mercoledì 7 novembre 2012

Toast con uova strapazzate al formaggio e funghi trifolati

 

Oggi più che presentarvi una ricetta voglio raccontarvi di una mattinata "qualunque" trascorsa in casa da sola tra faccende domestiche e spuntini...

...venerdì scorso mi sono alzata dal letto con un obiettivo preciso: avere la meglio sulla catasta di panni da stirare raccolti in un cesto grandissimo...ma troppo piccolo per contenerli tutti!
Non è che stirare sia la cosa che odio di più in assoluto (è decisamente peggio pulire il forno...)...solo che trovo più "urgente" sbrigare altri servizi...sciacquare i pavimenti, fare la spesa, spolverare... Stirare rimane sempre come ultima attività domestica da compiere, col risultato che spesso i panni si accumulano, perchè arrivo stanca a fine giornata e inesorabilmente rimando! 
Succede anche a voi?

Ma venerdì mattina sapevo di non dovere preparare il pranzo perchè mio marito era fuori, quindi mi ci sono messa di impegno e non solo ho svuotato il cesto dei panni da stirare, ma ho fatto anche il cambio stagionale e riordinato tutti gli armadi! E vai!!!
Arrivata a ora di pranzo mi sono preparata uno spuntino : in questi casi di solito ricorro a toast con prosciutto e formaggio o uova,...comunque qualcosa di sbrigativo da gustarmi in solitudine....
  ...a dire il vero la mia cucina è sempre affollata...



...Charlotte è una dolcissima gallina inglese "porta-uova" che ha attraversato la Manica in uno zaino, arrivando fortunatamente incolume a destinazione. 
Da allora svolge egregiamente la sua funzione e si intrattiene con le altre galline che fanno capolino da qualche angolo della casa....



Dovete sapere che in casa siamo un po' fissati con le galline!
Mentre io le colleziono di ceramica (prima o poi vi mostrerò il resto del "pollaio"!) mio marito  si è messo in testa di allevarne in carne e ossa (?).
All'origine lui sarebbe un ingegnere e non ha mai allevato un pollo in vita sua...
Però si è scoperto da un giorno all'altro "coltivatore dal pollice verde" e ambisce ora al titolo di "allevatore"... di pennuti nella fattispecie!
Io sono un po' perplessa, perchè quando è morta Birba  ho avuto la conferma (qualora ce ne fosse stato bisogno...) che ai nostri amici pelosi ci si affeziona moltissimo e per ora non me la sento di legarmi ad altri animali!
Certo, le galline non sono pelose, non girano per casa, non fanno le fusa...ma gli animali sono tutti teneri, ognuno a suo modo...comunque, vi terrò aggiornati sugli eventuali sviluppi!


E dopo aver vagato per un intero post da un argomento all'altro, torno allo spuntino di venerdì: pane tostato con uova strapazzate e funghi trifolati!
Senza la pretesa di "insegnare" come si strapazza un uovo, vi racconto un po' il mio piatto: 
Ho scaldato l'olio in padella, ho strapazzato le uova e le ho tenute sulla fiamma giusto il tempo necessario a farle rapprendere, per non farle asciugare troppo. Ho salato e pepato, ho aggiunto il formaggio Emmental a cubetti subito dopo aver spento la fiamma. Ho coperto la padella con un coperchio per pochi minuti per far scioglire il formaggio e ho insaporito con erba cipollina sminuzzata!
Avevo dei funghi trifolati con aglio, olio e prezzemolo e mi sono spremuta un'arancia!
Una specie di colazione all'inglese per il mio pranzo (quasi) in solitaria!

PS: Se avete tempo e voglia di prepararvi il pancarrè in casa vi consiglio di dare un'occhiata qui!

41 commenti :

  1. idem con patate per lo stiro!!! esattamente come te, prima el altre faccende e poi quello e nessuna volgia!!! bello quel piatto, io adoro le uova e questa bella idera sarà presto mia!!! baci!

