giovedì 11 dicembre 2014

Una torta per un Bianco Natale


Buongiorno carissimi amici che mi seguite!
Oggi vi propongo una torta per veri golosi, che tra zucchero e grassi certamente non si risparmia. 
Ma è Natale e le nostre tavole esigono solo cose belle e buone: avremo tempo dopo per  considerazioni di altro tipo!  Dopo tutto si sa che le diete rientrano sempre tra i buoni propositi dell'anno nuovo e non di fine anno! :)

Pensavo inizialmente di fare una crostata meringata classica, di quelle che si farciscono con la meringa cruda e poi si passano in forno. Ma volevo che l'idea finale fosse di una maggiore leggerezza e quindi le meringhette le ho cotte a parte perchè fossero belle croccantine e le ho utilizzate, sia intere che sbriciolate, per decorare il dolce insieme ad una cascata di zucchero a velo.

Però, nonostante le zucchero e le meringhe, vi assicuro che la torta non è stucchevole perchè la frolla con le mandorle e la crema di mascarpone al Marsala riequilibrano il tutto.

Insomma, avete capito bene??? Frolla alle mandorle, crema di mascarpone al Marsala e decorazione di meringhette: una vera bontà!


Torta con frolla alle mandorle, crema di mascarpone al Marsala e meringhette

Ingredienti

per la frolla
230 g di farina 00
125 g di zucchero
50 g di mandorle ridotte in farina
50 g di burro
1 uovo + 1 tuorlo
2 cucchiai di latte
1 punta di cucchiaino di lievito

per la crema
4 tuorli
4 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di maizena
300 ml di latte
200 g di mascarpone
2 bicchierini piccoli di marsala

per le meringhette
100 g di albumi a temperatura ambiente
200 g di zucchero
1 cucchiaino di succo di limone

inoltre zucchero a velo per rifinire


Procedimento
Assembliamo velocemente tutti gli ingredienti della frolla e formiamo una palla; a seconda della grandezza delle uova potrebbe essere necessario aggiungere poca farina, come sempre negli impasti. Avvolgiamo la frolla nella pellicola e la riponiamo in frigo per 30 minuti. Nel frattempo  prepariamo la crema: in un pentolino montiamo i tuorli con lo zucchero, uniamo la maizena e il latte a filo. Trasferiamo sul fornello e mescolando in continuazione lasciamo addensare la crema. Versiamo in una ciotola e lasciamo intiepidire la crema coperta da pellicola a contatto con la superficie. Infine uniamo anche il mascarpone e il marsala e amalgamiamo il tutto. Versiamo il marsala gradualmente e assaggiamo anche per verificare il gusto.
Stendiamo la frolla e la trasferiamo in una teglia, bucherelliamo la superficie con una forchetta e distribuiamo la crema. Inforniamo a 180° per circa 30 minuti o fino a che la frolla risulterà dorata.

Prepariamo le meringhette: iniziamo a montare gli albumi e quando cominciano a diventare bianchi e a prendere consistenza aggiungiamo gradualmente lo zucchero, a cucchiaiate, e anche il limone. Dobbiamo ottenere una spuma ben soda, che non cada anche se rovesciamo la ciotola. Con un cucchiaino o con la sac à poche formiamo le meringhe e le mettiamo in forno aperto a fessura per almeno 3 ore a 90°. 
Decoriamo la nostra torta con meringhe sia intere che sbriciolate e con zucchero a velo.


Note
La torta il giorno dopo era ancora più buona, quindi può essere preparata in anticipo.


42 commenti :

  1. Troppo, troppo buona Emanuela...e una meraviglia per gli occhi!!! Quanto vorrei affondare in quelle meringhe e in quella crema e...Ti abbraccio carissima, Mary

    RispondiElimina
  2. deliziosa e chi se ne frega delle calorie!!!

