mercoledì 20 novembre 2013

Il pane più pigro che c'è!


Possiamo chiamarlo in altri modi...pane senza impasto, pane cotto in pentola,....ma la sostanza non cambia: è il pane più sbrigativo da preparare che ci sia!
Lo conosciamo tutti perchè questa tecnica di realizzazione dei lievitati è ormai molto diffusa, sia per impasti dolci che per impasti neutri o salati. Io mi limito solo a proporvi la mia versione personalizzata dopo vari esperimenti, soprattutto nel corso delle ultime settimane.
Vi dirò che non avevo una gran voglia di mettere le mani in pasta, ma voglia di uscire al mattino per andare al supermercato a comprare il pane ancora meno!
Allora in certi casi l'unica soluzione è: 
1) pensarci la sera prima;
2) buttare in una grande ciotola, in modo più o meno casuale, farina, lievito e acqua, mescolando frettolosamente con una forchetta;
3) dimenticarsene fino al mattino dopo quando procederemo alla cottura in pentola, anche questa molto meno impegnativa rispetto alla cottura tradizionale del pane.
Ma la cosa veramente fantastica è che questo pane, secondo me, viene molto più buono se evitate di rinfrescare il lievito madre! Io di solito lo rinfresco ogni 7 giorni: anche se lo adoperate al settimo giorno, tanto per fare un esmpio, il pane verrà buono ugualmente, anzi, meglio! 
Viva la pigrizia!
Ricordo comunque che la ricetta originale del pane senza impasto cotto in pentola prevedeva l'utilizzo di 3 grammi di lievito di birra, quindi potete realizzarlo anche se non avete a disposizione il lievito madre.
Vi propongo la versione più semplice con farina 0, ma potete sostituirne una parte con la farina integrale di qualsiasi tipo, aumentando di 10/20 grammi il quantitativo sia di lievito madre che di acqua.
Se avete ancora qualche dubbio circa l'opportunità di prepararlo vi informo che la crosta di questa pagnotta è bella croccantina, mentre la mollica è leggera e morbida!


Pane senza impasto cotto in pentola con lievito non rinfrescato

Ingredienti
300 g di farina Manitoba
200 g di farina 0
370 ml di acqua tiepida
180 g di lievito madre non rinfrescato
1 cucchiaino di miele
12 g di sale

Procedimento
In una ciotola ampia sciogliamo il lievito con 20 ml di acqua presi dal totale. Aggiungiamo il miele, le farine e l'acqua restante. Mescoliamo con una forchetta fino ad assorbimento di tutta l'acqua da parte della farina. Uniamo il sale e mescoliamo ancora fino a rendere il tutto omogeneo, ma assolutamente senza impastare. Copriamo la ciotola e la lasciamo a riposo fino al mattino seguente. A questo punto riprendiamo il composto, lo rovesciamo su un canovaccio infarinato e facciamo 3 serie di pieghe a tre,  cioè sovrapponendo i lembi esterni, dopo aver schiacciato il composto, verso il centro, senza impastare. Copriamo col canovaccio e mettiamo a riposo con le pieghe verso il basso. Dopo circa un'ora e mezza accendiamo il forno alla massima temperatura con all'interno un tegame di coccio o ghisa o altro materiale (l'importante è che possa andare in forno e che abbia un coperchio...). Quando il forno e il tegame saranno ben caldi rovesciamo nel tegame l'impasto, aiutandoci con il canovaccio,  con le pieghe rivolte verso l'alto. Copriamo col coperchio e lasciamo cuocere fino a che otterremo un bel colore brunito (a me di solito occorre anche un'ora e mezza!). Negli ultimi minuti togliamo il coperchio per fare asciugare bene la pagnotta, e possiamo anche lasciare la pagnotta nel forno alcuni minuti senza tegame per farla colorire e asciugare in maniera omogenea.

Note
Nel frattempo la mia pentola di coccio ha fatto una pessima fine: l'avevo mal riposta su uno scaffale, in bilico su decine di altri oggetti, e ha pensato bene di scaraventarsi a terra, nel cuore della notte, facendoci prendere un colpo e riducendosi in tanti pezzi!

47 commenti :

  1. ma è troppo bello....pigro o meno...io segno tutto!!!
    bacione

    RispondiElimina
  2. ma ha un aspetto da ffavola!!! e' che mi manca la pentola x cucinarlo!!!!

