lunedì 17 settembre 2012

Ciambella intrecciata di pane al pesto di olive


Durante l'estate il mio forno non ha mai smesso di funzionare, nonostante il caldo, nonostante tutto....
Ho sfornato dolci e pagnotte come neanche adesso che è molto più fresco sto facendo!
Del resto quando ti prende la frenesia di impastare non c'è caldo che tenga!
Allo stesso modo,  quando subentra la pigrizia, vincerla è una dura battaglia!
In questo periodo sto vivendo un po' di rendita con le foto archiviate nei mesi scorsi, perchè non è che ci sia tanta voglia di sperimentare piatti nuovi!
Ieri, tanto per intenderci, ho preparato la torta di mele: più classico di così!

Questo pane risale appunto ad una calda giornata di qualche settimana fa!
Mi sarebbe piaciuto mostrarvi più nitidamente i giri creati dal pesto all'interno della ciambella intrecciata, ma essendo arrivata ad ora di cena col pane ancora caldo, sono stata costretta a spezzarlo piuttosto che a tagliarlo col coltello per fare la foto, per non rompere la mollica.
Una volta freddo però ho potuto constatare che al taglio il pane era molto bello!


Ciambella intrecciata di pane al pesto di olive
Ingredienti

Per il Lievitino
100 g di farina 0
40 g di lievito di birra fresco
4 cucchiaini di zucchero
acqua tiepida q.b. (circa 50 g)

Per il pane
200 g di semola di grano duro
300 g di farina 0
400 g di farina Manitoba
acqua tiepida q.b.
4 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di sale

Per il pesto di olive
100 g di olive verdi denocciolate
1 mazzetto di basilico
1 spicchio d'aglio
1/2 bicchiere d'olio evo
50 g di Parmigiano grattugiato
30 g di pinoli

Procedimento
Iniaziamo preparando il lievitino: amalgamiamo in una ciotola la farina alla miscela ottenuta sciogliendo zucchero e livito nell'acqua tiepida. Copriamo la ciotola con la pellicola per alimenti e riponiamo a lievitare in luogo tiepido per circa 2 ore.
Trascorso il tempo setacciamo le farine sul piano da lavoro e al centro raccogliamo l'olio e il lievitino.
Iniziamo ad impastare, aggiungendo gradualmente dell'altra acqua tiepida. Dobbiamo ottenere un impasto morbido ma lavorabile. Uniamo anche il sale e lavoriamo ancora l'impasto, prima di riporlo nella ciotola per la seconda lievitazione (circa 1 ora e 1/2).
A questo punto prepariamo il pesto raccogliendo tutti gli ingredienti nel mortaio (o nel mixer) e lavorandoli fino ad ottenere un pesto omogeneo.
Riprendiamo la pasta lievitata, la stendiamo col matterello e la spalmiamo con il pesto. Arrotoliamo e tagliamo in verticale il nostro rotolo. Intrecciamo i 2 bracci che ne risultano, li congiungiamo fino a formare una ciambella che trasferiremo nell'apposito stampo, precedentemente imburrato e infarinato.
Lasciamo lievitare ancora per un'oretta il nostro pane e nel frattempo scaldiamo il forno a 240°.
Prima di infornare il pane,  spruzziamo dell'acqua sulle pareti del forno affinchè il pane risulti croccante.
Inforniamo e dopo circa 15 minuti abbassiamo il forno a 220° e dopo altri 15 minuti riduciamo ancora la temperatura fino a 200°.
Il pane deve risultare molto croccante fuori, occorreranno circa 50 minuti di cottura.
Nell'ultimo quarto d'ora io ho tolto lo stampo e lasciato cuocere meglio la parte inferiore del pane.
Prima di servire in tavola lasciamo raffreddare il pane su una gratella per dolci.

Note
 - In un'altra occasione ho rifatto lo stesso pesto e ci ho condito un piatto di linguine...buono!!!
 - So che alcune di voi sono curiose di scoprire perchè ho definito la pioggia dei giorni scorsi "provvidenziale"...ma, abbiate pazienza, spero di potervi svelare l'arcano molto presto!



65 commenti :

  1. mamma mia che voglia di rubartene un pezzetto.....

    RispondiElimina
  2. che bonta' e smebra di una sofficita' unica!

    RispondiElimina
  3. Non solo si vede che è molto bello ma appare soffice dentro e croccantino fuori. Sei stata bravissima :-) Bacioni

    RispondiElimina
  4. Questo pane sembra preparato dal miglior panettiere del mondo! A dir poco fantastico! Bravissima Emanuela (e stoica...con il forno acceso nel caldo torrido dell'estate!).

