venerdì 6 luglio 2012

Le mie ciambelline al giulebbe per Quanti modi di fare e rifare...

Ciambelline al giulebbe - 2012

Oggi è una giornata speciale, perchè le amiche di Quanti modi di fare e rifare...sono finalmente ospiti della mia cucina!
Quando Anna e Ornella mi hanno coinvolta nel gioco scegliendo le mie ciambelline al giulebbe come ricetta da rifare per il mese di luglio sono stata davvero contenta!
Anche perchè mi sento molto affezionata a queste ciambelline, essendo legate ai ricordi della mia infanzia, come raccontavo nel post dove le ho proposte. 
E poi perchè rappresentano una delle prime ricette pubblicate sul mio blog, in uno dei post che preferisco.
All'epoca non immaginavo minimamente  che, a distanza di quasi un anno, ci saremmo ritrovate a cucinarle tutte insieme!
Inoltre sono rimasta simpaticamente colpita dal fatto che queste ciambelline al giulebbe, che io avevo definito "demodè" perchè non mi capita più di incontrarle nei ricevimenti o banchetti, sono diventate ufficialmente tali!

Ciambelline al giulebbe - 2011
Ringrazio tutte le persone che hanno sperimentato questa ricetta e confesso che mi sono sentita anche un po' in colpa per avervi fatto accendere forno e fornelli in un colpo solo con questo caldo!
Spero che comunque siano state di vostro gradimento!
Per facilità di consultazione ripropongo anche qui la ricetta:

Mini-ciambelline con giulebbe al limone
Dosi per... un bel po' di ciambelline!

Per l'impasto
5 uova
50 gr di burro
500 gr di farina 00

Per il giulebbe
1/2 litro di acqua
1/2 Kg di zucchero
la buccia di 4 limoni grattugiata

Procedimento
Su di una spianatoia impastiamo molto bene tutti gli ingredienti indicati. Ricaviamo dei filoncini come se dovessimo fare gli gnocchi e diamo forma alle ciambelline. Le lessiamo in acqua bollente: aspettiamo circa 5 minuti da quando l'acqua riprende il bollore prima di scolarle. Possiamo lessarne un po' alla volta  per evitare che la temperatura dell'acqua scenda troppo e impieghi tempo prima di ribollire. Mentre svolgiamo questa operazione le prime ciambelline che avremo tolto dall'acqua le metteremo in una ciotola, tranquillamente le une sulle altre, coperte da un panno per evitare che si formi la crosticina.
Quando avremo finito di lessare disporremo le ciambelline in un solo strato su una placca da forno e le cuoceremo per 30 minuti a 170/180°. Devono avere un colorito dorato.
Prepariamo il giulebbe. Facciamo bollire l'acqua con lo zucchero: lo sciroppo deve ridursi di almeno la metà, è pronto quando fila ed ha assunto un colore dorato, ma non è ancora caramello.
A questo punto possiamo procedere con l'ultimo passaggio: mettiamo sul fuoco una teglia (tipo quelle da forno in alluminio che possono andare anche sulla fiamma) a fuoco moderato, vi disponiamo parte delle ciambelline, diciamo un terzo, con un paio di mestoli di sciroppo di acqua e zucchero e un terzo della buccia del limone. Le rimestiamo (non preoccupatevi, non si rimpono!) con due cucchiai di legno fino a che il giulebbe e il limone avranno aderito alle ciambelline.
Procediamo allo stesso modo fino ad esaurimento. Le disponiamo man mano su una spianatoia di legno per farle raffreddare.

Note
Nel frattempo ho scoperto che non tutte le ricette delle ciambelline prevedono l'uso del burro: alcune persone le fanno (o facevano!) con lo strutto, altre con l'olio d'oliva.
Io ho provato a giocare anche con le farine, sostituendo 100 g di farina "00" con la "0" e altri 100 g con la fecola di patate: sono venute comunque molto friabili.

39 commenti :

  1. Che invitante profumo si sprigiona stamattina nelle cucine delle amiche Cuochine! Ma sono le ciambelline demodè con giulebbe!! Una versione più bella e golosa dell'altra! Grazie di cuore Emanuela per l'ospitalità e per aver sfidato anche il “terribile Caronte” per realizzarle!
    Ti auguro di trascorrere una splendida estate, rilassante, divertente e serena.. e appuntamento a settembre nelle nostre cucine aperte!!
    Un abbraccio
    La Cuochina

    RispondiElimina
  2. Grazie mille per avermi conoscere questa golosa ricetta, si sono buonissime anzi il giorno dopo lo erano ancor di più ciao Luisa

    RispondiElimina
  3. Emanuela, grazie infinite per la tua squisita ospitalità.
    Anche se Caronte ci ha dato fastidio, le ciambelline ce l'hanno fatto dimenticare.
    Sono buonissime, le ho fatte ben due volte.
    Buona vacanza

    RispondiElimina
  4. Le conosco bene e mi piacciono da morire. Devo assolutamente rifarle però la mia ricetta, identica come dosi, però prevede l'olio, come hai detto nella nota, certamente con il burro sono più delicate.
    Per lo sciroppo la temperatura giusta è 121°, se si ha il termometro.
    Buona giornata, ti abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Hai ragione...è davvero bello cucinare tutte insieme.... poi se si tratta di una ricetta così dolce anche nel ricordo ancora meglio!!!!!!
    Che carina che sei cara Emanuela....e che buone che sono le tue ciambelle...insomma la tua cucina oggi è protagonista di una bella festa!!!!!!!! COMPLIMENTI!!!!!!!!
    Complimenti davvero
    Un grande abbraccio bimba

    RispondiElimina
  6. Cara Emanuela è stato bellissimo fare tutte assieme queste squisite ciambelline e ti assicuro che demodè non lo saranno più! Grazie di cuore per l'ospitalità, un abbraccio e buona estate :-)

    RispondiElimina
  7. Ema!!!Io le conosco con altri nomi ma...ti dico che mi fanno letteralmente impazzire!!!!!!Credo che le tue amiche invece ti abbiano ringraziato perchè ogni tua ricetta (e io ne ho provate già 3 o 4) è una meraviglia!!!!!Un grande abbraccio mia cara!!!!

    RispondiElimina
  8. Grazie a te ho scoperto un dolce di cui andiamo tutti golosi, in casa mia le faccio spessissimo, faccio la dose da un uovo così mi restano sempre belle fresche e poi farle è così semplice e veloce che è una gioia, ti ringrazio per aver condiviso questa ricetta. Un abbraccio e scusami se arrivo solo ora da te e a pubblicare ma ho avuto una connessione pessima tutto ieri fino a stamani.

    RispondiElimina
  9. ciao!

    volevo ringraziarti per avermi fatto scoprire queste deliziose ciambelline

    io le ho preparate con le farine senza glutine e son venute veramente ottime

    buona giornata

    Vale

    RispondiElimina
  10. Son le seconde che vedo oggi.. come son venute bene anche a te!!!!baci e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  11. Ciao Emanuela, le farò più in là, mi piacciono le preparazioni dolci con le patate e Solema mi ha convinto, le ha prese a cuore e ha sfidato le "intemperie" ;-) Buon fine settimana :-)

    RispondiElimina
  12. Emanuela grazie per questa bella ricetta e come ho scritto nel mio post propongo un associazione alaa salvaguardia delle "ciambelline di una volta" ...davvero una bella scoperta per me!
    Ciao francesca

    RispondiElimina
  13. Cara!!! che bello questo giro nella tua cucina, ci hai conquistato tutte con il tuo tocco demodè, altro che i nuovi cup cakes modaioli!!!!

    Ti adoro e ti auguro una felice estate....anche se passerò ancora tranquilla!

    RispondiElimina
  14. sono perfette, splendide...

    RispondiElimina
  15. Molto molto invitanti!!! :)

    RispondiElimina
  16. queste ciambelline sono golosissime!!! *__*

    RispondiElimina
  17. Ma che buone sono queste ciambelline!!!!!

