domenica 2 marzo 2014

"Abruzzo in tavola" con la Cassata sulmonese


Buongiorno a tutti!
Oggi, nonostante sia sabato, sono insolitamente presente sul blog perchè devo annunciarvi una novità, la nascita di una rubrica interamente dedicata alla cucina della mia regione, l'Abruzzo e che si chiama Abruzzo in tavola!
Dovete sapere che in Abruzzo si mangia decisamente bene! 
Il territorio è molto variegato: si passa nel giro di pochi chilometri dall'alta montagna, quella più aspra ed irta di tutto il centro-sud, al sole delle nostre spiagge, a tratti un po' selvagge a tratti più morbide e "gentili".  La cucina abruzzese è proprio l'espressione di questa grande varietà orografica!
Ma noi abruzzesi siamo piuttosto riservati per non dire timidi e spesso non raccontiamo tanto quanto dovremmo  della ricchezza del nostro territorio e della nostra cultura, anche enogastronomica!
Per questo non ho potuto che accettare con entusiasmo l'invito rivoltomi da Eva di partecipare con altre "colleghe" abruzzesi alla realizzazione di una rubrica che ci vedrà mensilmente coinvolte (ogni 1° del mese!) nella pubblicazione delle nostre ricette regionali.
Iniziamo raccontandovi dei dolci caratteristici delle nostre città!
Io ho scelto di pubblicare una ricetta che è tipica della città dei confetti, Sulmona, ma che oggi è forse poco nota e diffusa! Si tratta della Cassata Sulmonese, una torta a base di Pan di Spagna e riccamente farcita con crema al burro, torrone e croccante!


Cassata sulmonese
Ingredienti

1 Pan di Spagna (ricetta qui, ma lo aromatizziamo alla vaniglia invece che al limone)
ciliegie candite e granella di mandorle per decorare la torta

per la crema al burro
200 g di burro
6 tuorli
150 g di zucchero a velo

per la crema pasticcera
250 ml di latte
2 tuorli
1 cucchiaio di maizena
2 cucchiai di zucchero
una scorzetta di limone

per la bagna
1 cucchiaio di liquore Centerbe (amaro tipico abruzzese che potete sostituire con altro liquore alle erbe)
la scorza di 1/2 arancia
la scorza di mezzo limone
2 cucchiai di zucchero

inoltre per arricchire le creme
50 g di torrone morbido al cioccolato
50 g di croccante alle mandorle
50 g di cioccolato fondente
50 g di cacao amaro


Procedimento 
Prepariamo la bagna: mettiamo zucchero e scorze di agrumi in un pentolino con una tazza da latte di acqua, lasciamo sobbollire fino a che otterremo una consistenza sciropposa. Lasciamo raffreddare e uniamo il liquore.
Prepariamo la crema pasticcera: sbattiamo tuorli e zucchero, uniamo la maizena e infine il latte. Mettiamo anche la scorzetta di limone e trasferiamo sul fornello mescolando continuamente fino a che risulterà densa. Lasciamo raffreddare con la pellicola a contatto con la superficie della crema.
Prepariamo la crema al burro: facciamo fondere a bagnomaria il burro, uniamo lo zucchero e con una frustina a mano mescoliamo il tutto. Uniamo un tuorlo per volta e continuiamo a sbattere; la lasciamo sul bagnomaria fino a quando otterremo una crema densa e spumosa.
Mescoliamo le due creme e le lasciamo raffreddare completamente.
Tagliamo il pan di Spagna in 4 fette, dividiamo il composto di crema pasticcera e crema al burro in 4: una parte la lasciamo semplice, ad una parte aggiungiamo il cacao e ci servirà per la rifinitura esterna, ad una parte uniamo il croccante  tritato, all'ultima porzione di crema uniamo il torrone e il fondente tritati insieme.
Bagnamo col pennellino gli strati di pan di Spagna e farciamo con i composti ottenuti (ripeto, riservando quello al cacao per l'esterno).
Decoriamo la torta e la trasferiamo in frigo, aspettando che rassodi bene prima di servirla.

Variante: il cioccolato fondente lo uniamo tritato all'unica crema rimasta in purezza invece che in quella dove c'è il torrone.

https://www.facebook.com/pages/LAbruzzo-in-tavola/638404536207102

Vi saluto, ma prima vi raccomando di cliccare sul banner di Abruzzo in tavola per visualizzare la nostra fanpage e soprattutto vi consiglio di andare a scoprire quali dolci prelibatezze sono uscite dalle cucine dell mie care conterranee, di cui vi riporto di seguito i link:
Abruzzo in tavola torna il 1° di aprile!
Buon fine settimana!
   


46 commenti :

  1. ma questa cassata è stupenda...complimenti, sembra uscita da una pasticceria "abruzzese" complimenti!

