giovedì 24 ottobre 2013

Pagnottina semplice e croccante alla semola


Buongiorno a tutti!
Sono in partenza e un po' di fretta...sarò assente per qualche giorno ma forse neanche ve ne accorgerete, perchè ho comunque programmato i miei post!
Ho pensato di lasciarvi in compagnia di una ricettina semplice ed essenziale, "basic" oserei dire: un pane classico e buono in qualsiasi momento della giornata, con burro e marmellata a colazione, col prosciutto o un filo d'olio d'oliva per uno spuntino.
La differenza la fa come sempre il lievito: potete sostituire il lievito madre con il lievito di birra, ma la lievitazione naturale garantisce un gusto unico e soprattutto una migliore conservazione per più giorni! 
Questo è forse il pane che preparo più spesso, con la crosta bella croccante come piace a me e la mollica molto leggera!
Trascorrete una bella giornata, mi raccomando! 
Ciao!


Pagnottina alla semola

Ingredienti
300 g di semola di grano duro
300 g di farina Manitoba
190 g di lievito madre rinfrescato il giorno prima
360 g di acqua tiepida
1 cucchiaino da tè di miele
15 g di sale

Procedimento
Sciogliamo il lievito nell'acqua tiepida col miele, aggiungiamo farina e semola setacciate e infine il sale. Impastiamo bene e lasciamo riposare per circa 2 ore nel forno spento, coperto da una pellicola (io uso una cuffia di plastica per i capelli). Riprendiamo l'impasto, lo rilavoriamo raccogliendo gli estremi del panetto verso il  centro e lo lasciamo lievitare ancora per un'ora e mezza circa. Riprendiamo l'impasto, gli diamo la forma che preferiamo su un foglio di cartaforno, sempre cercando di spingere gli estremi verso il centro; copriamo con un panno umido e lasciamo lievitare per circa 2 ore, 2 ore e mezza. Preriscaldiamo il forno a 220° con un pentolino d'acqua all'interno e la teglia che useremo per cuocere il pane. Trasferiamo il pane sulla teglia rovente e inforniamo dopo aver cosparso di semola e inciso con una lametta. Dopo i primi 10 minuti abbassiamo a 200° e togliamo il pentolino con  l'acqua. Lasciamo cuocere per 20 minuti e abbassiamo ancora a 180°. In tutto cuoceremo per circa 1 ora, abbassando fino a 150° con con lo sportello del forno semi-aperto.
Lasciamo raffreddare la pagnottina nel forno spento, appoggiata alla parete e posta in verticale, con lo sportello semiaperto.

Note
Qui trovate la ricetta del pane con semola e patate.


21 commenti :

  1. Ciao Emanuela, bellissimo questo pane e deve essere anche molto buono, crosta croccante e mollica leggera...favoloso!!! Bravissima!!!
    Bacioni, buona giornata...

    RispondiElimina
  2. ma è splendida...i miei complimenti cara!
    bacione

    RispondiElimina
  3. Un pane semplice ma sicuramente croccante e dal profumo di buon pane!!
    Un salutone Susy

    RispondiElimina
  4. Bellissima pagnotta e bellissimi tagli!
    Complimenti :)
    Ti auguro una splendida giornata
    Lou

    RispondiElimina
  5. Viene voglia di mangiarne una fetta con un filo di olio extra vergine di oliva.

    RispondiElimina
  6. ciao Manuela, mi sembra di sentirne il profumo...

    RispondiElimina
  7. Meraviglioso il tuo pane ^_^

    RispondiElimina
  8. Eu adoro fazer pão e fiquei a babar por este.
    Ficou maravilhoso
    bjs

    RispondiElimina
  9. mi mancherai tu dietro alle tue ricette, ma che bel pensiero hai avuto!
    che pane delizioso hai sfornato amica? lo giro subito subito al papà panificatore! ;-)

    RispondiElimina
  10. Questo è proprio il mio genere di pane!! Spettacolare amica mia!

    RispondiElimina
  11. Stupendo questo pane. Devo ammettere che sei proprio brava a fare il pane, Piacerebbe anche a me cimentarmi, ma mi spaventa la cottura nel forno di casa. Dovrò superare questo scoglio e provare!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Dire che è perfetto è poco! Spettacolare! Ma come fai?!??!! Tutta invidia la mia... ;-) Baciii

    RispondiElimina
  13. La semplicità paga sempre! Questo pane, con un filo d'olio, compete alla grande con mille ricette!
    E' favoloso!!!
    Complimenti e buon fine settimana
    Annalisa

    RispondiElimina
  14. Ciao cara, che spettacolo e che bel colore, tantissimo che non metto le mani in pasta... quasi quasi domani!!!!
    Un bacione e a prestissimo!!!

    RispondiElimina
  15. Che bella, immagino il profumo, una vera bontà, complimenti!!!

    RispondiElimina
  16. caspita che perfezione, complimenti Emanuela !

    RispondiElimina
  17. Questa sì che è organizzazione! Ma poi mi farà piacere sapere dove te la sei spassata!!!
    Questa pane è splendido ... ma tu co lievitati sei maestre e quindi queste tue ricette mi fanno sempre davvero impazzire!
    un bacione

    RispondiElimina
  18. è bellissimo e chissà che buono!

    RispondiElimina