mercoledì 1 ottobre 2014

Cavolini gratinati


Devo proprio ammetterlo, io più che buoni i cavolini di Bruxelles li trovo simpatici! Si, simpatici!
Per quanto riguarda il gusto preferisco altre verdure più delicate o più amarognole, ma l'aspetto è tale che non si può non comprarli...almeno ognitanto! :)

Decorativi, allegri, a me ispirano gioia solo a guardarli, rendendo festoso il piatto!
Se poi li completiamo con una croccante panatura di cereali e mandorle, profumata al limone...cosa si può pretendere di più da un contorno?!

In realtà questa più che la ricetta dei cavolini è la ricetta di una panatura, che può essere utilizzata anche sul pesce, sulle carne o altre verdure.
Questi cavolini altro non erano che il contorno di un trancio di salmone al forno, gratinato anch'esso con la panure in questione. Insomma, un post e due servizi! :)


Cavolini di Bruxelles gratinati con mandorle, cereali e limone

Ingredienti
una confezione di cavolini
40 g di mollica di pane raffermo
20 g di cereali (tipo Kellogg's semplici)
20 g di mandorle
1 mazzetto di prezzemolo
1/2 spicchio d'aglio
una scorzetta di limone
20 g di Parmigiano 
olio d'oliva
sale e pepe


Procedimento
Dopo aver eliminato le foglie esterne incidiamo a croce la base dei cavolini e li tuffiamo in acqua bollente salata fino a renderli teneri. Prepariamo la panatura tritando tutti gli ingedienti nel mixer. Disponiamo i cavolini su una teglia unta di olio, li copriamo con il pane, aggiungiamo ancora un filo d'olio e li mettiamo a gratinare in forno a 200° per circa 15/20 minuti.


20 commenti :

  1. che bontà, mi piace la provo di sicuro :-) brava!

    RispondiElimina
  2. E' vero son troppo simpatici,ti confesso che li compro anch'io più attratta dalla forma che dal sapore!Fanno comunque benissimo e con la tua ricca panatura saranno squisiti!Grazie dell'idea tesoro...un bacione!

    RispondiElimina
  3. Anche a me fanno simpatia, e trovo che cotture come la tua siano fondamentali per non renderli alla lunga troppo stomachevoli come sapore!! Bravissima amica mia <3 me li segno assolutamente!

    RispondiElimina
  4. è vero ma Manu! sono simpatici e sai che spesso ho il dilemma che NON so mai come prepararli? questa tua proposta mi sembra una risposta perfetta :)

    RispondiElimina
  5. Hai ragione, è difficile definirli più di simpatici. Però la tua panatura, unita alla dolcezza delle mandorle credo che riesca a stemperare l'amarognolo del cavolino. Devo provarla.

    RispondiElimina
  6. Io invece li trovo anche buonissimi!!!! Mi piacciono proprio tanto ^_^ E se ci metti una panatura così mi fai felice all'infinito!! Ricordalo per quando mi autoinviterò a casa tua :D
    Grande dolcezza, sento l'aroma fino a qui ^_^

    RispondiElimina
  7. Non ci vado matta, ma mi piacciono. Con la tua gratinatura sono ancora meglio.

    RispondiElimina
  8. Concordo con te su tutto e questo we provo la panatura !

    RispondiElimina
  9. Non li ho mai assaggiati, eppure anche a me fanno simpatia, così piccoli e tondi! Questa panatura dev'essere saporita ed intrigante... credo proprio che li proverò! baci

    RispondiElimina
  10. Buono adoro i cavolini bell'abbinamento. Buona serata

    RispondiElimina
  11. A me piacciono da morire anche semplicemente lessati e conditi con un filo d'olio e.v.o. :-P ma con questa panatura devono essere da sballo!!!
    Me la segno x il prox esperimento ^_^

    RispondiElimina
  12. anche a me ispirano tanta simpatia i cavoletti di Bruxelles. pensare che la prima volta che li mangiai non mi piacquero per niente e adesso invece li adoro. preparati così devono essere davvero super, mi salvo la ricetta :) un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  13. li ho sempre amati nonostante il loro profumo , bellissima ricetta !

    RispondiElimina
  14. li trovo ottimi è che me li devo fare sempre di nascosto perchè al marito non piacciono, pero' davvero difficile resistere ai cavoletti, teneri e simpatici

    RispondiElimina
  15. Si hai proprio ragione, sono simpatici, e poi la loro forma io l'adoro... bellissima ricetta. brava come sempre!

    RispondiElimina
  16. Adoooro!! A me piacciono tantissimo i cavolini, sia d'aspetto che di sapore, e li ho fatti anch'io con le bricioline, ma giusto buttate sopra così all'ultimo, non gratinati così che secondo me l'insaporisce ancora di più. E poi con aglio e scorzetta di limone, che chiccheria! Mi strapiacciono <3

    RispondiElimina
  17. Questa panatura è mitica ma il cavolino di Bruxelles, mi credi, è l'unico che non mangio e per una vegetariana è il massimo. Non so perché ma ha un retrogusto che non riesco a sopportare. Mi permetti di usare la panatura, che so...per gli asparagi? :-). Bacino, amica mia

    RispondiElimina
  18. Che bella definizione Emanuela...non avrei mai pensato di definire i cavolini di Bruxelles "simpatici"! Sicuramente la tua panatura li ha resi anche deliziosi e raffinati! Io ho del pesce da cucinare domani e lo renderò speciale con l'aiuto della tua ricetta! Un bacione grande carissima e a presto, Mary

    RispondiElimina