    RispondiElimina
  2. Ottima presentazione, salvo la ricetta, e la provo al più presto :)

    RispondiElimina
  3. ma sai che non l'ho mai fatta? comunque complimenti è favolosa! veramente da provare, peccato che non posso usare il centerba! ci sono delle piante che mi danno fastidio! mannaia! però proverò magari con un liquore leggero...vediamo che ne esce

    RispondiElimina
  4. Bellissima l'idea di una rubrica dedicata a una regione in effetti poco conosciuta dal punto di vista gastronomico, e davvero favoloso l'inizio, questa cassata è super!! Un abbraccio! :)

    RispondiElimina
  5. Ciao Emanuela, che bella iniziativa!! Da buona abruzzese quale sono non posso che apprezzare questa rubrica interessantissima!! Il vostro gruppo è già prestabilito oppure siete aperte ad altre partecipazioni? Mi piacerebbe poter dare un contributo, se possibile. La tua cassata è semplicemente fantastica !!! Un bacio, Mary

    RispondiElimina
  6. Mia cara non la conoscevo sai?
    E' una torta meravigliosa e tu sei come sempre bravissima! Un bacio grande :*

    RispondiElimina
  7. Bella, mi piace la vostra nuova rubrica! Io sto facendo l'Italia e voi fare solo l'Abruzzo ;) Non so ancora quando arriverò all'abruzzo che ricetta farò, le sto scoprendo piano piano, con chi mi segue. Questa cassata però deve essere buonissima. La composizione e decorazione è da vera pasticcera!! Bravissima Manu, buon sabato anche a te.

    RispondiElimina
  8. pur abitando vicino Sulmona non conoscevo questa ricetta.La foto è uno spettacolo che invoglia a provare a farla, bravissima!!!! Tittina

    RispondiElimina
  9. E' una regione a cui sono molto legata per varie ragioni, sono contenta di questa bella iniziativa.
    Non conosco questo dolce, ma conosco bene il Centerbe. :)

    RispondiElimina
  10. Anch'io non sapevo che Sulmona avesse una sua cassata...la tua è uno spettacolo! bravissima :)

    RispondiElimina
  11. meravigliosa! non conoscevo questo dolce!

    RispondiElimina
  12. Wowwwww! Non posso essere che supercontenta di questa rubrica!!!!!!! infatti ne so qualcosa di cucina abruzzese, sono cresciuta con questo tipo di cucina ed e' nei miei ricordi e so benissimo che gli abruzzesi sono timidi e riservati, mia mamma e mia nonna sono cosi!proprio ieri ho postato la cicerchiata! Questo tuo dolce non lo conoscevo, ma devo dire divino! foto favolose! Ora vado a vedere i link delle altre ragazze! complimenti e Buona Domenica!!!

    RispondiElimina
  13. Ficou tão lindo.
    A fatia esta mesmo uma tentação,dificil comer apenas uma...
    bj

    RispondiElimina
  14. che bella iniziativa Emanuela, hai ragione in Abruzzo si mangia benissimo ! hai cominciato alla grande, questo dolce è golosissimo !Buona domenica, un abbraccio !

    RispondiElimina
  15. mi piacciono tanto le ricette della tradizione! e questa cassata di Sulmona è uno spettacolo!
    conosco benissimo la cucina abruzzese e l'adoro!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  16. E' favolosa...un pezzo anche a me..
    Mi segno subito, la preparerò in qualche occasione.
    Un bacio e buona domenica.
    Inco

    RispondiElimina
  17. Emanuela ti ho già fatto i complimenti sulla fanpage e ritorno a farteli anche qui , la tua cassata è davvero super!

    RispondiElimina
  18. Ciao, che delizia !
    Mi aggiungo ai tuoi lettori
    http://alelablogger.blogspot.com/

    RispondiElimina
  19. Muy deliciosa y bella es una tentaciòn irresistible,abrazos

    RispondiElimina
  20. Seguirò con affetto la rubrica Ema! la tua cassata è superlativa... dalle mie parti si prepara in maniera completamente diversa..grazie per averci regalato la ricetta:) un abbraccio grande:**

    RispondiElimina
  21. Bellissima la cassata e anche la rubrica che seguirò di sicuro con tanto piacere tesoro e questa torta è incantevole davvero!!Un bacione grandissimo,Imma

    RispondiElimina
  22. Che trionfo,bravissima!!!:-))
    Baci cara

    RispondiElimina
  23. Questa torta a quest'ora fa molto male.. mamma mia che meraviglia, un trionfo per gli occhi e per il gusto! Bella la rubrica:)
    :*

    RispondiElimina
  24. La propria terra va valorizzata ed esaltata a partire dalla cucina, dai piatti che hanno segnato la nostra vita e che anche altre persone giustamente devono conoscere... :-) Avete formato un bel gruppo, fioccheranno tante ricette interessanti!

