lunedì 20 gennaio 2014

Pasta e cicerchie


Piove! Il cielo è grigio tanto che dalle finestre questa mattina filtrava poca luce e mi sembrava ancora notte! ...Voglia di lasciare il letto pari a zero, ma questa non sarebbe una novità.... 
Così è iniziata la settimana da queste parti! 

Per pranzo credo proprio che cucinerò qualcosa di molto simile alla ricetta di oggi!... mi sembra che il clima sia quello giusto!

Un piatto dal sapore antico direi, fatto da pochi e semplici ingredienti.
Mi chiedo perchè certi alimenti ricchi di gusto e nutrimenti, sani e molto antichi, siano stati relegati nel dimenticatoio! 
La cicerchia è il legume più antico arrivato fino ad oggi! 
Sembra che il suo uso sia accertato già dall'8000 a.C., pensate un po'! Se ne sono riscontrate tracce in scavi archeologici praticati in Mesopotamia.
Oggi credo che siano davvero poche le famiglie che consumano regolarmente questo legume! 
Io stessa è solo dallo scorso anno che ho iniziato a comprarlo e devo dire che mi piace molto! 
Simili ai ceci ma forse anche più delicate, le cicerchie sembrano delle perline!...belle anche a vedersi!

E poi la scelta del tipo di pasta per una minestra vintage e casalinga: il più caratteristico, nonchè quello che sembrerebbe essere, anche in questo caso, il formato più antico, forse d'origine cinese; sicuramente il più diffuso nelle nostre dispense da che si è iniziato a mangiare la pasta, semplicemente spaghetti spezzati!


Pasta e cicerchie

Ingredienti per 2 persone
160 g di cicerchie secche
120 g di spaghetti spezzati
1 spicchio d'aglio
1 rametto di rosmarino
olio d'oliva
1/2 carota
1/2 costa di sedano
1/4 di cipolla
sale e pepe


Procedimento
La sera prima mettiamo in ammollo le cicerchie in acqua appena tiepida con 1/2 cucchiaino di bicarbonato. Lasciamo in ammollo 12 ore.
La mattina lessiamo le cicerchie partendo da acqua fredda. 
In un'altra casseruola scaldiamo l'olio con aglio e rosmarino. Aggiungiamo carota, sedano e cipolla a tocchetti, facciamo insaporire il tutto ed eliminiamo aglio e rosmarino. Se occorre uniamo poca acqua e portiamo a cottura le verdure. Frulliamo le verdure insiema ad un mestolino di cicerchie e riuniamo il tutto nella casseruola dove abbiamo lessato i legumi. Aggiungiamo eventualmente poca acqua per ottenere la consistenza desiderata. Portiamo a bollore, saliamo, pepiamo e uniamo la pasta. A cottura avvenuta serviamo con formaggio grattugiato.


45 commenti :

  1. Per una giornata cosi questo piatto è fantastico!!! gnammy! perfetto! buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Cara, mi hai dato una bellissima idea per utilizzare le cicerchie che ho in dispensa!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  3. Che bontà incredibile Pasta e cicerchie! Non sai da quanto tempo non la mangio... mi sa tanto che corro a comprarle e una di queste sere me la faccio! Il tuo tegamino di rame è bellissimo!
    Complimenti davvero...
    Buona giornata
    Sandra

    RispondiElimina
  4. Prima cosa...amo quella pentola ! Seconda cosa..la cicerchia è il legume preferito dal mio papà..terza cosa...la tua ricetta è super ! Ti abbraccio dolcezza :)

    RispondiElimina
  5. Hai ragione, voglia di lasciare il letto non ne avevo nemmeno io stamattina. Anche da me una giornata buia e grigia con tanta pioggia. Il tuo piatto vintage sa di buono e di casa, una vera bontà e perfetto con il clima di oggi.
    Buona settimana :-)

    RispondiElimina
  6. Nei giorni scorsi mi sono resa conto che nella mia dispensa ci sono tutti i legumi secchi con tante varianti... ma no la cicerchia. Me ne sono resa conto perché stavo cercando una minestra da fare per l'Italia nel piatto e me ne ero innamorata di una.... Poi la mia scelta è caduta su un'altra, ma adesso questo tuo post così accattivante mi ha fatto rimettere in moto quel campanellino che mi dice "la cicerchia, devi comprare la cicerchia"!.. Irresistibile!!!