    RispondiElimina
  5. Nemmeno il mio forno ha mai smesso di funzionare ( con le proteste dell'intera famiglia), cucinare mi rilassa tanto e durante le sessioni d'esame non posso proprio smettere ^_^
    Complimenti per la ricetta ha proprio un aspetto fantastico :)
    Ila

    RispondiElimina
  6. Ciao tesorina!!! Anch'io ho mai abbandonato il forno, anzi, i lievitati in quelle giornate super calde venivano meravigliosamente bene!!!!
    Ma che bella questa ciambellona intrecciata!! Cosa c'è di meglio che un bel pezzo di pane preparato in casa con tanto amore!!!!!!
    Bravissimacome sempre!!!!
    Ti mando un bacione enormissimooooooooo!!!! Felice settimana!!!!!! :)

    RispondiElimina
  7. Ciao cara, ma che carina questa treccia!
    buona settimana

    RispondiElimina
  8. Anch'io sono sotto l'incantesimo del forno... Quando sono arrabbiata, poi, sbattere l'impasto del pane sul bancone di marmo è la cura migliore.
    (Se immagino una fetta del tuo pane al pesto di olive in compagnia di un pecorino toscano vado fuori di testa)

    RispondiElimina
  9. Anche io sono stata sempre con il forno acceso.. mi piace troppo cucinare!! Il pane poi è davvero una cosa di cui sono fissata insieme ai croissants!!
    buonissimo il tuo!!

    RispondiElimina
  10. delizia allo stato puro...baci,buon lunedi ^_^

    RispondiElimina
  11. Mamma mia che buona!! Ti invoglia proprio a prenderne un bel pezzettone!!

    RispondiElimina
  12. zaaac salvata! speciale... la devo proprio fare!

    RispondiElimina
  13. Ma che brava che sei: se io accendevo il forno, facevo la sauna quasi gratis...! Che delizia questo pane!

    RispondiElimina
  14. Il mio forno anche d'estate è attivo. In questo periodo ho meno tempo e lavora di meno.
    Questo "intreccio" fa venire l'acquolina in bocca.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  15. Bellissima!
    E aspettiamo di sapere il perchè della pioggia provvdenziale ;-)

    RispondiElimina
  16. I lievitati sono la mia passione.. e questa ciambella ne rappresenta tutto il gusto e la bellezza... complimenti ema... ps anch'io sfornato sempre con temperatura tropicali:D

    RispondiElimina
  17. Aspetterò la risposta allora........
    intanto complimenti cara Emanuela per questa ciambella che deve avere un profumo...che solo ad immaginarlo svengo!!!!!!!!!!!!!
    Ti abbraccio ragazza
    Buona settimana
    e per la pigrizia quando mi piacerebbe cadere tra le sue braccia...ahahahahah
    Un bacio

    RispondiElimina
  18. E' vero, quando ti prende la voglia di sperimentare bisogna assecondarla, ma quando la pigrizia ti prende...ti prende. Adesso sono nella fase pigra, e anche incasinata.
    Ma parlo parlo e il tuo pane sta finendo. Emanuela è semplicemente delizioso, credimi ho l'acquolina.
    L'idea del pesto è geniale e le foto sono molto belle. Brava!
    Un bacione

    RispondiElimina
  19. A dirti il vero ho apprezzato molto la foto con il pane spezzato anziché tagliato... E' quello che mi ha colpito al primo impatto. Dà proprio l'idea del pane di casa!! Bella ricetta, sei proprio brava!! La pigrizia colpisce tutti noi... e l'archivio che ci sta a fare??? Buona serata.

    RispondiElimina
  20. Ma sai che anche a me sta capitando la stessa cosa? Durante l'estate il forno a lavorato a più non posso, nonostante il caldo avevo sempre voglia di fare qualcosa. Adesso che si starebbe anche bene con il forno acceso non ho praticamente mai tempo (e neppure troppa voglia, lo confesso) mi mettermi a pasticciare.
    Questo pane è divino. E' troppo buono il pane fatto in casa!

    RispondiElimina
  21. Sembra di sentire il profumo di questo pane!
    Claudette

    RispondiElimina
  22. il pesto da un buon aroma al pane, complimenti perchè è fantastico quel pane

    RispondiElimina
  23. per questo pane farei pazzie!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  24. Pane, croce e delizia. Se è condito la tentazione vince su tutto...
    Bravissima.

    RispondiElimina
  25. Ciao tesoro!! Un bacione enormissimo!! Mi piacerebbe averti a pranzo!! :)
    Tanti tanti abbracci stretti stretti!!!!!!!

    RispondiElimina
  26. ecco, io invece ero in una casa SENZA FORNO da giugno, e non ti dico la frenesia che mi prendeva. Sembravo un drogato in crisi di astinenza!!!

    RispondiElimina
  27. Che bella questa ciambella! E il piacere comincia ancora prima dell'assaggio, quando dal forno si sprigiona l'inconfondibile profumo... e chissà che fragranza questo pane con le olive!

    RispondiElimina
  28. Eccomi di nuovo qui mia cara Emanuela, sempre pronta a scoprire quali piatti deliziosi prepari e a spiluccare le tue meravigliose idee, ti abbraccio forte, Fulvia.

    RispondiElimina
  29. Il tuo pane è davvero invitante, da mangiare a bocconi in ogni momento!
    credo tu abbia ragione: quel pesto di olive rende bene anche con la pasta!

    RispondiElimina
  30. che meraviglia ...deve essere strepitosa!