    RispondiElimina
  18. ma quante ciambelline trovo oggi, tutte golose e invitanti!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  19. Sono buonissime. Come ho scritto nel post una tira l'altra. Grazie per la ricetta. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  20. Grazie per avermi fatto scoprire queste ciambelline profumatissime, nonostante l'errore hanno avuto un gran successo e sicuramente le rifarò sperando di non padellare di nuovo con lo sciroppo!!! Sono davvero una tira l'altra. Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  21. Non ne conoscevo l'esistenza, ma sembrano di un gustoso unico! Allora prima possibile la sperimentero' . Mi piace seguirti perche' sto scoprendo ricette davvero nuove, ben spiegate e gustosissime.
    A presto
    Marina

    RispondiElimina
  22. Adoro le ricette demodè, hanno un fascino speciale. Le tue ciambelline, poi, hanno anche il ricordo dell'infanzia, e questo le rende doppiamente speciali e significative.
    Inoltre sono molto golose ed invitanti! Non conoscevo il giulebbe, è stata una felice scoperta.
    Appena ho un attimo le preparo, lo sai, caldo o non caldo, il forno nella mia cucina è sempre in funzione. Eppoi, devo provarle con il tè, ho già un'idea! :-)
    Un bacione grandissimo e buon fine settimana

    RispondiElimina
  23. ciao Emanuela,
    ci siamo divertite molto a prepare le tue deliziose ciambelline.
    Grazie per la dolce ospitalità e buon WE!!
    Un bacio le 4 apine

    RispondiElimina
  24. Ciao Emanuela,
    abbiamo sfidato volentieri il caldo per queste dolci ciambelline!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  25. Tesorucciaaaaaa.. son tornata ^___^ !!!!
    Voglio provarle, sembra di sentirne il profumo, poi adoro questi dolci che profumano di tradizione. Brava!!!!
    Ti auguro un felice fine settimana e ti mando taaaantiiii baci!!!

    RispondiElimina
  26. Adoro le vecchie ricette!!!
    Questa mi piace davvero tanto!!
    La metto subito tra i preferiti e la provo!!
    Baci Carmen

    RispondiElimina
  27. Sono state eccezionali! Mi hanno kiesto il bis che faro' al rientro dalle vacanze! Grazie cara! Ciaoo

    RispondiElimina
  28. come potrei dire di no ad una visione di una golosita' strepitosaaaa buon fine settimana

    RispondiElimina
  29. Ma che splendida ricetta! Il procedimento è simile a quello dei bagels, quindi! I tuoi dolci sono davvero bellissimi!Ho rubato la ricetta, grazie!

    RispondiElimina
  30. Che carina...ho letto le tue parole...GRAZIE EMANUELA!!!!!!!!!!!!!
    Sei una vera dolcezza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Un bacione e BUONA DOMENICA!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  31. ma che bello cucinare tutte insieme...una vera festa! e queste ciambelline...prima o poi le devo assolutamene fare...sono una meraviglia!
    baci

    RispondiElimina
  32. Belle queste ciambelline.. una bella soddisfazione per me che ti meriti tutta.. se così brava:D
    a presto, un bacione:*

    RispondiElimina
  33. Cbe buone!!
    Mi unisco anch'io ma solo a mangiare..
    scherzo vi dò una mano a prepararle.
    Saluta tutte.
    Buona domenica.
    Inco

    RispondiElimina
  34. Cara Emanuela, grazie per questa stupenda ricetta! Le tue ciambelline stanno divulgandosi anche in Grecia e certo non saranno più demodè!
    Un abbraccio e grazie per l'ospitalità!

    RispondiElimina
  35. me ne prendo un paio,sono stra golose:)

    RispondiElimina
  36. Ho scoperto che cos'è il giulebbe.. lo adoravo senza sapere cos'era :) le devo assolutamente preparae! un bacio

    RispondiElimina
  37. Saranno anche démodé come dici tu ma io le trovo davvero sfiziose e poi sono così carine:) un bacione

    RispondiElimina
  38. Cavolo Emanuela, queste cimbelline sono deliziose!!! :-)

    RispondiElimina