mercoledì 22 gennaio 2014

Le pere in composta dell'Artusi


Durante l'inverno mi piace preparare spesso la frutta cotta, mele o pere che siano!
Ma non posso certo dire che mio marito apprezzi particolarmente!
Non so bene per quale motivo la frutta cotta dà sempre l'idea di "cibo da ospedale"; ...a lui almeno, perchè io invece la mangio volentieri! 
Anche quando mi è capitato di preparare il crumble, che di dietetico e "ospedaliero" non ha nulla, ho sempre visto sulla faccia di mio marito quell'espressione un po' rassegnata di chi è stato messo a dieta forzata!

Ma si dà il caso che la ricetta di queste pere in composta arrivi direttamente da La Scienza in cucina e l'arte di mangiar bene di Pellegrino Artusi, personaggio per il quale anche mio marito nutre una certa simpatia, tanto da indugiare spesso nella lettura delle sue ricette (solo lettura, sia chiaro, perchè dal leggere al metterle in pratica ce ne passa....).
E così ieri gli ho detto: "Guarda che queste sono le pere cotte di Pellegrino!"
E, non ci crederete, le ha mangiate senza batter ciglio!


Pere in composta

Ingredienti
600 g di pere poco mature
1/2 limone (il succo)
120 g di zucchero
2 bicchieri d'acqua (o poco più, bisogna coprire le pere)

Procedimento
Mettiamo le pere sul fuoco coperte d'acqua dopo averle ben lavate, le portiamo a bollore e le lasciamo cuocere per 5 minuti.  Scoliamo le pere senza gettare l'acqua di cottura. Trasferiamo le pere sotto il getto d'acqua fredda e una volta tiepide le sbucciamo e le immergiamo in una ciotola di acqua e succo di limone. 
Filtriamo l'acqua di cottura delle pere, la portiamo a bollore, vi mettiamo lo zucchero e lo lasciamo bollire qualche minuto prima di immergere nuovamente le pere e terminare la cottura, senza farle disfare. Scoliamo le pere, facciamo restringere il succo ulteriormente se necessario e quando avrà raggiunto una consistenza sciropposa lo versiamo sulla frutta cotta.

Note
Di solito cucino le pere in forno senza aggiungere nè zucchero nè acqua: in cottura rilasciano la loro salsina e sono semplici e buone. Mi piacciono anche le pere cotte nel vino aromatizzato alla cannella, ma nella variante dell'Artusi risultano più delicate e anche più adatte a dei bambini.


38 commenti :

  1. Tesoro sono semplici e appetitose ♥ Io adoro la frutta cotta, da piccola ne mangiavo vagonate (nel mio paese di mele e pere ce sono tante... e anche buone ♥); Tuo marito è un po' viziato vero? Menomale che c'è Pellegrino a convincerlo ;-)
    Manu il messaggio in inglese è spam, ti conviene cancellarlo ;-)

    RispondiElimina
  2. Grazie mille cara Vica!
    Il blog è invaso da messaggi spam, non riesco più a filtrarli! :( Che seccatura!
    Sempre carina tu! :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Mi piace la frutta cotta ma non so come mai non la faccio mai!!! mi sa che questo week end metterò qualcosa in forno! pere favolose!gnammy! buona giornata

    RispondiElimina
  4. Ahahahaha....vedi ? E' tutta questione di strategia ;) bellissime queste pere :) Ti abbraccio :*

    RispondiElimina
  5. Deliziose nella loro semplicità.

    RispondiElimina
  6. che squisitezza...complimenti...

    RispondiElimina
  7. Bellissime e veloci queste pere! Io mi sono cimentata in quelle candite e sono da svenimento :) ma troppo lunghe da fare! queste mi sembrano un giusto compromesso :)
    Ciao!
    tam

    RispondiElimina
  8. mmmmmm un dessert perfetto....dolce e veloce, da fare di corsa! Baci

    RispondiElimina
  9. artusi è sempre un ottima ispirazione :-)) ricette apparentemente semplici ma con gusto

    RispondiElimina
  10. Carissima, non potremmo avere situazione più simile! Anch'io apprezzo parecchio la frutta cotta ma al maritozzo quando la vede ....per carità. Peccato. Comunque questa tua è un vero capolavoro anche nella presentazione.
    Meraviglia vera anche nella preparazione! un gran bacione

    RispondiElimina
  11. io le adoro e queste hanno un aspetto troppo interessante!!!

    RispondiElimina
  12. Invece il mio lui ama la frutta cotta, soprattutto le mele :D
    Queste pere sono bellissime ^_^
    Un bacione bella, buona giornata <3

    RispondiElimina
  13. Adoro sobremesas com pêra .
    Esta é simples e tem muito bom aspecto
    bj

    RispondiElimina
  14. Stranamente la frutta cotta in casa mia è apprezzata da tutti, ragazze comprese! Faccio anche le pere ma senza aggiunta di zucchero. Grazie per la ricetta Susy

    RispondiElimina
  15. La parola magica è l'Artusi.
    Io mangio poco frutta cotta, dovrei mangiarne di più.
    Bella presentazione.

