lunedì 22 luglio 2013

Piccoli strudel alle pesche


E alla fine la torta per il mio compleanno non l'ho preparata!
In realtà ho solo rimandato l'impegno, perchè nei prossimi giorni sarà  mio marito a compiere gli anni e allora recupererò!
Però un dolcetto per iniziare la settimana non manca!
Che ne dite di questi piccoli strudel ripieni di pesche e mandorle?
Li ho preparati insieme al gelato alla vaniglia: una coppia vincente!
Buona settimana!


Piccoli strudel alle pesche
Ingredienti

Per la pasta
140 g di farina 00
75 g di burro
75 g di crescenza (o altro formaggio morbido)
1/2 cucchiaino di zucchero
1 pizzico di sale
1/2 tuorlo
2 cucchiai d'acqua fredda

Per il ripieno
2 pesche gialle
1 noce di burro
2 amaretti sbriciolati
2 cucchiai di mandorle tritate
1 cucchiaio di zucchero
il succo di uno spicchio di limone 

inoltre latte e zucchero per rifinire la superficie

Procedimento
Sulla spianatoia disponiamo la farina a fontana con il sale e lo zucchero e al centro il burro e il formaggio freddi di frigo e a pezzetti. Cominciamo ad impastare con la punta delle dita fino a che il burro e il formaggio avranno assorbito la farina e ne risulterà un composto granuloso.
Aggiungiamo il tuorlo e l'acqua: lavoriamo fino ad ottenere un panetto che avvolgeremo con della pellicola e riporremo in frigo per 30 minuti.
Nel frattempo prepariamo il ripieno: sbucciamo e tagliamo a cubetti le pesche, le raccogliamo in un pentolino, dove avremo fatto fondere il burro, con lo zucchero e il succo di limone. Lasciamo insaporire bene le pesche per alcuni minuti e poi le lasciamo raffreddare. A questo punto amalgamiamo alle pesche gli altri ingredienti del ripieno. Riprendiamo la pasta e la stendiamo col matterello fino allo spessore di 2/3 millimetri.
Ricaviamo dei quadrati delle dimensioni che preferiamo e li farciamo con il ripieno. Li arrotoliamo su sè stessi e cerchiamo di fissare i bordi dopo aver ripiegato gli estremi.
Trasferiamo i mini strudel su una placca coperta di cartaforno, spennelliamo di lette e spolverizziamo di zucchero.
Inforniamo a 200° (forno già caldo) per i primi 10 minuti. Poi abbassiamo la temperatura a 180° e proseguiamo la cottura per altri 15 minuti.

Note
- Questa pasta è fantastica: leggera e friabile, l'ho adoperata anche nelle sfogliatine alle mele e nei cannoli alla crema. Però in questo caso non ho eseguito le pieghe per farla sfogliare.
- A me lo strudel in genere piace tiepido, soprattutto se servito col gelato: dalla foto si vede che il gelato sta sciogliendo molto velocemente!

37 commenti :

  1. Mmmmm questa ricetta mi piace davvero tanto!!!!
    Complimenti!!

    RispondiElimina
  2. semplicemente deliziosi........

    RispondiElimina
  3. Mi piace moltissimo sia l'utilizzo della crescenza nell'impasto che la presentazione con il gelato! Buona giornata cara mia ^_^

    RispondiElimina
  4. Di questi piccoli strudel non posso che dire... UAO! Bellissima rivisitazione di un grande classico!! Buon inizio di settimana cara! :D

    RispondiElimina
  5. Tesoro io li trovo semplicemnte deliziosi e sono certa che vi regalerete una bellissima torta per festeggiare!!Un bacione,Imma

    RispondiElimina
  6. Che goduria gli strudel..ma ormai il forno l'ho mandato in letargo..in compenso sto preparando tantissimo dolci freschi!

    RispondiElimina
  7. Ma allora... augurissimi a tutti e due heehhe!!! Non veo l'ora di vedere anche la torta per tuo marito, intanto però nell'attesa mi gusto i tuoi fantastici strudel. Troppo brava :-) Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  8. Sono carinissimi!
    Il ripieno poi...pesche...noci...ciao proprio eh

    Ah...anche io lo amo tiepido e con il gelato!
    Bacini

    RispondiElimina
  9. Bellissimi.
    Lo strudel mi piace molto quindi non posso che apprezzare...