    RispondiElimina
  25. stupenda!!!!! corro a vedere le alter, son tutte nuove x me!

    RispondiElimina
  26. E' una torta bellissima e molto invitante! Non la conoscevo, ma sono sicura che è davvero buona :D

    RispondiElimina
  27. Non ho mai mangiato questa meraviglia, devo assolutamente rimediare! ottima la cucina abruzzese e ottima idea quella di valorizzare la tua terra,mi piace la vostra rubrica!

    RispondiElimina
  28. confermo e sottiscrivo che in Abruzzo di mangia divinamente e questa meraviglia ne è una prova inconfutabile :)
    un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  29. questa ricetta mi è nuova ma a giudicare dall'aspetto deve essere paradisiaca... siamo abruzzesi eppure ci sono ricette che uno non si aspetta!

    RispondiElimina
  30. mas que lindo ficou e esse interior deve ser perfeito e delicioso.

    beijinhos

    RispondiElimina
  31. ottima idea! ogni regione ha le sue prelibatezze ed è giusto farle conoscere.idea molto intelligente e questa torta sublime

    RispondiElimina
  32. Questa torta è un capolavoro, bravissima tesoro!!
    La cucina abruzzese è davvero ricca di delizie, io fin da piccola impazzivo per il parrozzo :)
    Buon lunedì e un abbraccio

    RispondiElimina
  33. Caaaaaaaaaaaspita Manu!!! Iniziativa meravigliosissima!!!! Concordo su ogni parola che hai condiviso: in Abruzzo si mangia divinamente! Ed è un peccato che in pochi la conoscano come regione perché offre paesaggi suggestivi e paesi e poi l'ospitalità delle persone...insomma, è un luogo incantevole a 360°! Non conoscevo questa cassata, è veramente golosa!!! Io conosco la pizza dolce!!!
    un bacione e complimenti di tutto cuore

    RispondiElimina
  34. devo essere sincero conosco poco l'abruzzo e anche l'abruzzo gastronomico ma ho trovato questa cassata molto interessante e originale diversa da quello che ho visto fino a d adesso :-)

    RispondiElimina
  35. Un capolavoro Emanuela! Bravissima! :-)

    RispondiElimina
  36. So bene che in Abruzzo si mangia da dio. Ho un collega abruzzese e ogni tanto ci porta su le magnifiche creazioni di sua mamma...divine! ma non conoscevo questa torta...la fetta è spettacolare, deve essere davvero golosa

    RispondiElimina
  37. Emanuela questa cassata è un vero trionfo della tua bellissima terra!Ricordo di averla vista su una rivista molti anni fa,ne ricordo tutta la ricchezza e la voglia di provare!Ora tu me la proponi ed io non posso che riammirarla con la speranza di rifarla!
    Complimenti cara...anche per la tua belllezza ;)

    RispondiElimina
  38. Brava Emanuela, mi piace molto la tua idea per la nuova rubrica! Imparerò sicuramente molte nuove cose a partire da questa meravigliosa cassata!

    RispondiElimina
  39. non posso che inchinarmi di fronte ad una torta così....io pasticciona come sono, non saprei neppure da che parte iniziare a farla...
    Chapeau mia cara!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  40. Una bellissima iniziativa e una torta che non conoscevo che delizia già dalla vista, complimenti per la realizzazione perfetta.
    Buon Carnevale
    Enrica

    RispondiElimina
  41. Emanuela ma che bella la tua cassata!!!
    E che buona che deve essere!!!
    Le foto sono meravigliose come sempre, e mi piace molto anche questa iniziativa delle ricette regionali, non vedo l'ora di scoprire altre ricette della tua regione.
    Un bacio

    RispondiElimina
  42. Che meravigliaaaaaa, sono rimasta senza parole!!!!
    Complimentissimi!!!

    RispondiElimina
  43. Mamma mia, non conoscevo questo dolce, bellissimo e credo che mangiarne una fetta faccia raggiungere la pace dei sensi :))))) Quanto mi piace questa rubrica :) Io nutro una simpatia particolare per Abruzzo e abruzzesi, è stata la meta di molte vacanze infantili con i miei (Aquila ,Pescasseroli, Sulmona ecc ecc) e ancora oggi, d'estate, con il fidanzato, vado spesso a Pescara, a Monte Silvano e a Silvi Marina! Mi piacciono le coste, sono curate (non esattamente come quella di Ostia, ecco...), con le piste ciclabili, si mangia d'incanto, una cucina assai variegata e poi trovo accogliente e simpatica la gente del posto:) Tanto che ho pensato di trasferirmi da quelle parti e realizzare il mio sogno di vivere sul mare hihi:) Scusa la divagazione e complimenti, spero di assaggiare presto questa delizia :)

    RispondiElimina
  44. Ricetta deliziosa, complimenti! E 'sano e facile da cucinare, vale la pena provare.

    RispondiElimina