    RispondiElimina
  16. In effetti Emanuela l'idea di associare la frutta cotta al cibo di ospedale è molto comune, invece anche io ho imparato ad apprezzarne il gusto "da grande"....a volte basta solo lasciar andare senza condizionamenti le nostre papille :)....e poi l'Artusi è l'Artusi!

    RispondiElimina
  17. Anch'io faccio spesso la frutta cotta, soprattutto in inverno. Di solito faccio le mele al forno, con un pizzico di cannella, ma le tue pere sono molto, molto invitanti. Da provare assolutamente!! Complimenti Emanuela, per la ricetta, la presentazione e la fotografia!! Un abbraccio, Mary

    RispondiElimina
  18. Oltre che per la buona cucina, tu hai proprio un'inclinazione a rappresentare i piatti divinamente!!
    Bravissima Emanuela!
    Buona serata <3

    RispondiElimina
  19. Io le adoro, e le ho sempre mangiate con grande soddisfazione.
    Grazie per le belle ricette che condividi con tutti noi.
    Viva l'Artusi
    A.A.

    RispondiElimina
  20. Mamma che buone Emanuela!!!
    Non ho mai pensato di cuocere le pere ma dopo aver visto le tue foto non posso non provarle!!
    Un bacione e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  21. Abbiamo lo stesso problema... mio marito non ama la frutta cotta, invece a me piace tantissimo, anche in estate (servita fredda naturalmente) :)
    Golosa idea per il dessert di domani!!!
    Un abbraccio cara, felice serata!!

    RispondiElimina
  22. Ciao Emanuela, mi piace molto la frutta cotta, queste pere saranno buonissime... proprio un delizioso dessert!!! Brava!!!
    Bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
  23. Nemmeno a casa mia piace la frutta cotta ma a me si e me preparo spesso! Queste pere le farò al più presto, devono essere squisite!! Ciao!

    RispondiElimina
  24. In casa mia la frutta cotta non va di moda ma io me ne frego perchè a me invece piace tanto. Di solito la faccio al forno ma anche questo procedimento sembra davvero interessante. La prima foto è davvero una tentazione

    RispondiElimina
  25. interessanti! le voglio proprio assaggiare, mi piace la frutta cotta!

    RispondiElimina
  26. Che meraviglia!!! un dessert semplicemente perfetto!!! bellissima anche la presentazione, rende a pieno la natura del dolce, complimenti!!!!
    A presto ....

    RispondiElimina
  27. Mio marito potrebbe morire per queste pere!!!

    RispondiElimina
  28. Faccio raramente la frutta cotta, ma mi piace molto. Le tue pere non hanno niente di ospedaliero, anzi mi piacciono un sacco! Un bacio

    RispondiElimina
  29. Anche a me piace tanto la frutta cotta in inverno, specie le mele con una spolverata di cannella! buona giornata, baci

    RispondiElimina
  30. Anche a casa mia non piace la frutta cotta ma a me si per cui queste le preparerò solo per me!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  31. anch'io come te di solito le preparo al forno senza aggiungere zucchero, ma questa tua variante è molto più golosa!!! gnam gnam!!

    RispondiElimina
  32. Ma dai?! Devo provare con mio marito ma ... mi sa che non funziona però! Il problema è che se lui dice che una cosa non la mangia, non la mangia. Non c'è proprio verso. Ma io me le faccio solo per me e faccio prima. Anche io adoro la frutta cotta. Bella questa versione, anche io di solito le faccio al forno, semplici.

    RispondiElimina
  33. Certo che i mariti sono tutti strani!!1 Le tue pere non hanno nulla ache vedere con l'ospedale! Sono molto appetitose ! baci

    RispondiElimina
  34. siamo nella stessa barca.....credo che agli uomini in generale non piacciano frutta e verdura cotta, quelle dell'ospedale sono prive di zuccheri e spezie mentre quelle che si preparano in casa sono tutt'altra cosa eppure.....le tue poi hanno anche un aspetto delizioso
    un bacione

    RispondiElimina
  35. ma guarda che bello vedere che non sono la sola ad avere unmarito che non capisce niente di frutta cotta!!!! io me le faccio alla facciazza sua! non sa cosa si perde! tie! :)

    RispondiElimina
  36. Io sono un po' come tuo marito, storco il naso con la frutta cotta, ma queste le proverei volentieri!
    Baci

    RispondiElimina
  37. Sono con te, anche io vengo marchiata come "vecchina" a cui piace la frutta da ospedale... in realtà cotta è buonissima e molto più capace di soddisfare la voglia di dolce quando invece bisogna contenersi ;) un bacione

    RispondiElimina