    RispondiElimina
  10. Lo strudel in versione mini è super chic...complimenti!
    Non vedo l'ora di vedere la torta per tuo marito ;-)

    RispondiElimina
  11. Evidentemente sarà una comunanza per il segno zodiacale; anche io per il mio compleanno non ho preparato la torta ma mi sono concessa una delizia in monoporzione!!!
    Auguri e complimenti per la ricetta!!!

    RispondiElimina
  12. Dico che sono deliziosi! Anche se in ritardo, buon compleanno! :-)
    Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  13. Davvero deliziosi...lo strudel è un dolce che adoro e proverò la variante estiva! Tanti auguri!!!

    RispondiElimina
  14. Sono meravigliosi :) Il tuo compleanno ? Devo essermi persa qualcosa..ho un po' latitato nel week end ! Auguri di cuore :) Ti abbraccio !

    RispondiElimina
  15. Tenerissimi!!!Un abbraccio, cara

    RispondiElimina
  16. manu sono golosissimi! io dico che sono perfetti come dolcetto da colazione o merenda! peccato che io sia ancora lontana dai fornelli e posso solo guardare... Adoro gli strudel! con pesche, mandorle e amaretti hanno sicuramente una marcia in più:) come sempre complimenti:*

    RispondiElimina
  17. Vabbè dai, passi per la torta di compleanno, anche se era d'obbligo ;)
    Ottimi questi strudelini: raffinati e semplici, fanno gola pure con questo caldo!
    bravissima!
    bacioni

    RispondiElimina
  18. squisiti! ne assaggerei volentieri uno seduta stante! baci

    RispondiElimina
  19. Belli e buonissimi, Emanuela! Una soluzione perfetta per ogni occasione.
    Un abbraccio
    MG

    RispondiElimina
  20. Ti dirò... se dovessi scegliere, per festeggiare il compleanno, tra una torta e questi strudel col gelato... be'... la torta dovrebbe essere proprio proprio speciale...

    RispondiElimina
  21. Ciao, ricetta davvero ottima, ma mi sorge un dubbio, la crescenza non si sente nell'impasto ? Se uso la ricotta o il Philadelphia sarà la stessa cosa? Aspetto tue notizie perché non vedo l'ora di provare la ricetta. Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Il sapore della crescenza non si percepisce, anzi risulta molto più delicato che se ci fosse solo il burro!
      In mancanza della crescenza puoi provare con la ricotta (ben soda!)!
      Grazie e fammi sapere come va! ;)
      Baci!

      Elimina
  22. Ecco l'abbinamento del gelato. :)
    Il ripieno del tuo strudel mi piace molto.

    RispondiElimina
  23. Noooo non ci credo che non ti 6 fatto il dolce x il tuo compleanno...uff avrei scommesso il contrario :-(
    Dai però questi strudel non sono male come dolcetto x farti gli auguri ^_*
    la zia consu

    RispondiElimina
  24. Ciao Emanuela, questi mini strudel sono una vera delizia, nel golosissimo ripieno gli amaretti ci stanno benissimo!!! Bravissima!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  25. Uhm buone le pesche...ottima ricetta!

    RispondiElimina
  26. Una bellissima creazione. Brava!

    RispondiElimina
  27. Fantastici, quello che ci vuole per cominciare la settimana in dolcezza! :-9

    RispondiElimina
  28. davvero interessante l'impasto con il formaggio... sembra croccante e friabile... lo provo... magari verso autunoìno con qualche bella mela croccante :) grazieeeee bacioni

    RispondiElimina
  29. Sono formidabili e sicuramente innovativi. Devo assolutamente provarli.

    RispondiElimina
  30. mammaaaaaa...ma devono essere buonissimi!!!
    e mi danno senso di freschezza...via, bisogna provarli!
    un saluto!!
    vale.

    RispondiElimina
  31. da provare la pasta della tua ricetta, segno, segno, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  32. L'uso della crescenza nei dolci mi ha sempre intrigato, ho una ricetta da fare da un bel pò e mai mi decido, sarà perchè, quando compero la crescenza me la mangio in purezza con la pera e non ne rimane? :-D Loso, sono golosona e questi strudelini s'an da fare. Bacio, a presto, sono in partenza.

    RispondiElimina
  33. Che carini questi strudel! Ancora più golosi, con le pesche! Mi sono aggiunta ai tuoi lettori, un bacio!

    RispondiElimina
  34. Davvero una bellissima ricetta, Emanuela cara. Lo strudel di mele non mi piace molto perché è proprio la mela cotta che non gradisco, ma pesche e mandorle...wow! Tra l'altro sono proprio carini. Brava la mia amica!! Un bacio

    RispondiElimina