    RispondiElimina
  31. Que rico, creo que voy a llevarme un trocito para degustarlo, besos
    Sofía
    milideasmilproyectos.blogspot.com

    RispondiElimina
  32. Anche senza i ghirigori del pesto in evidenza questo pane attira come una calamita :) Anzi, così spezzato invoglia ancora di più ad allungare la mano. ma che c'è di più buono del pane caldo appena sfornato? Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  33. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  34. Nemmeno il mio forno ha mai smesso di funzionare! Anche perché col caldo non c'è da preoccuparsi per la lievitazione..."esplode" in men che non si dica :-) Molto invitante la ciambella e ancora più bella spezzata! Un abbraccio

    RispondiElimina
  35. Ancora una buona ricetta, ma non farti prendere dalla pigrizia, sforna, sforna. Buona continuazione di settimana.

    RispondiElimina
  36. Magnifica una ciambella gustosa e golosa ciao Luisa

    RispondiElimina
  37. La tua ciambella è bellissima e immagino anche altrettanto buona!! :-) Buona giornata cara!

    RispondiElimina
  38. Che meraviglia questo pane! Mi sembra di sentirne il profumo *-*

    RispondiElimina
  39. Cara Manu come ti capisco.. Io a volte ho mille idee e voglia di sperimentare mentre delle altre si batte la fiacca che di più non si può..
    Ma questo pane è stato un esperimento riuscitissimo, buonissimo, per la serie prenoterei una ciambella tutta per me..:)
    Bravissima Manu, un bacione!

    RispondiElimina
  40. Ma quanto è bella!!!
    Io non ci sarei mai riuscita..
    Non oso immaginare il profumo..
    Brava..
    A presto.
    Inco

    RispondiElimina
  41. Ciao Emanuela, un bel fine settimana a te, un bacio.

    RispondiElimina
  42. Buona Domenica anche a te cara Emanuela!!!!!
    Qui oggi si riposa e mentre i miei figli fanno casino accanto a me che cerco di salvare il computer dai loro giochi....ti mando un grande grandissimo bacio!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  43. Ciao tesoro!!!
    Felicissima domenica e un mondo di baci!!! :)

    RispondiElimina
  44. carissima emanuela,sono piacevolmente inciampata nel tuo blog e da oggi ti seguirò con molto piacere!sono golosa e amo cucinare..peccato che il tempo non sia mai abbastanza!dalle tue foto mi sembra di sentire un dolce profumo di pane..bravissima :)

    RispondiElimina
  45. Buona settimana cara Emanuela!!!!!!!!!!!
    Ogni tanto vengo solo a trovarti per un saluto....Spero vada bene

    RispondiElimina
  46. Una bella pagnottona fatta in casa.. bellissima Manu:) il pane fatto in casa è una cosa magnifica e di questo mi sembra di sentirne il profumo. Meglio che smetta di immaginarlo che mi torna fame:p
    Ti mando un bacio. A volte anche il cibo classico ci vuole. E' rassicurante;)

    RispondiElimina
  47. Buona settimana carissima Emanuela!!!!!
    Un bacio grande!!!!

    RispondiElimina
  48. Ciao! anche se sono ai primi tentativi con il pane non posso non provare subito questa ciambella.. chissà che profumo!

    Oggi è il mio 1° blog compleanno e per l'occasione ho creato un contest per festeggiare. Ti invito a vedere di cosa si tratta (www.grembiule-presine.com) e a partecipare se l'idea ti piace!! ovviamente anche un po' di passaparola è gradito!!

    grazie grazie.... ti aspetto eh! ^_^

    RispondiElimina
  49. questo pane è bellissimo...scalda il cuore anche a guardarlo!!! E mi immagino la bontà! :-)

    RispondiElimina
  50. Il tuo pane è sempre bellissimo e originale e naturalmente me lo segno e appena mi torna la voglia di panificare lo faccio.
    Bacioni

    RispondiElimina
  51. Ciao Emanuela, tutto bene? Un bacione.

    RispondiElimina
  52. Emanuela, come stai?...spero che la tua assenza dipenda da piacevoli novità!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  53. Un bacione cara Emanuela!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  54. Beata te mamma mia che morbida deve essere, ti è venuta una meraviglia!

    RispondiElimina
  55. Ciao! anche a noi paice molto fare il pane in casa e sicuramente di copieremo questa ricetta è troppo buona!!
    complimenti anche per il blog, davvero bello!
    Elisa e Laura

    RispondiElimina
  56. Ciao tesoro, ero in pensiero!!! :)
    Ti aspetto presto!!!
    Baci, baci e ancora baci!!!! :)
    Notte notte!!!!

    RispondiElimina
  57. Cara Emanuela, tutto bene? E' tanto che non posti e mi sono preoccupata.
    Un bacione forte forte, buona domenica

    RispondiElimina
  58. Ema cara..ultimamente io e te latitiamo parecchio, vero????però...passo a farti i miei complimenti per una ciambella strepitosa!!!(la voglio fare al piu presto).Ti mando un forte abbraccio

    RispondiElimina
  59. Bentornata dunque cara Emanuela
    Un grande abbraccio e buona settimana!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina