mercoledì 23 novembre 2011

Zuppa di farro e lenticchie

Caldo pomeriggio di settembre in città.
Mentre cucino mi accorgo che, se voglio esaltare la salsa che sto preparando, occorre un formato di pasta di cui la mia dispensa è sprovvista.
Scendo subito al supermercato, mi assicuro la pasta, decido di prendere al volo anche un melone e mi appropinquo alle casse per pagare. 
Ho nel portafogli "solo" una banconota da 100 euro. 
Non mi passa neanche per l'anticamera del cervello che questo potrebbe rappresentare un problema, avendo speso poco più di 3 euro.
E invece trovo la cassiera inferocita perchè io mi sto permettendo di pagare una spesa "striminzita" come quella che ho davanti con un pezzo da 100 euro.
"Non c'è scritto mica banca qui fuori!!!...testuali sue parole!...neanche fossi andata a chiedere un prestito!
Io e le persone che mi seguono alla cassa ci guardiamo sbigottite: tanto è assurda ed eccessiva la reazione della signora che quasi non sembra possibile! Non sembra reale!

Freddo pomeriggio di novembre in città.
Uffa! mentre cucino mi accorgo sempre che manca qualcosa...la fortuna è che il supermercato dista pochissimi passi e quindi con una "capatina-express" si può rimediare facilmente.
Scendo e compro ciò che mi manca e qualche altra cosa, per una spesa complessiva di 16 euro. 
Nel portafogli ho una banconata da 20. Perfetto! Devo avere indietro solo 4 euro di resto, sicuramente non ci saranno problemi!
La cassiera (non quella dell'altra volta, un'altra!) sbatte furiosamente i 20 euro nel cassettino della cassa ed esclama "Non ce la faccio più!"...e mi rifila il resto, arrabbiatissima, senza guardarmi neanche in faccia, perchè era stata costretta a contare, sbuffando come un treno a vapore, monete da 20 centesimi per un totale di 4 euro!
Ora...solo una domanda: ma cosa ha le gente in questa città?


Zuppa di farro e lenticchie
dosi per 2 persone

Ingredienti
120 g di lenticchie secche
120 di farro perlato
1/2 cipolla
1/2 carora
1/2 gambo di sedano
1 spicchietto d'aglio
3 cucchiai di olio d'oliva
2 pomodori pelati
alloro e rosmarino
sale e pepe
1 pezzetto di peperoncino piccante

Procedimento
Sciacquiamo le lenticchie sotto l'acqua corrente e le mettiamo in un tegame coperte d'acqua fredda con 1 foglia d'alloro. Portiamo ad ebollizione e facciamo cuocere lentamente, a fiamma bassa. In un tegamino rosoliamo, in due cucchiai d'olio, un trito realizzato con carota, cipolla, sedano, aglio, peperoncino e gli aghi di un rametto di rosmarino. Quando il tutto risulta leggermente dorato aggiungiamo i pomodori e facciamo cuocere a fiamma bassa, fino a quando le verdure risulteranno tenere. Saliamo e pepiamo. A questo punto possiamo scegliere se tenerle così o frullarle col minipimer. Io le ho frullato per accentuare la consistenza cremosa della zuppa. Nel momento in cui le lenticchie saranno quasi cotte, circa 20 minuti prima della fine, aggiungiamo il sughetto, riportiamo a bollore, aggiungiamo eventualmente dell'altra acqua calda e caliamo il farro sciacquato sotto l'acqua fredda. Cuociamo e serviamo con dell'altro olio a crudo e del pepe macinato al momento.

Note
-  Questa zuppa è una delle nostre preferite per l'inverno. Ci piace che sia un po' piccantina ed è ancora più buona se preparata in anticipo.
- I tempi di cottura del farro variano molto a seconda della qualità, per cui bisogna regolarsi  su quando metterlo in pentola con le lenticchie. Queste ultime comunque difficilmente scuocciono, quindi anche se bisogna proseguire i tempi di cottura la zuppa non ne risentirà!