    RispondiElimina
  3. sempre brava.
    la tortiera è da 20 ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :)
      La tortiera è da 22 cm di diametro!
      ciao

      Elimina
  4. Mmmm...che bontà!!Nei dolci non amo gli alcolici, a parte il marsala che adoro!!! :)

    RispondiElimina
  5. OH mamma mia questa torta è fantastica la segno!!!! ciaooo

    RispondiElimina
  6. Fantastica ... come del resto tutto ciò che fai!!!

    RispondiElimina
  7. Elegante, festosa... e buona, terribilmente buona!
    La adoro già <3 la devo assolutamente provare!
    Baci giganti manine fatate...

    RispondiElimina
  8. Che buona con le meringhe, è bellissima

    RispondiElimina
  9. Favolosa da mordere subito preso nota,. Buon pomeriggio

    RispondiElimina
  10. Ho capito si che ho capito.Questa crostata deve essere una favola, alla faccia delle calorie. Quando ci vuole ci vuole :-)

    RispondiElimina
  11. Proprio originale, la segno per dopo natale ;)

    RispondiElimina
  12. Io sono in un periodo che amo le cose golose e questa torta e' davvero golosa!!! credo che le meringhe cotte prima diano davvero quel tocco in piu'!!!
    un bacio

    RispondiElimina
  13. Ricca e candida, questa crostata è una goduria!!!
    Mi piace molto il ripieno con crema al mascarpone e marsala, che riequilibra la dolcezza.
    bella bella. Grazie di questa nuova bontà

    RispondiElimina
  14. Stupendo questo dolce...io poi adoro il bianco... sei così brava! Chissà che buon sapore ha! Un bacio

    RispondiElimina
  15. L'adoro già. (L'accompagnerò a un bicchiere di acqua di Lourdes :D :D :D )

    RispondiElimina
  16. Che eleganza questa torta,portarla in tavola per le feste sarebbe davvero una chicca fantastica,adoro il bianco è un colore puro!
    complimenti per le foto mi piacciono tanto!
    Z&C

    RispondiElimina
  17. Ma...ma ...sei impazzita??!! Tre cose buone messe insieme cosa producono? Oh mamma, deve essere buonissima. Ma senti...se uno le meringhette le compra al forno di fiducia che le fa buonissime non è peccato vero? Perché le meringhe sono un po' il mio incubo, non le ho mai fatte per paura di non riuscire senza robot da cucina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che le puoi comprare, ma farle è facile facile, credimi! <3

      Elimina
  18. Che meraviglia, Emanuela! L'insieme dev'essere delizioso, ma mi attira soprattutto la crema al mascarpone...so già che durante la preparazione affonderei il cucchiaio più e più volte!

    RispondiElimina
  19. Ci credi se ti dico che sto sbavando??? Divina!!!

    RispondiElimina
  20. sarà pure bella ricca.. ma infondo è natale... come si puà dire no a una meraviglia così?? golosa è dire poco.. una vera bontà!!:)

    RispondiElimina
  21. Che spettacolo questa torta, una frolla semplice per una crema aromatica e sopra meringa al limone...proprio un ottimo trio!

    RispondiElimina
  22. Ragazze, grazie per i vostri commenti! Vi abbraccio tutte!!!

    RispondiElimina
  23. Le calorie non mancano ma vuoi mettere la bontà che ci sta al primo assaggio? Deve essere una vera libidine.

    RispondiElimina
  24. Un vero spettacolo questa crostata,bella è buonissima!

    RispondiElimina
  25. Esteticamente deliziosa, e non oso immaginare quanto sia golosa, ha un aspetto davvero godurioso, bravissima Emanuela!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  26. wow che meraviglia!!! è spettacolare veramente... baci

    RispondiElimina
  27. mamma mia che spettacolo, una vera bontà, tutto direi frolla crema, mamma che voglia, complimenti!

