mercoledì 22 ottobre 2014

Treccia croccante al malto d'orzo con semini vari


Il pane che preparo di solito è il pane più semplice possibile e anche il pane più rustico e salutare che riesco a realizzare!
...cioè fatto con farine buone, integrali, dove è proprio la qualità della materia prima che fa la differenza, senza lasciar spazio a vezzi di alcun tipo.

E' il genere di pane che il giorno dopo risulta ancora più buono che appena sfornato!
Quello che si preparava una volta, per intenderci, destinato a durare più giorni!


Ogni tanto però si ha voglia di cambiare e basta davvero poco per ottenere un risultato completamente diverso rispetto al solito. 
....Quindi magari si parte dalla forma, optando per la treccia invece che per la pagnotta; ma soprattutto si spennella, per esempio, la superficie con l'albume per far aderire i semini di sesamo, di lino....e non immaginate, se non avete provato, cosa comporta in termini di consistenza l'umidità della chiara d'uovo sul pane: crosticina sottilissima e croccante, tipo quella della baguette per intenderci, mollica molto morbida (grazie anche al prefermento) e naturalmente un pane molto più apprezzabile appena sfornato che il giorno successivo, quando perde quella caratteristica fragranza.


Difficile rendere completamente l'idea attraverso le foto, come al solito!
Però posso aggiungere a sostegno del mio sforzo di rappresentarvene la bontà il fatto che questa treccia profumata al malto d'orzo al giorno  dopo vi è a mala pena arrivata!


Treccia croccante al malto d'orzo con semini vari
Ingredienti

per il lievitino
80 g di pasta madre
100 g di acqua t.a.
120 g di farina 0

per l'impasto
il prefermento
350 g di farina 0
100 g di semola
1 cucchiaio raso di malto d'orzo
acqua (circa 250 g)
12 g di sale
1 chiara d'uovo
semi vari (lino, sesamo, papavero...)


Procedimento
La sera prima realizzate il lievitino sciogliendo la pasta madre in acqua e impastando con la farina. Riponete in frigo in una ciotola coperta da pellicola.
Al mattino riportate a temperatura ambiente il lievitino e procedete ad impastare tutti gli ingredienti regolandovi sul quantitativo di acqua: dovete ottenere un impasto morbido ma lavorabile in modo da poter fare la treccia, quindi aggiungete l'acqua gradualmente.
Impastate ripiegando i lembi verso il centro del panetto e riponete a lievitare per circa 4 ore a temperatura ambiente. Riprendete l'impasto, effettuate ancora delle pieghe verso il centro e fate lievitare ancora un'ora. Riprendete definitivamente l'impasto, dividetelo in tre parti uguali, schiacciatele allungandole e arrotolatele ognuna su sè stessa formando tre filoncini. Intrecciateli e riponete la treccia a lievitare su una teglia coperta di cartaforno. Coprite con un panno umido e fate lievitare (circa un'ora, un'ora e mezza). Scaldate il forno a 220°, spennellate la treccia con la chiara e spargetevi sopra i semini nella maniera più uniforme possibile. Infornate e dopo i primi 10 minuti abbassate la temperatura a 200°. Dopo 20 minuti abbassate ancora a 180° e completate la cottura fino ad ottenere una treccia dorata e croccante. Fate raffreddare nel forno spento.


25 commenti :

  1. E' proprio bella, mi fa una voglia!
    ...del resto sarebbe l'ora giusta ;-)

    RispondiElimina
  2. Essa trança ficou lindissima e com sementes eu ia adorar
    bjs

    RispondiElimina
  3. Ho appena sfornato un pane molto simile al tuo O_O siamo telepatiche?? Non sarebbe la prima volta :-P
    Complimenti tesoro, non ho dubbi che sia strepitoso :-D