    RispondiElimina
  2. anche io odio stirare, o cmq lo lascio sempre alla fine!e il uo toast e' un'ottimo brunch!

    RispondiElimina
  3. Neanché a me piace tanto stirare però quando il cesto diventa troppo grande bisogna...:) Bellissima Charlotte, ti tiene compagnia...magari tra poco arriverà anche Charlotte in carne e ossa...:)
    Il piattino è molto invitante, adoro anch'io le uova strapazzate con i funghi...sono una vera delizia.
    Baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Stirare è proprio una di quelle attività che più odio, anche perché credo di non essere tanto capace! forse non dovrei dirlo ma ho ancora delle magliette estive che attendono di essere stirate da settimane!
    questo piatto, nella sua semplicità, è molto invitante! poi lo hai presentato così bene! baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  5. oddio, ho anche io una cesta piena di cose da stirare :(((
    questo tuo piattino mi ricorda tanto le colazioni inglesi che io adoro, buonissime le uova con i funghi
    bacioni

    RispondiElimina
  6. Ci hanno separate alla nascita: io mi sono alzata col proposito di spianare la montagna stamattina, ma ho quel mezzo milione di cose da fare, prima... E poi ho iniziato a confezionare le mie cosine per il mercatino di Natale... diciamo la verità: è molto più divertente!
    Anche a me piace collezionare galline per la cucina; quella in carne ed ossa, invece, se l'è pappata la volpe. Ci è dispiaciuto tantissimo: era vecchissima (ereditata da una prozia di 95 anni quando è volata in cielo), ma si era affezionata a mia mamma e la seguiva come un cagnolino; da mia figlia si faceva prendere in braccio e trasportare in carriola...
    Ti sei preparata proprio un bel brunch! Sto soffrendo: in casa non ho nemmeno un uovo!

    RispondiElimina
  7. I post itineranti..quelli che vagano da un argomento all'altro sono i miei preferiti :)
    Comunque..non amo stirare :(
    Foto splendide...e il toast è favoloso :)
    Buona giornata !

    RispondiElimina
  8. Troppo invitanti questi toasts!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  9. che bello il tuo post cara :) le tue galline sono simpaticissime!

    RispondiElimina
  10. Credo che stirare... piaccia a nessuno!!
    Ieri sera ho vuotato la cesta, ma oggi pomeriggio accoglierà nuovi panni che stanno asciugando al sole!!! Per il forno ho risolto... nuovo modello, autopulente a vapore, basta passare un panno e il gioco è fatto, come nuovo!!!! ^__^
    Ti sei premiata proprio bene!!! ...ma guarda che bel piattino a cui difficilmente saprei resistere!! Brava!!!
    Le galline sono simpaticissime :)!!!!
    Tesoro, ti mando un bacio XXL :)
    Felice giornata!!!!

    RispondiElimina
  11. Dunque io odio le faccende domestiche e oltretutto ho la tendenza CRONICA a rimandare. Anche quando ho del tempo libero mi cirgiolo nella mia svogliatezza e quindi mi riduco sempre al limite massimo ed a fare quello che devo solo per disperazione... :P
    Voglio assolutamente vedere la tua collezione :D E ti capisco io mi affeziono a tutto ^_^
    Hai fatto delle foto così belle che mi sono incantata a guardarle!
    Un bacione

    RispondiElimina
  12. Una colazione perfetta dopo tutto quello che ha fatto. Anche io stirare lo considero sempre un lavoro che si può rimandare e poi mi riduco con la cesta strapiena di panni. Anche mia madre quando ero piccola, aveva il pollaio, la cosa più simpatica era raccogliere le uova, quando le uccideva per cucinarle, me ne andavo mi dispiaceva troppo. Ciao.

    RispondiElimina
  13. Che eleganza questa colazione!!!
    Una meraviglia!!!