    RispondiElimina
  3. Io non l'ho mai provato! Posso farlo anche con il lievito di birra?
    Un salutone Susy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy!
      ...si, con 3g di lievito di birra seguendo lo stesso procedimento!
      Buona giornata!

      Elimina
  4. Il pane cotto in pentola è una vera magia: io lo faccio quasi sempre così perché è l'unico sistema che mi garantisce una buona riuscita, distratta come sono. Non l'ho ancora provato nella pentola di coccio, ma sarà il prossimo esperimento.
    Confermo: la crosticina è favolosa: sottile e croccante, al contrario di quella del solito pane fatto in casa che tende ad essere pesante e un po' dura.
    Tanti baci carissima!

    RispondiElimina
  5. Grandissima sintonia...questo pane ormai sono due anni che lo faccio e lo rifaccio...ed è sempre sorprendente ! Ha un aspetto magnifico ! Ti abbraccio !

    RispondiElimina
  6. Tesoro come dicevo a Mary devo assolutamente provarlo, anche il tuo è fantatsico!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  7. Sinceramente non m'intendo di pane e tantomeno dei lievitati. Pane noi ne consumiamo pochissimo e siamo solo in due...alle volte un piccolissimo panino ed avanza anche...quindi sarebbe sprecato ma, ammiro chi lo fa e mi piacerebbe provarlo ma dovrei avitare accnto a te,
    Bravissima mi sembra di sentire l'odore. Buona giornata

    RispondiElimina
  8. davvero senza rinfresco? caspita! devo provarci per forza di cose!!!! sono pigrissima in qst giorni grigi sai? e anche io voglia zero di andare a comperare il pane quindi.... andiamo? andiamo! :-)

    RispondiElimina
  9. E' meraviglioso. Quella crosta fa "cronch" attraverso lo schermo :) Un bacione

    RispondiElimina
  10. Evviva! Un pane facile: è la ricetta per me, che non sono tanto esperta :)
    Sembradavvero gustoso, così croccantino!

    RispondiElimina
  11. wow. da provare! ultimamente sogno pasta madre di notte e di giorno e questa è una ricetta da provare! grazieeeeeeeeeeeee.
    GiuseB

    RispondiElimina
  12. Questo è il pane che fa per me. :)
    Mi copio la ricetta.

    RispondiElimina
  13. e' davvero una novita'!!!provero'!!! grazie!!! buona giornata!

    RispondiElimina
  14. Prima o poi dovrò decidermi ad "allevare" del lievito madre.. eh eh eh

    Il pane in pentola è bellissimo. Non lo conoscevo e non ha nulla da invidiare a quello del panettiere!
    :-)

    RispondiElimina
  15. E' una vera meraviglia il tuo pane e poi mi piace perché è anche semplice da fare, bellissimo!

    RispondiElimina
  16. E' stupendo...la crosta è magnifica e l'interno super alveolato...io non conoscevo questa tecnca ma evientemente è vincente!!!!!

    RispondiElimina
  17. Che peccato per la pentola, mi dispiace ed immagino che spavento... il pane però è meraviglioso, non vedo l'ora di provare la tua ricetta, grazie tesoro!!!
    Un abbraccio, buon pomeriggio!!!!

    RispondiElimina
  18. mi dispiace per la pentola ma questo pane è divino! mi segno la ricetta e lo provo!
    un abbraccio Linda

    RispondiElimina
  19. Ma...vuoi vedere che ho trovato il pane che fa per me?

    RispondiElimina
  20. E' vero, confermo! non mi è venuta una bella forma perchè la mia pentola non era rotonda, ma la sostanza era perfetta. Adesso poi ho trovato al forma giusta, quindi ...
    Claudette

    RispondiElimina
  21. Mi incuriosisce tantissimo questo procedimento e poi tu 6 una vera garanzia!
    Grazie
    la zia Consu

    RispondiElimina
  22. Questo pane sarà anche pigro, ma io sarei velocissima a mangiarlo!
    Conoscevo solo il pane arabo cotto in pentola...dovrò fare qualche esperimento con questo, visti i risultati eccezionali!!!
    Ti auguro una serena serata
    Bacioni
    Annalisa

    RispondiElimina
  23. ma questo pane è fantastico, però io che non ho il lievito madre come posso farlo? mi piace troppo e siccome io il pane me lo faccio in casa volevo provarlo.
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. dimenticavo.....non ho il coperchio come lo copro, va bene l'alluminio?