    RispondiElimina
  4. che bello questo pane...
    con il lievito madre il pane mi resta sempre un po' pesantuccio...e non con la sofficità del pane del fornaio cui sono abituati a casa mia. Ma, forse, non so...forse con il lievito madre non posso ottenere "batuffoli di cotone" (se non aggiungendo molti grassi...).
    il pane che ci mostri oggi mi piace un sacco!!!! e grazie per la dritta dell'albume...a me i semini si staccavano sempre quasi tutti dopo la cottura!!!!!
    ciao. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eleonora io non aggiungo quasi mai grassi al pane; prova a fare il lievitino, sicuramente verrà più soffice. ciao :)

      Elimina
    2. parlando con una amica che panifica e che usa fare il prefermento come te, ho saputo che dopo la formatura fa un riposo di 1/2 ore e inforna. E ho visto che qui scrivi anche tu così! Io invece attendo di nuovo il raddoppio, aspetto 4-5 ore, e poi non ho grandi aumenti in cottura. Devo ritentare con questi accorgimenti!!! grazie mille!

      Elimina
  5. Adoro questo pane croccante e ricco di semi.. come tutti i tuoi pani anche questo è perfetto :))

    RispondiElimina
  6. in questo momento ne staccherei un bel pezzetto con le mani, non una fetta ma un bel pezzo generoso da gustare in purezza!!!! che capolavoro, complimenti! Lory

    RispondiElimina
  7. Ci credo che è finita subito. :)

    RispondiElimina
  8. Resto sempre affascinata quando vedo pani fatti in casa così ben riusciti... :-) E se poi ricorda la baguette, arrivo in un attimo a rubare una fetta!

    RispondiElimina
  9. Deve essere superlativo. Io con i pani sono una frana....però amo mangiarli, eccome!
    Corro da te, posso?!

    RispondiElimina
  10. Ogni tua proposta è incantevole e questo pane mi fa venire voglia di addentare il monitor ^_^ Poca poesia nelle mie parole, lo ammetto, ma questo pane è la fine del mondo. Sei uno spettacolo dolcezza!

    RispondiElimina
  11. Che meravigliosa visione...Emanuela, è spettacolare ! Un bacino e buon pomeriggio :)

    RispondiElimina
  12. Ma che spettacolo questa crosta di semini! Una treccia degna di una vetrina.. bravissima

    RispondiElimina
  13. Rende un sacco mi fa una invidia!

    RispondiElimina
  14. E ci credo che non sia arrivato al giorno dopo...E' meraviglioso! Immagino quanto sia croccante e profumato! Un bacione, Mary

    RispondiElimina
  15. Che bella questa treccia, super invitante!! Ti rubo una fetta! =D

    RispondiElimina
  16. adoro i pani con i semini, questo tuo è veramente sontuoso !

    RispondiElimina
  17. bellissima trecciona! volendo fare lievitino con ldb quanto me ne consigli usando le tue stesse proporzioni? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io direi 3 g di lievito di birra fresco per maturazione lenta in frigo. Grazie a te!

      Elimina
  18. Ha un aspetto fichissimo e croccante. Ora provo anche io a farlo e mi segno la ricetta. Grazie

    RispondiElimina
  19. Ciao cara! Che meraviglia questo pane! ...sto usando la pasta madre da poco e quest'idea è da segnare e provare...questa treccia è una meraviglia!

    RispondiElimina
  20. Quante ricette mi ero persa! Però stasera me le sono guardate tutte, la minestra e l'arrosto compresto. ma questo pane? Vogliamo parlare di questo pane a treccia? Bellissimo tesoro. Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  21. Questo pane è una meraviglia,Sento il suo profumo,immagino la sua morbidezza,poi con tutti quei semini sulla crosta mmhh che buono!

    RispondiElimina
  22. ciao, complimenti per questa bellissima e buonissima ricetta. Ti ho nominata nel contest "The very Inspiring Blogger", spero di faccia piacere.
    ecco il link:

    http://lericettedinereide.altervista.org/the-very-inspiring-blogger/

    Spero ti faccia piacere, a presto!!
    Nereide

    RispondiElimina