mercoledì 29 aprile 2015

Spaghetti alla chitarra con sugo di scampi al limone


Una delle cose più buone che si possa portare in tavola è la pasta fatta in casa, secondo me!
Anche con il sugo più semplice del mondo....pomodoro e basilico per esempio....se la pasta è realizzata con le nostre mani il piatto non può che essere speciale!
Ora però c'è da dire che la pasta impastata a mano va fatta con criterio: vedo in giro cose appiccicose e mollicce....scusate se mi permetto, ma quando ci vuole...destinate a perdere definitivamente consitenza e carattere una volta a contatto con l'acqua di cottura; oppure talmente lisce che nessun sugo riuscirebbe mai ad insaporirle a dovere!
Non va bene!
Quando si fa la pasta non ci si può attenere troppo strettamente alla regola del "100 g di farina per ogni uovo", perchè se l'uovo è grande potrebbe essere necessaria più farina e quindi bisogna regolarsi sentendo la consistenza della pasta sotto le mani.
Inoltre non può essere adatta a fare una pasta rustica e porosa la farina 00 che solitamente utilizziamo per i dolci. E' necessaria la semola di grano duro, che certo richiede più impegno nella lavorazione ma poi la differenza c'è!
Detto ciò, è chiaro che ognuno ha i suoi gusti e se mi dite che preferite la pasta liscia e molle io non discuto! :)


I miei spaghetti li ho tagliati con la chitarra, bellissimo strumento della tradizione abruzzese! E poi li ho conditi con un buon sughetto agli scampi così come vuole la tradizione costiera della mia regione!
Tutto molto semplice e tradizionale insomma, se non fosse per quella grattatina di scorza di limone che va dosata bene per non compromettere il risultato finale e che conferisce una nota fresca e profumata al piatto. Il limone, poco, pochissimo, esalta il gusto degli scampi: provate e poi ditemi se non è buono! ;)


Spaghetti alla chitarra con sugo di scampi profumati al limone
Ingredienti per 4 persone
 
per la pasta
400 g di semola di grano duro
4 uova medie
1 cucchiaio d'olio
1 pizzico di sale
 
per il condimento
1 kg di scampi
4 pomodori pelati sgocciolati
1 spicchio d'aglio
una fettina di cipolla
un ciuffo di prezzemolo
olio d'oliva
sale
peperoncino piccante
poco vino per sfumare
pochissima scorza di limone grattugiato (il corrispettivo di uno spicchio e solo la parte gialla più superficiale)


Preparazione
Iniziate dalla pasta: disponete la semola a fontana e raccogliete al centro gli ingredienti. Amalgamate il tutto ed impastate al lungo fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo che non attacchi sulla tavola, aggiungendo quindi altra semola se occorre. Lasciate riposare la pasta sulla tavola coperta da una ciotola e dedicatevi al sugo. 
Effettuate un taglio nel senso della lunghezza sul carapace degli scampi. Eliminate il budellino intestinale, lavateli ed asciugateli. Mettetene da parte 8 (i più belli!) che lascerete interi per la decorazione finale, per quanto riguarda gli altri invece separate la polpa dal carapace. Fate appassire in poco olio l'aglio, la cipolla e il peperoncino, tutto tritato. Aggiungete a fiamma vivace i gusci degli scampi, mescolate spesso e quando cambiano colore cominciate a schiacciarli per far uscire i succhi dalle teste. Salate leggermente, sfumate col vino e aggiungete i pelati tagliati a striscioline. Fate sobbollire per pochi minuti poi eliminate i gusci dal sugo strizzandoli bene. 
Mettete a bollire l'acqua per la pasta, nel frattempo stendete la pasta col matterello e tgliatela con la chitarra o in alternativa con la macchinetta. Aggiungete al sugo gli scampi interi che avevate tenuto da parte (cuoceranno in pochi minuti) e in un secondo momento anche la polpa degli scampi sgusciati. Spegnete la fiamma dopo 2 minuti, per evitare che gli scampi induriscano, e grattate pochissima scorza di linone sul sugo. Lessate gli spaghetti, conditeli col sugo di scampi, completate con del prezzemolo macinato fresco e servite subito.

18 commenti :

  1. Già le foto mettono fame e poi la pasta fatta in casa ha già una marcia in più!!!! Complimenti e buona giornata

    RispondiElimina
  2. Emanuela mi mancavano un sacco i tuoi post!! E ci avrei scommesso che il tuo ritorno sarebbe stato contraddistinto da un post di quelli top! I tuoi spaghetti fanno venire davvero l'acquolina in bocca, amo la pasta fatta in casa bella consistente e l'abbinamento con un sughetto semplice e fresco è il massimo... Bentornata e buona giornata :)

    RispondiElimina
  3. Che maravigli Emanuela! a quest'ora i tuoi spaghetti a quest'ora sono un attentato. baci ady
    Ubique Chic
    Facebook
    Ubique Chic

    RispondiElimina
  4. che magnifico piatto e che gola che mi fa!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  5. Sono assolutamente d'accordo con te cara Emanuela, la pasta fatta in casa dev'essere ruvida e "scrocchiarella"! Tu sei una maestra in questo, la tua pasta casereccia è sempre favolosa! Spettacolare questo piatto amica, semplice e delizioso!! Baci, Mary

    RispondiElimina
  6. che meraviglia questi spaghetti, il condimento e' adorabile, pianto la mia forchetta, posso???Baci Sabry

    RispondiElimina
  7. Adoro la pasta fatta in casa e questo condimento è divino.

    RispondiElimina
  8. un piatto super accattivante mia cara.....mi viene l'acquolina anche adesso, che è ora di merenda ;)

    RispondiElimina
  9. Concordo con te, la pasta migliore e quella rugosa e tenace. Quanto adoro la chitarra, io ne ho una a doppia facciata che custodisco gelosamente.
    Bellissimo primo piatto e foto meravigliose, magari riuscissi io a farne di così! Davvero brava.

    RispondiElimina
  10. ho l'attrezzo per fare gli spaghetti alla chitarra, guardando le tue foto mi è tornata la voglia di metterlo al lavoro !

    RispondiElimina
  11. Hai perfettamente ragione, per la pasta serve criterio e sensibilità. Bisogna "sentirla" con le mani...
    Ottimo l'abbinamento con gli scampi e perfetto il limone che ci sta benissimo.
    Brava!
    :-)

    RispondiElimina
  12. quando sento parlare di pasta alla chitarra automaticamente mi proietto a casa con la mente. che spettacolo di primo, quella nota di limone con il pesce è sublime :) un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  13. meraviglia!! Adoro la pasta fatta in casa, specialmente per la sua consistenza, morirei per un piatto così!

    RispondiElimina
  14. Mmmmmm che acquolina!
    Ma sono finiti tutti?
    Grazie per questa gustosa ricetta.
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  15. che primo....superlativo...

    RispondiElimina
  16. Emanuela, sei davvero bravissima. I tuoi piatti mi piacciono tantissimo, raffinati e deliziosi. Questo primo piatto poi è particolarmente nelle mie corde (a proposito di chitarre..).
    Eccezionale :)

    RispondiElimina
  17. me li mangerei anche adesso...per dirti quanta gola mi mettono addosso ;-)

    buona giornata

    RispondiElimina
  18. Davvero bellissima questa pasta, condita alla perfezione.

    Fabio

    RispondiElimina