    RispondiElimina
  14. aggiungi due fettine di bacon e la perfetta colazione in stile inglese è servita!
    splendido piatto!
    bacioni

    RispondiElimina
  15. sfizioso il pranzetto in solitaria e che bella la gallina in ceramica!

    RispondiElimina
  16. Non amo stirare, per questo cerco di evitare di accumulare, perchè vedere una montagna di panni da stirare mi passa la "voglia".
    Bella la tua gallina porta uova, perfetta per accompagnare il tuo spuntino.

    RispondiElimina
  17. Qualche cosa in comune l'abbiamo, cara Emanuela: anche a me non piace stirare e spesso accumulo delle torri di panni, che arrivate ad una certa altezza...tendono a cadere! Allora, so che è arrivato il fatidico momento...e mi rassegno :-)) Anche io ho un ingegnere in casa...una "capa tosta"! Che però, per fortuna, non si è ancora messo in testa di allevare pennuti...anche se l'ovetto fresco al mattino non sarebbe male! ;-) Che bel post e che meraviglia il tuo pranzetto (altra cosa in comunque, quando sono sola a pranzo...mi "butto" sul classico toast!). Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
  18. Cappuccino e cornetto saranno pure ottimi per fare colazione, ma io la colazione salata, ad esempio con il tuo toast, la adoro davvero!

    Chiara di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  19. Se hai finito la tua catasta di biancheria, ci sarebbe anche la mia ed è piuttosto abbondante :))
    Questo tuo pranzo è mooolto appetitoso.

    RispondiElimina
  20. preferisco le pulizie allo stirare,ma quando mi ci metto stiro per ore di fila...bella idea del toast alla francese con le uova,delizia pura:)

    RispondiElimina
  21. Sarà che per la pulizia del forno utilizzo un metodo letto su una rivista bio, qualche anno fa, ma il podio della noia per me resta stirare.
    Non a caso ho ancora i panni da stirare da domenica sul comò....
    Il tuo spuntino è golosissimo, adoro le uova e con l'emmental sono favolose.
    Un bacione

    RispondiElimina
  22. Stirare anche per me e' uno degli ultimi lavori da fare e in più rimando e rimando....
    Ma che belle le tue galline e che bravo tuo marito anche io ne vorrei ma il mio dice che già due cani bastano!!!
    Immagino che ora non ti sentì di affezionarti e' sempre un dolore quando non ci sono più perché fanno parte della famiglia....
    Meglio che passò al toast che mi piace un sacco te lo copio e mi faccio un pranzetto giusto per me:)

    RispondiElimina
  23. Che tost delizionsi!!! e che bel blog!!! da oggi faccio anche io parte dei tuoi lettori!!! ti aspetto da me per condividere idee e spunti interessanti!!! Buona serata!!

    RispondiElimina
  24. ma che bello leggere qualcosa di voi! Alla fine ci si conosce un po' di più e non si leggono sempre e solo ricette!
    Anch'io odio stirare, soprattutto le camicie di mio marito che ammontano a 5 alla settimana...ho adottato questa tattica: il giovedì viene quella santa di mia suocera a tenermi la piccola e casualmente trova sempre l'asse da stiro aperta con le belle camicie di suo figlio e casualmente me le ritrovo sempre stirate....che bella suocerina!!!!

    RispondiElimina
  25. devo dire che io stiro molto raramente.. (praticamente mai) è inutile mentire:) io odio stirare.. mi piace riordinare, lavare, pulire, coltivare (piante in ogni dove) naturalmente cucinare... ma se solo guardo l'asse da stiro mi prende un brivido:D per fortuna ho un piccolo aiuto! così marito e figlia vanno in giro stirati:) io indosserei solo jeans e magliette anti stiro tutto l'anno:D per la colazione adoro sia la dolce che la salata.. dipende in effetti dall'umore e dalla stagione:) un bacione e buona serata:*

    RispondiElimina
  26. Odio stirare e tu mi hai ricordato che in effetti esiste qualcosa di peggio..pulire il forno!

