestino di fragole e 20 g di cioccolato fondente fuso.


giovedì 7 maggio 2015

Il pane azzimo


Oggi vi propongo una ricetta talmente sfiziosa, talmente semplice....che non potete non provarla!
Oggi non avete proprio scuse! :)
La possono fare tutti, anche i più inesperti di panificazione, perchè il pane azzimo (o azimo), senza lievito, è fatto con soli 3 ingredienti: acqua, farina e sale. 
Con un minimo tempo di riposo e senza lavorazioni particolari, non può non venire bene!
Se riuscite a stenderlo molto sottile sarà croccante e leggerissimo.
L'idea (e la ricetta) arriva dritta dritta dal blog di Luisa, bravissima blogger e nutrizionista. Qui la ricetta originale.
Il pane azzimo lo conoscevo ma non in questa versione così sottile. 
Quindi grazie Luisa per la ricetta perchè, come sai, da quando l'ho sperimentata la faccio molto spesso!
Io ho utilizzato una normale farina 0, ma potete provare con la farina di qualsiasi cereale. Potete anche aromatizzare l'impasto con le spezie che preferite.
E' buonissimo col prosciutto crudo e lo stracchino!!! Provate!


Pane azzimo

Ingredienti
300 g di farina 0
180 g di acqua
1 pizzico di sale

Preparazione
mescolate in una ciotola i 3 ingredienti ed impastateli fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Lasciate l'impasto a riposo per 3 minuti coperto da un canovaccio. Trascorso il tempo dividete il panetto in tante palline dello stesso peso, stendetele molto sottilmente col matterello e cominciate a scaldare una ampia padella inaderente a fiamma alta.
Cuocete il pane per pochi minuti per lato con coperchio, controllandolo per non farlo bruciare.


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...