lunedì 25 luglio 2011

Idee golose con la papaya


....Dove eravamo rimasti?
Ah, si!...minacciavo di infierire su di voi con una sorta di maratona sulla papaya, a causa di un'inedita necessità di smaltimento dell'esuberante esemplare.
Avete pensato forse, terrorizzati, a nauseanti zuppe e improbabili stufati di papaya?
Non preoccupatevi: non sono arrivata a tanto!
L'ho frullata, l'ho gratinata, l'ho informata (...ehmmm....messa in formine!)...ma non l'ho stufata!
Diciamo che sono entrata in cucina poco consapevole di quello che stavo per fare....sapevo solo che avrei realizzato delle variazioni sul tema e, soprattutto, che l'avrei consumata! 
Ma poi è così che di solito nascono i piatti migliori!


Oggi posto la ricetta di piccole bavaresi aromatizzate alla vaniglia. 
Prima o poi arriverà il momento anche per un'altra preparazione!


Bavaresine di papaya alla vaniglia con papaya gratinata al rhum
Ingredienti per 6 stampini

400 g di papaya
1 uovo
50 g di zucchero
1/2 foglio piccolo di colla di pesce (il peso dovrebbe essere circa 1 g)
essenza naturale di vaniglia
12 biscotti tipo digestive
50 g  di burro

Inoltre per il topping
50 g di papaya
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di rhum
1 fettina di limone



Procedimento
Facciamo fondere il burro a fuoco bassissimo. Sgretoliamo i biscotti : io li ho avvolti in un tovagliolo e li ho battuti col matterello! Amalgamiamo i biscotti col burro e suddividiamo il risultante composto in sei stampini. Schiacciamo bene verso il fondo e riponiamo momentaneamente in frigo.
Mettiamo in ammollo in acqua fredda la colla di pesce per una decina di minuti. Puliamo la papaya, la tagliamo a pezzi e la frulliamo. 
Separiamo il tuorlo dall'albume. Montiamo il tuorlo con zucchero fino a che diventa spumoso. Aromatizziamo con qualche goccia (a piacere) di essenza di vaniglia. Intiepidiamo leggermente il frullato di papaya, quel minimo che serve per sciogliervi dentro la colla di pesce strizzata. Lasciamo raffreddare e uniamo al composto di uovo e zucchero. Montiamo l'albume e neve fermissima (utile aggiungere qualche goccia di limone!) e lo incorporiamo delicatamente al composto di papaya. Riprendiamo gli stampini dal frigo, vi suddividiamo la mousse e li rimettiamo in frigo per almeno cinque ore.
Prima di servire le bavaresi le decoriamo con fette di papaya sottilissime gratinate in forno: disponiamo le fette su una teglia con carta da forno, condiamo con zucchero, succo di limone e rhum e passiamo in forno per dieci minuti alla massima temperatura (funzione grill).

Note
- Ho trovato molto interessante la frutta gratinata in forno in questo modo. Mi è venuta in mente perchè cercavo qualcosa di decorativo da mettere sopra alle bavaresi, ma può essere ottima per esempio abbinata ad una pallina di gelato o a qualche crema.
- Inizialmente ero indecisa se aromatizzare le bavaresine con la vaniglia o se con la cannella: entrambe le spezie con la frutta mi piacciono molto. In questo caso  però c'era la particolarità della provenienza esotica del frutto. Così per la scelta mi sono fatta guidare dalle origini dei prodotti. Sapevo che la cannella è di provenienza orientale; ho fatto una piccolissima ricerca dalla quale è emerso che sia la papaya che la vaniglia hanno origine in Messico. Pertanto l'accostamento è venuto da sè!


22 commenti :

  1. ma è favolosa, davvero una bella idea, freschissima ed estiva, complimenti cara, un dolce abbraccio

    RispondiElimina
  2. che bell'idea! io ho da smaltire cataste di pesche bianche, dici che viene bene anche con quelle?
    Grazie per essere passata da me!!

    RispondiElimina
  3. Angela...grazie e buona settimana!
    Nonna Luisa...benvenuta sul mio blog!...certo che viene benissimo con le pesche! A presto!

    RispondiElimina
  4. mai usata la papaya, ma qualche anno fa mi piaceva ;) per me, nei dolci, i frutti tropicali sono ancora (quasi) tutti da scoprire!

    RispondiElimina
  5. quando hai scritto l'ho infomrata avevo pensato che gli avessi letto i diritti, del tipo: ha il diritto di finire in forno e poi in bocca, ha il diritto di essere gratinata e ha il diritto di fare una telefonata per chiamare uova e burro e combinarsi in maniere gustose. ok, ok sto delirando...baciotti

    RispondiElimina
  6. Pips...anche per me è la prima volta che uso la papaya per fare dei dolci. E' un diversivo, poi se ti piace come sapore....A presto e grazie!

    RispondiElimina
  7. Stefania...il suo diritto/dovere è stato quello di finire in bocca passando per il frigo :-)! ciao

    RispondiElimina
  8. Quanto sono belle, invitanti e golosissime, complimenti Emanuela!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Sono incantata da queste piccole delizie arancione. Non ho mai usato la papaya fresca in cucina ma da mangiare come frutta posbso finirne una intera da sola tutta insieme :D! Bacioni, buona settimana

    RispondiElimina
  10. Si è un'idea davvero per smaltire in maniera elegante un pò di frutta, esotica o no! Brava

    RispondiElimina
  11. Speedy...grazie, sei sempre molto carina! Bacio
    Federica...la cosa che preferisco della papaya è proprio il colore: é così intenso! Buona settimana!
    Franci e Vale...Benvenute sul mio blog! Un bacio e a presto!

    RispondiElimina
  12. Emanuela, one can never have too many papayas.. they are yummy

    RispondiElimina
  13. Facendo polpette mi stavo perdendo l'assaggio di questa bontà, sei proprio brava, anzi, bravissima :-D

    RispondiElimina
  14. Che bella idea, immagino solo che bontà, io che da sola mangerei una papaya intera...

    RispondiElimina
  15. Pasha...thank-you very much! See you soon!
    Libera...se ti mando un cuoricino, tu mi mandi una polpetta? :-)
    Ale...grazie tanto! A presto!

    RispondiElimina
  16. Che dolcetto esotico, estivo colorato mi piace assai devo dire!!!;)

    RispondiElimina
  17. che carine!! soprattutto quello a forma di cuore ;) deliziosa idea :)

    RispondiElimina
  18. Questa variazione mi piace moltissimo e complimenti per la presentazione :) Ciao Liz

    RispondiElimina
  19. Ma dove hai trovato la papaia buona??? Io l'adoro...e adoro qesti cuoricini....bacini la stefy

    RispondiElimina
  20. Giovanna...sono contenta che ti piaccia! Un bacione!
    Liz...Grazieeee!!!!....ciao ciao
    Stefy...di solito la scelta migliore si trova ai mercati grandi, generali, dove acquistano anche i ristoranti che cercano cose particolari. Almeno credo! Un bacione a te!

    RispondiElimina
  21. Sara....benvenuta sul mio blog e a presto!

    RispondiElimina
  22. Avendo scelto un così bel nome, per il tuo blog, non poteva che essere bellissimo.
    Complimenti, sinceri.
    Mari

    RispondiElimina