51 commenti :

  1. ..nottambula anche tu eh?
    fantastiche queste cassiere, che fanno del resto una questione universale, pensa se fossimo al tempo del baratto e dovessero dare il resto contando lenticchie! ahahhh! battutaccia :)
    la tua zuppa piace tanto anche a me, la faccio a volte anch'io anche con pochissino tempo: pentola a pressione, cestello del bimby con il farro, piazzato nel mezzo del brodo con le verdure a pezzi. A cottura tolgo il cestello col farro e frullo le verdure, poi aggiungo il farro intero e voilà, tutto fatto in 20 min. :)
    notte!

    RispondiElimina
  2. Ah, se non ci fossero le cassiere che ci movimentano l'esistenza... Ma un po' la capisco, tutta questa gente arrabbiata con la vita: siamo in un periodo brutto brutto e a volte diventa difficile reagire con un sorriso, ed è sempre un sorriso malinconico.
    Per quanto riguarda la zuppa, voglio farla quanto prima: i miei bambini amano il farro e 2 su 3 anche le lenticchie. Io la metterei tra i comfort food per le giornate d'inverno.

    RispondiElimina
  3. Com'era il titolo di quel libro?? Le tribolazioni di una cassiera...Non so da che punto di vista sia stato scritto, ma penso che ci sia tutto un mondo che noi, dall'altra parte del nastro, non conosciamo a fondo :-))
    Detto ciò, splendida la tua zuppa! Un bacione.

    RispondiElimina
  4. Gnam! Siamo in sintonia, anch'io ho appena postato una minestra di lenticchie :-)

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  5. Buona, calda e piccantina e l'ideale per queste giornate! Le due cassiere dovrebbero fare un master di educazione!!! Si sa che lavorare costa fatica, ma se lo fanno così, la fatica è doppia!!!
    Bellissima l'idea di Cinzia del resto in lenticchie, ahahah.
    Baci
    P.S.
    Il malto non l'ho trovato :(

    RispondiElimina
  6. Non ha nulla!! è semplicemente cafona ed ignorante!!!!! E' buonissimo il farro con le lenticchie!!!! bacioni buona giornata .-)

    RispondiElimina
  7. gran bella zuppa, per un alimentazioen sana ed equilibrata ma sopratutto golosa

    RispondiElimina
  8. Ottima questa zuppa,aiuta a riscaldarci e con il peperoncino è una bontà! Ciao

    RispondiElimina
  9. - Cinzia...eh si! Ultimamente mi capita di andare al letto tardi e la mattina... non ti dico! La tua battuta ci sta a pennello! :) Baci baci!
    - Barbara...infatti, di problemi ce ne sono tanti! Ma purtroppo li abbiamo tutti! Una zuppa consolatoria questa, vero? Ti abbraccio cara!
    - Tiziana...si, chissà cosa c'è dietro! Magari tribolazioni e problemi. O forse molte persone si sono solo disabituate a sorridere?! Non so! Comunque grazie tanto per la tua sempre graditissima visita!

    RispondiElimina
  10. come hai ragione!cmq questa zuppa è stupenda!

    RispondiElimina
  11. In inverno mi piace sempre molto mangiare la zuppa.... e l'abbinata farro e lenticchie mi manca ma è assolutamente da provare...........

    RispondiElimina
  12. - Alessandra...quanto sono buone le lenticchie, vero? Un bacione!
    - Carla...niente malto quindi! Peccato! E vabbè, c'è sempre il miele, ottimo sostituto! Un bacione e grazie!
    - Claudia...hahahaha, probabilmente hai ragione! ;) Buona giornata!
    - Gunther...legumi e cereali mettono d'accordo il gusto con la salute, meglio di così! Grazie mille e a presto!
    - Molly...in questo periodo non chiedo di meglio che una bella zuppa piccantina! Grazie e un bacione!

    RispondiElimina
  13. - Valentina...grazie per la visita! Un bacio!
    - Stefy...nella mia regione si producono un ottimo farro e delle ottime lenticchie, quindi l'abbinamento è sorto spontaneo! Buona giornata!

    RispondiElimina
  14. Mah secondo me questa cassiera ha problemi gravi! :( Vabè lasciala perdere!
    Comunque ottima questa zuppa! A quest'ora mi viene una fame!!!

    RispondiElimina
  15. FAVOLOSA ADORO QUESTE RICETTE COMPLIMENTI E BUONA GIORNATA

    RispondiElimina
  16. Ciao cara!! E' buonissima questa zuppa, io la faccio spesso durante l'inverno!
    Alla prossima

    RispondiElimina
  17. Eccomi qui, mi fa molto piacere averti conosciuta e poter scoprire il tuo bel blog, mi metto subito a spulciare le ricette! :)

    RispondiElimina
  18. Adoro le zuppe!!! Lenticchie e farro, mi piace!!!
    La proporrò ai miei nelle prossime sere!!!
    Questa mattina ho trovato anch'io una cassiera.. simpaticissima, forse la giornata???!!!
    Un bacione!!!!

    RispondiElimina
  19. la tua zuppa è deliziosa e i tuoi racconti anche.
    Ah beh, sento che anche con te le cassiere sono maleducate, mi consolo, pensavo io di avere la faccia da antipatica.
    Io oggi volevo fare la pasta al ragù, mi mancava la pasta e per non scendere al supermercato ho fatto la polenta. Piatto alternativo, ma almeno non ho dovuto vedere la faccia della cassiera.
    bacioni sabina

    RispondiElimina
  20. la gente sta diventando cattiva sai?mi accorgo ogni giorno sempre di più:ottima la tua minestra riscalderebbe il cuore anche a certa gente cattiva:

    RispondiElimina
  21. Pure io adoro le zuppe...fanno casa,fanno inverno...con qualsiasi legume,o verdura sono sempre ottime e poi rappresentano un piatto unico!!!!!!grazie per il commento....Per le commesse be bisogna avere pazienza,stanno sempre a sbuffare e non sorridono quasi mai....fortunate loro che almeno un lavoro ce l'hanno!!!!!Io sono abituata alla salumeria....preferisco luoghi piu' accoglienti e poi con le bambine mi sento piu' sicura!!!!!buona vita e buona cucina!!!!

    RispondiElimina
  22. purtoppo non è solo la gente della tua città! una volta una cassiera si lamentò con me perchè pagai con 10 euro una cosa di 3 euro e qualche centesimo!mi disse che voleva gli spiccioli e soprattutto i centesimi e me lo disse in modo molto sgarbato! circa un mese dopo la stessa commessa si lamentò con me perchè le avevo pagato tutto in spiccioli e lei si stancava a doverli contare dopo la chiusura del negozio o.O prendiamo a ridere che è meglio ahaha! Ottima zuppa cara,kiss

    RispondiElimina
  23. Mi piace moltissimo, stampo la ricetta e la faccio, ho giusto giusto delle lenticchie di Castelluccio da fare!

    RispondiElimina
  24. Uno splendido post e una zuppa gustosissima, grazie Emanuela!!!!!

    RispondiElimina
  25. ai supermercati si vivono le situazioni iù assurde: io sabato scorso vado nelle nuovissime casse automatiche, ami usate di quel tipo lì che hanno anche i piattini che ti pesano il cestino e verificano che sia uguale a quello che passi sullo scanner. Oso insaccare la merce mentre stava per essere emesso il totale e il sistema va in tilt, arriva l'addetta che mi manda a fare un certo bisogno e inizia a passarmi la spesa lei, morale della favola non mi passa la tessera e non mi passano gli sconti, quando io ho risposto che vorrei indietro i soldi degli sconti lei sbotta e me li fa dare da un'altra cassiera...

    la zuppa è squisita!!

    RispondiElimina
  26. Non è solo quella città, cara mia, è così un po' ovunque, forse è una stanchezza (vorrei dire un altro termine) meno sentita nei piccoli/piccolissimi centri.
    Nei supermercati,poi, i commessi ne hanno fin sopra i capelli dei clienti più assurdi e maleducati,ecco che capita che esasperati, trattino (ingiustamente) male i clienti educati e civili. Li capisco, tuttavia quando mi succede sai cosa rispondo?" è di cattivo umore oggi?" (facendo un sorriso a 32 denti) mi è successo l'altro giorno al mercato, il tipo mi ha fanc*** con lo sguardo, mi ha chiesto velatamente scusa, con giustificazioni poco palusibili, e mi sono tolta la soddisfazione di farlo sentire cafone, quale in effetti è.
    ahhhhhhhh la ricetta: buonissima. le lenticchie mettono buon'umore non credi?

    RispondiElimina
  27. E' la vita in città: stanchezza, stress, tensione, e poi una certa dose di cattiva educazione.
    La tua zuppa è deliziosa, riscalda e mette di buonumore solo a vederla! ^_^
    Un bacione

    RispondiElimina
  28. Ciao ho conosciuto il tuo blog per caso mi sono messa un po a spulciare tra le tue bellissime ricette, tutte buonissime c'è l'imbarazzo della scelta, una mi ha colpita la Carbonnade credo di proporla venerdi visto che ho persone a cena!!
    Felice di aver conosciuto il tuo blog mi sono unita ad i tuoi sostenitori.
    Ciao

    RispondiElimina
  29. Oddio quanto sto ridendo(mio marito mi guarda perplesso). Ma io ho la soluzione a tutti i tuoi problemi, cara Emanuela : la prossima volta presentati alla cassa con un salvadanaio (meglio se a forma di maialino)e un martello, fatti dire quanto devi pagare e, sotto i loro occhi, dai una martellata decisa al maiale ,conta gli spiccioli e consegna alle casse la somma ESATTA da pagare. Vedrai che saranno contente.

    Un bacio

    Viviana

    RispondiElimina
  30. Ottima zuppa, anche a me piace un sapore piccantino :) Riguardo quanto accaduto nel supermercato... io non mi stupisco più di nulla, so solo che l'educazione è diventata un optional e tantissime persone ne sono sprovviste. Baci Liz

    RispondiElimina
  31. Che buone queste zuppe... che buone che buone che buone! Quelle di lenticchie sono le mie preferite :)

    RispondiElimina
  32. Ne mangerei volentieri un buon piatto, con questi freddi è una minestra veramente allettante.
    Mandi

    RispondiElimina
  33. Te lo dico io cosa ha la gente, io spesso mi trovo a litigare con commesse o cassiere maleducate e mi arrabbio perchè ho fatto anch'io questo mestiere e sono sempre stata con il sorriso sulle labbra . praticamente la voglia di lavorare è la causa che manca. ottima la zuppa io adoro sia il farro che le lenticchie. buona serata cry68

    RispondiElimina
  34. - Mila...grazie e a prestissimo!
    - Giovanna...buona serata! ciao
    - Manu...la faccio spesso anch'io perchè è abbastanza rapida. Baci
    - Elisa...ti ringrazio tanto. Un bacione!
    - Lory...mi consola il fatto che non ho da lamentarmi solo io :) ciao
    - Sabina...eh no! evidentemente al cospetto delle cassiere siamo tutte antipatiche! :) ciao e grazie

    RispondiElimina
  35. Cose 'e pazzi...ma in che città abiti per curiosità! Comunque tutto il mondo è paese...Questa zuppa per questi primi freddi è l'ideale, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  36. - Maricruz...forse chi non sorride mai non apprezza neanche i piaceri della tavola, che ne dici? ciao
    - Graal...esatto! per certi aspetti sono meglio i negozietti, peccato che non esistano quasi più! baci
    - Francesca...ma si! Io ho smesso di arrabbiarmici ormai! :)
    - Enrica...grazie e fammi sapere come va! ;)
    - Simona...ti ringrazio tanto! Un bacione!
    - Stefania...mal comune...mezzo gaudio! :))) ciao
    - Batù...si, forse nei centri più piccoli, avendo a che fare con meno gente, ci si stanca meno dei rapporti con le persone. Comunque non è giustificabile, secondo me! Grazie Batù! ciao
    - Giovanna....grazie mille! ...e meno male che ci sono le zuppe! Baci!
    - Ilaria...sono molto contenta che tu sia venuta sul mio blog! Grazie e a presto!
    - Viviana...non so se sarebbero contente sai...! Comunque dovrebbero ricontarli...! :) Grazie!
    - Liz...comunque è piacevole prendere consapevolezza della propria educazione di fronte a certa gente, vero? Grazie, ciao!
    - Pips...le zuppe piacciono tantissimo anche a me! E' forte la tentazione di postarle ogni volta! Un abbraccio!
    - Mandi...è proprio quello che ci vuole! buona serata!
    - Cry...in tutte le categorie di lavoratori purtroppo ci sono quelli che non hanno tanta voglia di lavorare! Mah! Grazie Cry! baci
    - Silvia...hai ragione, tutto il mondo è paese! Ti ringrazio! ciao

    RispondiElimina
  37. Buona questa zuppa, è una delle mie preferite. Anche a me una volta è successa una cosa del genere in un negozio...per caso abitiamo nella stessa città?
    Un abbraccio e grazie mille per essere passata da me!
    Sabina

    RispondiElimina
  38. Je ne connais pas l'épeautre mais ta soupe me donne très envie.
    A tester.
    A très bientôt

    RispondiElimina
  39. Io faccio la commessa ma non mi permetterei mai un tale comportamento: il cliente ha sempre ragione e chi arte non sa far bottega serra. Ecco i motti del buon commerciante. Complimenti per la tua zuppa, ottima in questi giorni tanto umidi. Un bacione e a presto

    RispondiElimina
  40. Farro e lenticchie, un'accoppiata da provare, per il resto ormai non ci faccio più caso...però "rispondo", ho lavorato anch'io con il pubblico e non sono stata mai maleducata, di solito dico: ma perchè non va a lavorare in miniera?...ciao Emanuela :-)

    RispondiElimina
  41. è pazzesco ciò che racconti...sai una cosa? a me è capitato un fatto del genere, sai cosa ho fatto...ho raccolto 40 euri in moneta da 10 centesimi, ho puntato la cassiera al super e ho pagato, mi ha detto che non poteva accettarli almeno che non fossero incartati, come quelli che emette la banca...ho detto se fiata un'altra parola chiamo la finanza, zitta zitta se li contò fino all'ultimo centesimo...ahahaha quando ce vo ce vo!!!
    ooopppssss la zuppa è buonissima, ciao.

    RispondiElimina
  42. Allucinante, ormai l'educazione sul posto di lavoro è un optional, certe persone dovrebbero davvero fare dei corsi i buone maniere!!
    Ottima la tua zuppa comunque :-)
    Un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  43. Ma son tutti fuori come dei balconi!!!!!! consoliamoci con questa calda e favolosa zuppa!!!!!
    C'eri anche tu l'altra sera? oh noooo ma in che tavolo eri? uffi... che peccato non averti incontrato, sarà per una prossima volta speriamo!
    Baci

    RispondiElimina
  44. ecco, allora ho scoperto che andiamo allo stesso supermercato ; )

    RispondiElimina
  45. Eri al tavolo con Maia giusto? io ero al tavolo centrale quello vicino alle macine, vestito grigio con maglietta rosa antico, oh come mi dispiace uffi....

    RispondiElimina
  46. Emanuela, che dire invece di quando dopo aver fatto lo "spesone settimanale" ti dicono che non hanno il post per il bancomat?
    Ad ogni modo, le zuppe sono la mia passione.

    RispondiElimina
  47. Emanuelami tuoi post sono sempre, oltre che utili, stupendi.

    Un forte abbraccio da Parigi

    RispondiElimina
  48. Proprio quello che ci vuole con questo freddo! Buona buona!!!

    RispondiElimina
  49. cose che non succedono proprio solo nella tua città... o nel tuo supermercato!
    Chissà se le signore in questione si sarebbero un po' addolcite con un bel piattino della tua zuppa??? ;)
    Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
  50. buonissima ,adoro le zuppe , un abbraccio .

    RispondiElimina
  51. consolati non è solo la tua città,mi sà che sono le cassiere di molti super...
    cmq belle ricette comlimenti

    RispondiElimina