    RispondiElimina
  28. Manuela, ho visto la foto su fb e sono subito corsa qui a gustarmi la ricetta! Brava!
    V

    RispondiElimina
  29. Carinaaaaaa mi piace molto questo effetto meringhette che sembra neve! tra l'altro deve essere una torta super goduriosa, con tutta quella crema aromatizzata al marsala!!! wooow

    RispondiElimina
  30. Una torta così bella che viene quasi soggezione a mangiarla. Quasi...
    :-)

    RispondiElimina
  31. ciao ho provato a fare la torta ma ho avuto i seguenti inconvenienti: i liquidi sono troppi rispetto alle polveri. Ho lasciato la torta in forno per più di 45° minuti ma il ripieno è rimasto liquido (sigh...)
    Secondo te dove ho sbagliato? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero strano, perchè non è che ci siano grandi quantità di liquidi in questa torta! la crema risulta abbastanza compatta....non è che hai messo troppo marsala? I miei bicchierini da liquore sono piccolini e la crema resta appunto...cremosa. Le uniche cose possibili sono che hai messo troppo marsala o poca maizena, perchè il quantitativo di latte è ridotto veramente al minimo. Io ho fatto questa crema anche ieri sostituendo il marsala con il caffè, la posterò nei prossimi giorni ed era assolutamente non liquida....quindi mi dispiace ma non saprei che dire! :(

      Elimina
    2. mi viene in mente che probabilmente la crema si era smontata già prima dell'aggiunta del mascarpone....

      Elimina
  32. ...l'hai fatta cuocere poco per caso, non dando alla maizena il tempo di addensare la crema? oppure l'hai mescolata dopo la cottura per farla raffreddare prima? in questi casi la crema può smontarsi e diventare liquida...

    RispondiElimina
  33. eccomi. La crema pasticcera era addensata e molto soda. Ho aggiunto il mascarpone e il marsala (meno liquore della dose da te indicata) e la consistenza era più morbida ovviamente ma ancora densa. Dopo 45 minuti la crema 'traballava' ancora, l'ho tirata fuori per non fare bruciare la frolla e l'ho messa a raffreddare sul balcone (5 gradi :-)). Adesso è in frigorifero e vediamo domani che consistenza avrà. Per la frolla probabilmente ho usato burro a temperatura ambiente (di solito lo uso freddo) e la prossima volta proverò a non aggiungere latte. Ma la frolla l'hai tirata con il matterello o l'hai stesa direttamente nella teglia con le mani (io ho dovuto scegliere obbligatoriamente qs seconda opzione)?

    RispondiElimina
  34. Secondo me la crema ha perso consistenza perchè si è smontata. Probabilmente non si è cotta abbastanza! Altrimenti, se è consistente e il mascarpone lo è altrettanto, non sarebbe un po' di marsala a renderla liquida!
    Per quanto riguarda la frolla hai fatto bene a stenderla con le mani, sarà più morbida e lega meglio con la crema.

    RispondiElimina
  35. purtroppo il risultato è stato un disastro! :-(
    La crema sapeva troppo di marsala (anche se sono stata più scarsa rispetto alle dosi da te indicate) e ancora liquida. La pasta frolla cotta bene sui bordi ma cruda sul fondo (ma ho bruciato io l'impasto quando l'ho lavorato). La crema pasticcera prima di aggiungerla al mascarpone era perfetta.
    Mediterò su quanto ho fatto ;-)
    Grazie per le risposte

    RispondiElimina
  36. Ribadisco che il problema con la crema pasticcera, apparentemente soda ma che poi perde consistenza e si liquefà, si presenta quando non viene cotta abbastanza. Il mascarpone è sodo e non riesce a renderla liquida se non per il fatto che la crema si smonta. Per quanto riguarda il marsala....in una crema senza consistenza si percepisce di più sicuramente, ciò non toglie che l'uso degli alcolici e la quantità dipende anche da quanto siamo sensibili a quel gusto. Ma va valutato in una crema ben riuscita. ciao roberta, grazie a te!

    RispondiElimina