    RispondiElimina
  7. Sai che io non le ho mai provate le cicerchie?Le conosco perchè le ho assaggiate qualche volta, ma non le ho mai impiegate in una delle mie ricette..ed ho fatto male xche le trovo molto golose :) ciao e buona sett

    RispondiElimina
  8. Ciao Emanuela, ma sai che le cicerchie non le ho mai mangiate, se le trovo le proverò sicuramente, la tua ricetta è molto invitante!!! Adoro quella pentola!!!
    Bacioni, buon lunedì...

    RispondiElimina
  9. Che bella questa ricetta, adoro le cicerchie, vero che si mangiano poco e tanti neppure le conoscono, il tegame di rame te lo ruberei! baci

    RispondiElimina
  10. Vintage ma favolosa e che carino il pentolino di rame!!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  11. Anche io stamattina mi son svegliata e fuori pioveva a dirotto, che gran rottura!!!! Devo confessare che nn ho mai cucinato le cicerchie, la tua zuppa fa una voglia incredibile!

    RispondiElimina
  12. Che meraviglia il tuo piatto e quanti bei ricordi mi hai fatto venire in mente.
    La prima volta che mangiai la cicerchia fu molti anni fa nella tua regione, precisamente ad una sagra a Castelvecchio Calvisio in provincia de L'Aquila.

    P.S. La foto è bellissima.

    RispondiElimina
  13. carissima, io ti adoro!!!ti adoro per i piatti meravigliosi e cos' ricchi di emozioni che sei capace di trasmettermi! caspita le cicerchie le ho sempre e solo mangiate in Abruzzo e ogni volta mi fanno impazzire. Le ho gustate anche con il pesce .... divine!
    La tua ricetta è splendida e mi hai tolto ogni scusa per non farmi un piatto così goloso!!!
    Ti auguro una settimana ....ricca di sole! E lo auguro anche a me visto che 'sto tempo mi ha davvero tediata troppo.

    RispondiElimina
  14. Buone le cicerchie le avevo a casa per tanto tempo fino a che non ho trovato come utilizzarle ed ora completo con un altra ricetta. Grazie e buona giornata.
    PS. Sempre splendide foto managgia le mie proprio quando le faccio fanno pena sarebbe meglio che non le mettessi :((

    RispondiElimina
  15. Una meraviglia! complimenti! non l'ho mai utilizzata la cicerchia! bellissima presentazione in questo pentolino! buon inizio settimana

    RispondiElimina
  16. Io adoro i legumi, tutti i legumi. Interi, in crema, con e senza pasta. Purtroppo il mio compagno li detesta e quindi li faccio raramente. Mi inviteresti a pranzo??? Ciao, Ada

    RispondiElimina
  17. Fica uma refeição bem reconfortante como se quer nestes dias tão frios
    boa semana
    bj

    RispondiElimina
  18. Ciao Emanuela! La tua minestra con le cicerchie è fantastica!! Anch'io amo i cibi antichi e ne vado sempre alla riscoperta. Le cicerchie non le ho mai provate, ma ricordo che i miei nonni le cucinavano molto. Le proverò al più presto. Grazie per questa bella ricetta, sei sempre bravissima!!

    RispondiElimina
  19. ..ma quanto mi fai felice con questo piatto? :)
    Le foto mi piacciono tantissimo ^_^
    Ti abbraccio tesoro!

    RispondiElimina
  20. Con un piatto così torna subito il buonumore :-D
    Buon lunedì cara <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
  21. Quando i giorni sono così spenti la voglia di alzarsi è pari a zero ma poi per fortuna tutto cambia, buona la tua zuppa con questo legume così buono e poco usato.
    Buona settimana
    Enrica

    RispondiElimina
  22. È un legume poco usato nelle nostre zone, ma devo dire che l'aspetto della tua zuppa è veramente invitante
    Un salutone Susy

    RispondiElimina
  23. Non ho mai assaggiato le cicerchie ma devo dire la tua pasta è di un invitante pazzesco!!
    Stupenda anche la presentazione!!
    Sempre molto brava Emanuela!!!
    Un bacione e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
  24. che buffo nome non avevo mai sentito queste cicerchie!! ma questa pasta ha un aspetto molto invitante, ottima per queste temperature!!

