mercoledì 13 luglio 2011

Una (quasi) zuppetta fredda di peperoni e pomodori arrosto

Quella di oggi non è una  ricetta vera e propria: è un piatto molto semplice nell’esecuzione e assolutamente facoltativo nella quantità degli ingredienti! Ci tenevo però a postarlo perché è uno dei contorni più amati e ricorrenti a casa mia in estate. Si tratta di semplicissimi peperoni arrosto, accompagnati però da pomodori arrostiti sulla piastra e spellati, proprio come i peperoni.
Per la realizzazione di questo piatto i pomodori devono essere maturi ma sodi. Una volta arrostiti si lasceranno raffreddare coperti tra due piatti (come si procede di solito per i peperoni)  e successivamente si spellano.
Andranno poi conditi con olio evo, sale e spezie a piacere. Io ho messo prezzemolo, basilico e uno spicchietto d’aglio tritati.
Nel momento in cui andremo a mescolare insieme gli ingredienti, i pomodori rilasceranno un po’ del loro succo, che si amalgamerà con l’olio. Ne risulterà quasi una zuppetta fredda, ottima accompagnata da crostini di pane.
Per noi è un piatto tradizionale, ma non mi è mai capitato di vederlo cucinato altrove. In caso contrario naturalmente smentitemi.
Non so se è veramente una invenzione di mio nonno!
Si, perché c’è anche un aneddoto legato a questo piatto: bisogna andare indietro di alcuni anni, a quando mio nonno, il padre di mia madre, era prigioniero in Germania, durante la seconda guerra mondiale.
Infatti, nel campo dove si trovava, era addetto agli approvvigionamenti e alla cucina.
Un giorno si trovò ad avere a disposizione solo peperoni e pomodori e li cucinò arrostendo il tutto e mescolando. Il piatto fu poi raccontato a mia nonna e attraverso mia madre si è tramandato fino a me.
Note: i pomodori andrebbero tagliati a pezzi, almeno in due, per farli insaporire meglio. Io li ho lasciati interi perché fossero meglio distinguibili in foto.
Con questa ricetta partecipo alla "raccolta di stagione" di la mia dispensa:    

15 commenti :

  1. sai quanti piatti talmente semplici non si possono ritenere ricette! eppure, se per noi sono importanti e vogliamo condividerli, è giusto postarli :) Il tuo mi sembra davvero appetitoso!

    RispondiElimina
  2. Mi sa che diventerà il contorno "must" dell'estate anche a casa mia :-) Bacio.

    RispondiElimina
  3. e tramite te questo patto è arrivato anche a noi. Deve essere molto gustoso, voglio prepararlo. un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Che Storia questo piatto, dai campi di prigionia della seconda guerra mondiale sino a noi...per onorarlo lo voglio sicuramente provare ,Buona giornata Emanuela;)

    Ps: ho letto il tuo post sotto quello sulle foto, è vero sono importanti per un blog, ma non farti troppo ingannare dalle foto bellissime che vedi in giro, non è bravura, la maggior parte delle foto sono ritoccate al pc, sono fatte con macchine potenti (reflex) e spesso con l'ausilio della softbox, quindi cara non te la prendere ( lo dico perchè anchio spesso mi dispero) le tue foto sono dignitosissime chiare ed esaurienti ;UN BACIO!!!

    RispondiElimina
  5. I peperono arrosto! Quanti ricordi, li preparava sempre mia nonna d'estate... e che buoni che sono! Non ho mai provato però i pomodori arrosto... bell'idea! Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. E' bello che tu l'abbia condiviso con noi, e anche sapere le storielle di famiglia legate a un piatto. Non lo conoscevo prima ma peperoni e pomodri mi piacciono tanto quindi è ottimo!!! Baciotti e buon pomeriggio cara

    RispondiElimina
  7. Pips...grazie tanto per le tue parole.
    Libera...oggi mi hai sorpreso ancora una volta! Sei grande!
    Stefania...se lo provi fammi sapere!
    Giovanna...quante storie che possono esserci dietro a piatti semplici e apparentemente banali! Grazie di tutto!
    Marifra...è bello ognitanto lasciarsi andare ai ricordi!
    Vale...sono contenta anche io di averlo condiviso con voi!
    Un bacione a tutte!

    RispondiElimina
  8. Sfiziosa idea, complimenti a tuo nonno allora! Ciao SILVIA

    RispondiElimina
  9. Semplice ma buona e poi quel sughetto da scarpetta mi attira molto!!!
    Le ricette legate ad una storia, anche se non personale, secondo me hanno un valore aggiunto!!!
    Ti seguo, mi piace il blog e anche il tuo modo simpatico di proporti!!!
    A presto

    RispondiElimina
  10. un piatto semplice ma gustoso e fresco! brava! mi sono aggiunta ai tuoi lettori fissi! a presto! ;)

    RispondiElimina
  11. pensare che tuo nonno sia stato in un campo di concentramento m'intristisce e non poco. Leggo con avidità le storie dei sopravvissuti, se pur simili tra loro, sono uniche. Questa ricetta ne è un segno. :*
    cla

    RispondiElimina
  12. che bel piatto fresco!! ne ho vogliaaaa!!!

    RispondiElimina
  13. Navigando quà e là, mi sono imbattuta nel tuo Blog... Ed è stata una piacevole scoperta!!!
    Ti devo fare i complimenti per la qualità delle ricette che proponi, delle foto e di tutti gli interessanti contenuti di questo tuo spazio.
    Mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori, se ti va passa a trovarmi.... Sei la benvenuta
    La Magica Zucca

    RispondiElimina
  14. Veramente carino il tuo blog, trovato per caso girovagando su internet :)
    Ti ho subito aggiunta ai miei preferiti, se ti fa piacere sei benvenuta da me! A presto!

    RispondiElimina
  15. Bello il ricordo legato a questo piatto, lo rende ancora più buono. I peperoni arrosto li adoro ma non ho mai arrostito i pomodori. E adesso sono davvero curiosa di farlo ^__^ Buona giornata, a presto

    RispondiElimina