      Elimina
    2. Credo che l'alluminio possa andar bene...per quanto riguarda il lievito, ho specificato nel post alcuni dettagli per sostituirlo con quello di birra...forse occorrerà in questo caso un po' meno acqua di quella che ho utilizzato io!
      A presto e grazie!

      Elimina
    3. grazie, lo proverò e poi ti farò sapere :)

      Elimina
  24. Ciao Emanuela, che spettacolo..... meravigliosa la crosta e perfetta la mollica, questo pane è fantastico, sei proprio brava!!!
    Bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
  25. Manu ti è venuto benissimo!! Direi viva la pigrizia cavolino! Hai perfettamente ragione, anche io a volte sbatto tutto in ciotola e via. Io lo faccio per mancanza di tempo più che di voglia, purtroppo la voglia di imapstare non mi passa mai! Buona serata e un baciotto

    RispondiElimina
  26. bellissimo questo pane!!
    bravissima, quest'inverno mani in pasto anche io!!
    Mi hai fatto venire la voglia di impastare!
    Un abbraccio carissima .
    Buona serata.
    Inco

    RispondiElimina
  27. sarà pure pigro ma è favoloso!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  28. wow, io non lo conoscevo questo pane, che idea brillante ......ultimamente poi sono diventata pigrissima
    bacioni

    RispondiElimina
  29. Ho appena letto la ricetta di questo pane senza impasto da M4ry...vi siete sentite al telefono :-D? L'aspetto è mitico e mi incuriosisce la cottura. Magari mi cimenterò anche io...ma con due fuoriclasse la vedo difficile arrivare a questi risultati :-). Un bacino, tesoro!!

    RispondiElimina
  30. Bisogna che mi compri una ciotolona di coccio. Devo essere l'unica al mondo che non lo ha ancora provato perchè non ha una teglia da forno con coperchio. Ma la vista di questa crosta croccante mi ha proprio convinto.

    RispondiElimina
  31. Non ci posso credere! Il pane in pentola è un'assoluta novità! E poi che bello che è! Ma come fai a fare queste cose solo con acqua, farina e un pò di lievito? Magia! :-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  32. Oooo, ma mi dispiace per la pentola..e chissà che spavento!!
    Il pane lo devo provare da tanto, ma pensavo che la mollica rimanesse umida e non mi piace la mollica così, invece il tuo pane è asciutto e bellissimo!

    RispondiElimina
  33. Queso pane è un invito a sprofondarci dentro un morso!!!!!! Ma che meraviglia, bravissima!!!!

    RispondiElimina
  34. Adoro il pane, e questo pigro sembra proprio invitante!! :)

    RispondiElimina
  35. Mamma mia che pane!! E' bellissimo e forse fatto così potrei riuscirci anche io ( forse... ) Ho letto tra le tue risposte ai commenti che si può fare anche con il lievito di birra. Quasi quasi...
    Ciao cara, molto brava

    RispondiElimina
  36. Mai fatto, eppure sono una buona panificatrice, nel senso che faccio spesso il pane, però a vedere il tuo, mi è venuta voglia di provarlo subito, ha un aspetto fantastico. Un bacio

    RispondiElimina
  37. Il pane senza impasto è stupendo, l'ho fatto diverse volte anni fa, ma amo ancor di più la cottura! Sei troppo brava <3

    RispondiElimina
  38. un'alveolatura spettacolare!!!!!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  39. E io non l'ho ancora fatto!!!
    Essendo tendenzialmente una pigrona devo farlo, il tuo è favoloso, bravissima come sempre
    Baci

    RispondiElimina
  40. hahahahah sei forte Manu, mi sono piaciuti questi due punti:
    "2) buttare in una grande ciotola, in modo più o meno casuale, farina, lievito e acqua, mescolando frettolosamente con una forchetta;
    3) dimenticarsene fino al mattino dopo quando procederemo alla cottura in pentola, anche questa molto meno impegnativa rispetto alla cottura tradizionale del pane."
    Così viene anche più facile psicologicamente per ogni cuoca cucinare, sei mitica!
    Ti faccio sinceri complimenti per il pane perché è molto bello al esterno e molto soffice al interno ;) E' perfetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo bisogna farlo presto! Anzi prestissimo...

      Bacioni
      Silvia

      Elimina