    RispondiElimina
  25. Sai che non ho mai assaggiato le cicerchie? Non le ho mai viste in giro o forse sono io che non le ho mai cercate!! Devono essere molto buone, almeno a giudicare dalla tua bella zuppa!!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  26. curiossima mi piace un sacco!!!

    RispondiElimina
  27. Con questo tempaccio una bella zuppa è proprio quello che ci vuole. Sai che non ho mai provato con le cicerchie? bellissima servita così nel tegame di rame

    RispondiElimina
  28. Adesso devo comprare le cicerchie!!!! devo assolutamente provare questa meraviglia di pasta!!!! bellissima anche la presentazione, complimenti!!!!
    Ciao, a presto ....

    RispondiElimina
  29. Da quanto tempo che non vedo le cicerchie!!
    Le ho mangiate l'ultima volta quando ero piccola.
    Un piatto molto salutare.
    Un bacio
    Inco

    RispondiElimina
  30. un vero e proprio confort food! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  31. Ciao!!! buonissimooo...adoro le zuppe!!

    RispondiElimina
  32. i legumi fanno bene e son buonissimi e questa foto è davvero superlativa!!! Bacioni

    RispondiElimina
  33. Usi per cucinare le pentole di rame? Bellissima la tua pentolina!! Le cicerchie mi piacciono molto ma le mangio raramente, non so nemmeno io perché... Con il tempo brutto anche dalle mie parti (son 4 giorni che piove di continuo) è un piatto perfetto! Bacioni, amica mia!!

    RispondiElimina
  34. Le cicerchie me le regala un'amica che abita a Benevento, qui non si trovano ed è un vero peccato sono troppo buone!!! Adoro questo piatto, in questo periodo poi mangerei solo zuppe rustiche e vellutate!!!!!!! Metto a bagno le cicerchie, domani provo la tua versione!!!!
    Un abbraccio tesoro, stretto stretto!!!!

    RispondiElimina
  35. E' una vita che non le mangio le cicerchie ... buona questa minestra, sa proprio di ricordi antichi per me, la nonna, gli inverni gelidi di quando ero bambina ... Bellissime anche le foto Manu, un bacio

    RispondiElimina
  36. credo di non averle mai mangiate, il tuo piatto mi è di ispirazione per assaggiarle!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  37. Io queste le chiamo le zuppe scalda-mani e scalda-cuore... un vero abbraccio... :-)
    Emanuela, complimenti per le foto, sono belle belle! E quella zuppiera in rame è fantastica! Riporta alle cucine di una volta...

    RispondiElimina
  38. Mai mangiate le cicerchie. Un piatto fantastico in questi giorni di pioggia

    RispondiElimina
  39. Mai assaggiate le cicerchie ma la minestra che hai preparato ti assicuro la mangerei più che volentieri; per l'aspetto che sembra fantastico e per il freddo che fa qui!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  40. Non ho mai assaggiato questo legume...mi hai fatto venir voglia di assaggiarle!
    Bacioni:)

    RispondiElimina
  41. Dopo una settimana di influenza una pentolina di questa bellissima zuppa me la mangerei volentieri..
    :-)

    RispondiElimina
  42. Le foto sono rassicuranti,lasciano presagire un ottimo pasto :)

    RispondiElimina
  43. belle le foto e buona la zuppa, bravissima ^_^

    RispondiElimina
  44. Ciao Emanuela, avevo da qualche mese un sacchetto di cicerchie nella mia dispensa e non avevo nessuna idea di come prepararle. Ricetta fatta ieri sera...mamma mia che buona!!! Non vedo l'ora di rifarla! ;)
    Un bacione, Elena :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, grazie! Sono contenta che ti sia piaciuta! :) Io in inverno vivrei di minestre e credo proprio che la rifarò presto anche io! Buona giornata!

      Elimina