    Ottimo spuntino, anzi direi che potrebbe essere colazione, pranzo o cena. Perché no?

    RispondiElimina
  27. vuoi vedere la mia montagna? nn ti conviene! prima o poi mi deciderò anche io :D mi hai fatto venir voglia di mangiare le uova strapazzate! domani pranzo con uova! p.s. belle le galline..in ceramica :D e il pane!! lo farò! ciao cara!

    RispondiElimina
  28. Ma che bel pranzetto! Io me ne fare una doppia razione! E immagino anche tu vista tutta la catasta smaltita ;-) Bravissima! Bacioni!

    RispondiElimina
  29. Charlotte è molto simpatica e le sue amiche pennute,credo meritino un posticino nell'ambizione del marito!Se poi l'ingegnere vorrà farle al forno,tu ricordagli che sono pur sempre degli essere viventi,anche se ruspanti e succulenti!Scherzo Emanuela,ma secondo me la passione del marito va sostenuta,le uova fresche fresche sono tutt'altra cosa!
    Ottimo il toast,ti sei regalata il giusto merito dopo lo"stiratone",ti confesso che odio più stirare che pulire il forno!
    Un abbraccio cara e buon giovedì!

    RispondiElimina
  30. Deliziose le tue galline!!!!!!!!!!!
    e sai che anch'io sto facendo un pensierino per allevarle...L'idea di tuo marito mi piace!!!!!!
    Non per mangiarle ma solo per le uova.non riuscirei mai a conoscere qualcuno e poi mangiarlo...hai ragione...non vivono in casa ma se le accudisci come fai poi a tirargli il collo???? Non è rispettoso .....
    Adoro il tuo toast!!!!!
    e sono davvero felice per la catasta di panni che sei riuscita a toglierti...La mia sta ormai prendendo vita ahahahahah
    Un bacione Emanuela

    RispondiElimina
  31. Forse l'ho anche scritto in qualche post, io ODIO stirare e rimando, rimando come te e poi come te poi faccio full immersion...
    Le tue galline sono bellissime e lo spuntino è SUPER
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  32. me lo faccio stasera.. grazie per l'idea

    RispondiElimina
  33. ciao manu,
    queste semplici uova mi hanno fatto venir voglia di partire...la mia colazione preferita in vacanza!!!...partire e lasciare a casa l'immensa montagna di panni da stirare che ogni tanto sposto dalla camera al salotto nella speranza che prima o poi si stirino da soli...come stai cara manu??un bacione grande

    RispondiElimina
  34. Uno spuntino eccellente e ben meritato, dopo lo stiro e il riordino armadi!!!
    Però, se il progetto di tuo marito si realizza, avrai sempre delle uova fresche!
    p.s. comunque la tua gallina porta-uova è deliziosa...

    RispondiElimina
  35. Oooh ma che fortuna, perchè anche il mio ragazzo non si deve spostare a Londra per lavoro??!!?? :)
    Ti ringrazio, io adoro il tuo toast invece!! L'abbinamento uova-funghi è fantastico anche se penso che i funghi stiano bene ovunque :)

    RispondiElimina
  36. Che simpatica la scenografia e che buon tost!!
    Baci notte.
    Inco

    RispondiElimina
  37. Se vuoi anche la mia di pigna di robe da stirare ti porto tutto il mio malloppo!!!!!! Un toast molto gustoso e diverso dal solito, io adoro le uova strapazzate :-) Un bacione

    RispondiElimina
  38. che bel modo di presentare il toast, foto splendide! Buon fine settimana cara, un bacione....

    RispondiElimina
  39. Faccio spesso le uova strapazzate, mai avrei pensato di accostarle a funghi trifolati e arancia....e poi se in solitaria le mangio davvero al volo.
    Gustose così, no? Molto meglio e molto più belle :-)anche l'occhio vuole la sua parte.

    RispondiElimina