martedì 26 gennaio 2016

Zuppa inglese


Mio padre ha sempre amato i dolci al cucchiaio e la crema pasticcera.
Ora che Lui non c'è più... Lo ricorderò sempre!
Anche attraverso l'amore che nutriva per la buona tavola.

Zuppa Inglese

Ingredienti per 4 persone
500 ml di latte
4 tuorli
4 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di maizena
50 g di cioccolato fondente
12 savoiardi grandi (del tipo fatto in casa)
una scorzetta di limone
inoltre per la bagna
1 bicchierino di alchermes
1 cucchiaio di zucchero
1 tazza da tè di acqua calda

Preparazione
In una casseruola sbattete i tuorli con lo zucchero, aggiungete la maizena e mescolate. Versate gradualmente il latte e mescolate ancora. Unite la scorzetta di limone e trasferite sul fornello: mescolate a fiamma bassa fino a che la crema risulterà densa. A questo punto trasferite metà della crema in una ciotola e coprite con la pellicola per alimenti a contatto con la superficie; nella casseruola contenente la crema rimanente fate sciogliere il cioccolato fondente distribuendolo uniformemente. Versate la crema al cioccolato in un contenitore e coprite anche questa con la pellicola a contatto per evitare la formazione della crosticina superficiale.
Mentre le due creme intiepidiscono preparate la bagna: scaldate l'acqua, scioglietevi lo zucchero e amalgamate all'alchermes. Fate raffreddare.
Prendete 4 bicchieri e distribuite all'interno le due creme, i savoiardi spezzati e intinti velocemente nella bagna, cercando di alternare i colori. Completate con scaglie di cioccolato fondente e conservate in frigo.




27 commenti :

  1. in effetti la zuppa inglese anche a me riporta a tempi lontani, quando di dolci non c'era tutta questa scelta e ricordo che mia nonna la faceva, non ricordo però come. Anche qui a Lucca la fanno con l'alchermes... e quant'è che voglio provarla, e servita nei bicchierini monoporzione è troppo carina.
    complimenti anche per la presentazione, che non è facile per un dessert così e un abbraccio , bellissimo il ricordo di tuo babbo

    RispondiElimina
  2. bellissima in versione monoporzione...colori favolosi

    RispondiElimina
  3. dolce buonissimo che non faccio da secoli! la tua versione mignon è bellissima!

    RispondiElimina
  4. Bentornata Manu, lo sai, ti aspettavo.
    E' bello rileggerti, è bella la tua zuppa inglese, sarà tanto felice il tuo papà da lassù, delle tue parole, del tuo pensiero per lui.
    Un abbraccio con tutto il mio affetto, carissima,

    Patty

    RispondiElimina
  5. ahhh che buona, un grande classico delle mie parti. La penso come tuo padre, secondo me come fine pasto non c'è niente di meglio di un dolce al bicchiere. Mi piace moltissimo come hai composto il tutto, non i soliti strati uno sopra l'altro, bello l'effetto sul vetro

    RispondiElimina
  6. Emanuela tesoro, mi dispiace tantissimo per la tua perdita...ti sono vicina col pensiero e con il cuore. Sono sicura che il tuo papà ti guardi da lassù e che e' orgoglioso di te, della tua delicatezza ed educazione. La tua zuppa inglese è una meraviglia...Bacio grande, Mary <3

    RispondiElimina
  7. adoro i dolci al cucchiaio...ti abbraccio forte Lory

    RispondiElimina
  8. Ben ritrovata, Emanuela. Sono felice di rileggerti e di gustare le tue delizie. Un caro abbraccio,
    Maria Grazia

    RispondiElimina
  9. Che bello ritrovati .... Spero tutto bene. Ottima la zuppa inglese, sa di ricordi lontani. Ottima l'idea della monoporzione. Un bacio

    RispondiElimina
  10. Che eleganza, servita così... vengono esaltati i colori! E i ricordi a cui teniamo diventano ancora più dolci...
    Non venivo a salutarti da un po', quindi ti mando abbraccio doppio per recuperare il tempo! :-)

    RispondiElimina
  11. Che dolcissimo pensiero hai lasciato al tuo papà..goditi ogni cucchiaino come se potesse assaporarlo insieme a te.
    Un abbraccio e a presto <3

    RispondiElimina
  12. Cara Manu, ti ho pensata in questi mesi e ho sentito la mancanza delle tue ricette. E' bello ritrovarti, anche se leggo una notizia triste. Ti mando un abbraccio, lo so che è solo virtuale ma è sincero. Teniamo vicino al cuore le cose buone, come queste che prepari tu, che ci siano sempre di conforto anche nei momenti tristi. Un bacio grande, a presto!

    RispondiElimina
  13. Tesoro ti abbracciò forte forte,mi spiace tantissimo.Spesso ti ho pensata,ma credevo semplicemente in una pausa,ora so e nonostante sia felice di rileggerti,mi piange il cuore...Il tuo papa' e' seduto li',al solito posto e gusta la sua zuppa inglese e ti osserva orgoglioso.

    RispondiElimina
  14. un dolce pensiero per il tuo papà, mi dispiace, anche il mio è volato via e, nonostante siano passati già quasi 5 anni, mi manca sempre....Ti abbraccio

    RispondiElimina
  15. ...non ho mai assaggiato la zuppa inglese, dev'essere buonissima, dolce e profumata, come lo può essere solo il ricordo, ancora vividissimo, del primo grande uomo della tua vita!

    RispondiElimina
  16. Un classico spesso dimenticato.

    RispondiElimina
  17. Bellissima idea presentare la zuppa inglese nel bicchiere. Adoro i dolci al cucchiaio, proprio come il tuo papà, ancora di più quando sono presentati in coppette monoporzione. A volte mi dispiace quasi affondare il cucchiaio per non smontare la bellezza della composizione!
    Bravissima.

    RispondiElimina
  18. Manu, mi spiace tanto. È bello però ritrovarti. Un abbraccio fortissimo

    RispondiElimina
  19. Un bel pensiero per il tuo papà.
    E'un piacere rileggerti.
    Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
  20. mi son chiesta più volte dove fossi finita, ti abbraccio forte e mi gusto ogni cucchiaino con te!

    RispondiElimina
  21. Ti abbraccio carissima Emanuela <3

    RispondiElimina
  22. anche a me questo dolce ricorda l'infanzia
    un abbraccio

    RispondiElimina
  23. Emanuela, ti abbraccio forte, purtroppo so cosa si prova in questi momenti, un po' come perdere le basi più solide della nostra vita, ma si riparte dalle piccole cose per costruire il più grande e prezioso ricordo.

    RispondiElimina